Weekend al cinema: un matrimonio all’inglese, Sette anime, Valzer con Bashir, W., Yes Man

di Diego Odello 1

Il 2009 cinematografico entra nel vivo da questa settimana con sei pellicole, una più importante dell’altra: da questa sera fanno il loro esordio l’horror svedese Lasciami entrare, il film israeliano Valzer con Bashir, la commedia Un matrimonio all’inglese e, il poco considerato dalla distribuzione, W. di Oliver Stone.

Se vi siete messi a contare avrete notato che per ora ne ho citate solo quattro. E’ vero: le ultime due, Yes Man e Sette anime, le ho lasciate per ultime perché sono quelle che si giocheranno la vittoria al boxe office questa settimana. La prima ha dalla sua il grande Jim Carrey, la seconda l’accoppiata Gabriele MuccinoWill Smith. Chi vincerà?

In attesa di scoprirlo lunedì, nella nostra consueta rubrica Incassi al botteghino, andiamo insieme a vedere le trame e i protagonisti dei sei film che vi ho preannunciato:

Lasciami entrare (drammatico/horror, diretto da Tomas Alfredson, con Kåre Hedebrant, Lina Leandersson, Per Ragnar): a Stoccolma, un serial killer dissangua i ragazzini. Oskar, un dodicenne introverso che vive in un quartiere periferico della città spera vivamente, che questa persona uccida anche i bulletti che lo prendono in giro. La cosa strana e che gli omicidi coincidono temporalmente con l’arrivo di Eli, la sua vicina di casa dodicenne pallida e che esce solo la notte, con cui stringe amicizia. Presentato fuori concorso al Festival di Torino.

Un matrimonio all’inglese (commedia/romantico, diretto da Stephan Elliott, con Jessica Biel, Colin Firth, Kristin Scott Thomas, Ben Barnes): anni 30: il rampollo di una famiglia dell’alta società inglese, John Whittaker, presenta la sua fidanzata, Larita, alla sua famiglia. Andrebbe tutto bene se non fosse americana e come tale si comportasse. La suocera non può accettarlo e scoppia una vera e propria guerra tra le due donne. Presentato al Festival di Roma.

Sette anime (drammatico, diretto da Gabriele Muccino, con Will Smith, Rosario Dawson, Woody Harrelson, Michael Ealy): Ben Thomas, si sente in colpa per un incidente che ha causato la morte di sette persone. Per togliersi il senso di colpa e redimersi, decide di suicidarsi per donare a sette persone differenti i suoi organi. L’unica cosa che non può immaginarsi è che, dopo aver scelto i sette fortunati, lui si innamori di Emily, una di loro, a cui dovrebbe dare il suo cuore.

Walzer con Bashir (animazione, diretto da Ari Folman): Un vecchio racconta al regista un sogno ricorrente in cui 26 cani feroci lo inseguono. I due riescono a trovare un nesso tra l’incubo e la missione dell’esercito israeliano in Libano. Ari rendendosi conto di non conoscere nulla di quella situazione, avvenuta negli anni ottanta, decide di chiedere ad amici e compagni la verità su ciò che è successo. Presentato al Festival di Cannes.

W. (commedia/drammatico, diretto da Oliver Stone, con Josh Brolin, Elizabeth Banks, David Born): La vita e l’attività politica del prossimo ex presidente degli Stati Uniti George Wayne Bush, dalla giovinezza ad oggi, dal rapporto con i suoi genitori a quello con la fede. Presentato al Festival di Torino (clicca sul nome per leggere la nostra recensione)

Yes Man (commedia, diretta da Peyton Reed, con Jim Carrey, Zooey Deschanel, Terence Stamp e Bradley Cooper): Carl Allen è un uomo single, con un lavoro noioso,che preferisce stare da solo e dire no a tutto piuttosto di buttarsi e rischiare. Quando una sua vecchia conoscenza lo invita a partecipare al seminario Yes Man, ovvero imparare a dire sempre di si, la sua vita cambia radicalmente, seppur con qualche difficoltà inaspettata.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>