Peyton Reed: la commedia dell’arte

di Pietro Ferraro 2

Peyton Reed nasce il 3 Luglio 1964 a Raleigh  nel North Carolina (USA), lavora come deejay nella radio della sua università la Chapel Hill, dove studia televisione, la sua passione per la musica lo porterà a  dirigere molti videoclip musicali per band locali come NC-based band e The Connels.

Appassionato di musica e batterista per hobby, Reed si cimenta anche nella composizione di canzoni, alcune delle quali verranno inserite nella sua commedia Ragazze nel pallone del 2000.

Robert Zemeckis gli affida due documentari che raccontano il making of di due suoi grandi successi, The secrets of the Back to the future trilogy (1991) e  Through the eyes of Forrest Gump (1994)

Nel 1991 si occupa della trasposizione in disegni animati della saga cinematoografica Ritorno al futuro, dal 1995 al 2008 dirige vari episodi di serie tv ed il pilot Cashmere Mafia.

In Italia approda con il remake del film Disney Il computer con le scarpe da tennis (1995), in questo rifacimento Kirk Cameron è uno studente che dopo essere stato colpito da un fulmine, non solo sopravvive, ma diventa una sorta di computer biologico.

Il secondo lungometraggio è il teen-movie sportivo Ragazze nel pallone (2000) con kirsten Dust, seguirà il colorato e divertente Abbasso l’amore (2003) con la coppia Ewan McGregor/Renèe Zellweger. Nel 2006 documenta la fine di una storia d’amore nel divertente Ti odio, Ti lascio, ti… con Jennifer Aniston.

In arrivo nelle sale italiane a gennaio 2009, l’ultimo film del regista, Yes Man,  commedia con un Jim Carrey mattatore, un uomo decide cambiare il proprio atteggiamento negativo verso la vita ed il prossimo dicendo sempre di si ad ogni occasione, una scelta azzardata con tanti ed esilaranti effetti collaterali.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>