10 film per non dimenticare la Shoah

Dimenticare è impossibile. La storia recente dell’umanità è come un immenso corpo, lacerato da diverse ferite. Alcune di queste, con ogni probabilità, non saranno mai suturate a dovere.

La persecuzione degli ebrei all’interno dei campi di concentramento, commemorata simbolicamente ogni 27 gennaio (Giornata della Memoria) è una di queste.

Perché proprio il 27 gennaio? In questo giorno dell’anno 1945, le truppe sovietiche entravano in Auschwitz, liberando il lager. Sono passati 68 anni, ma il ricordo è vivido più che mai.

Di questi tempi, così veloci e all’insegna del ‘cotto e mangiato’, difficilmente le ricorrenze hanno una grande eco nelle teste di chi le percepisce. Tutto passa in fretta, anniversari inclusi.

La Shoah, però, no. Non deve. Non si può.

E allora ecco che il cinema, la settima arte, l’occhio capace di guardare attraverso, può essere l’amplificatore culturale perfetto per non dimenticare.

Nel corso degli anni, in questi sessantotto trascorsi da quel maledettissimo giorno, che a sua volta è solo l’ultimo atto di un periodo a dir poco doloroso per il globo intero, di film culturalmente capaci di commemorare l’Olocausto e le sue implicazioni ne sono stati fatti molti. Ognuno con il suo taglio e tutti, forse, con lo stesso scopo: ricordare.

Sceglierne 10 non è stato facile. Il nostro criterio di selezione si è basato sulla possibilità di fornire il più ampio ventaglio di opzioni. Un film, in fondo, si distingue da un altro film per stile e modalità con i quali ‘tratta’ e ‘padroneggia’ l’argomento. Così, abbiamo pensato di darvi 10 film diversi tra loro per genere, declinazione del tema e spirito. Eccoli:

La vita è bella

Schindler’s List

Il grande dittatore

Il diario di Anna Frank

Train de vie

Amen

La caduta degli dei

Il pianista

Ogni cosa è illuminata

Inglorious Basterds

The Company Men, Alive – Sopravvissuti, Sotto corte marziale, Bastardi senza gloria, Kill Bill – Volume 2, Ho voglia di te, Blade II, Motel Woodstock, 2 Single a nozze – Wedding crashers, La donna del treno, Mad Max – Oltre la sfera del tuono, stasera in tv

Si preannuncia una serata in tv ricca di film da non perdere assolutamente. Sono ben 11 i film in programma in prima serata. Non male. Iniziamo da “The Company Men”, su Rai 3 alle 21.05. Si tratta della storia di Bobby, un dirigente all’apice della sua carriera che improvvisamente cade in rovina per via di un crack finanziario. Bobby è interpretato da Ben Affleck.

Degno di nota, non potrebbe essere altrimenti, Bastardi senza gloria. “Unglorious Basterds” è l’ultima fatica di Quentin Tarantino prima di “Django Unchained”, da oggi al cinema. Un film che torna nella Germania nazista (e nella Francia sottomessa), trattando l’argomento con una sottile (neanche più di tanto) ironia mista ad un senso della realtà che travisa soltanto al termine della pellicola. E poi, come non menzionare il cast? Christopher Waltz e Brad Pitt sono le punte di diamante di un capolavoro. Continua, sempre per restare in tema, la rassegna dedicata da Iris al regista di Knoxville. In prima visione ci sarà Kill Bill 2, mentre poi sarà la volta dei secondi 4 tra gli otto film che hanno ispirato Quentin Tarantino, in quella che è la seconda notte pulp.

Tutti i film in tv questa sera

The Company Men (Rai 3, 21.05)

Alive – Sopravvissuti (Rai 4, 21.13)

Sotto corte marziale (Rai Movie, 21.15)

Bastardi senza gloria (Italia 1, 21.10)

Kill Bill – Volume 2 (Iris, 21.04)

Ho voglia di te (La 5, 21.10)

Blade II (Cielo, 21.10)

Motel Woodstock (La 7 D, 21.10)

2 Single a nozze – Wedding crashers (Mtv, 21.10)

La donna del treno (Class Tv, 21.10)

Mad Max – Oltre la sfera del tuono (7 Gold, 21.10)

Aspettando Django, i film di Tarantino da rivedere

Se parlassimo di calcio a un profano, costui nonostante non segua questo sport nominerebbe Roberto Baggio o Diego Armando Maradona.

Questa premessa ci serve per introdurre un discorso: Quentin Tarantino è uno dei registi più apprezzati da critica e pubblico di tutto il mondo.

Uno di quelli che difficilmente passano inosservati e che anche coloro che non sono cinefili per eccellenza conoscono.

Se parlassimo loro di settima arte, con ogni probabilità nominerebbero Tarantino. Al più, ci direbbero di aver sentito parlare di pietre miliari del cinema quali “Pulp Fiction” o “Le Iene”.

Il 17 gennaio uscirà al cinema il suo nuovo film, Django Unchained. Il punto è che, più volte, Tarantino ha ribadito di voler smettere dopo la sua decima pellicola. Dieci, proprio come Baggio e Maradona. Un numero perfetto per i fantasisti e, senza dubbio, Quentin è un fantasista del cinema.

Vale la pena riepilogare le pellicole uscite prima di Django. In questa sede riepiloghiamo quelle per le quali Tarantino ha firmato la Regia:

Le iene (attore, regia e sceneggiatura) – 1992

Pulp Fiction (regia) – 1994

Four Rooms (attore, regia) – 1995

Jackie Brown (regia) – 1997

Kill Bill volume 1 (regia, sceneggiatura) – 2003

Kill Bill volume 2 (regia, sceneggiatura) – 2004

Grindhouse (regia) – 2007

Bastardi senza gloria (regia, sceneggiatura) – 2009

Stando a questo conteggio, escludendo cioè volontariamente i set in cui non si è trovato direttamente dietro la macchina da presa, Django Unchained sarebbe la nona fatica di Tarantino. Per il momento, aspettiamo di goderne.

 

 

 

 

DVD & Blu-ray Awards 2010, premiati Bastardi senza Gloria e Baaria

Nella serata di ieri presso la Casa del Cinema di Roma sono stati consegnati i premi dell’evento Italian DVD & Blu-ray Awards 2010 organizzato in collaborazione con Univideo e Regione Lazio, premi assegnati in base alle nomination espresse da circa quattrocento giornalisti specializzati e operatori del settore. Dai risultati di queste nomination la giuria, presieduta come lo scorso anno dal regista Giovanni Veronesi e coordinata dal direttore artistico Marco Spagnoli, sceglie i migliori titoli in assoluto.

Tra i premiati nelle quattordici categorie segnaliamo come DVD dell’anno Bastardi senza gloria di Tarantino mentre tra i Blu-ray svetta il blockbuster Avatar, per gli italiani invece si affermano Baaria di Tornatore in DVD e Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo come miglior Blu-ray italiano.

Prima di lasciarvi alla lista completa dei premiati che troverete subito dopo il salto vi segnaliamo che durante il pomeriggio che ha preceduto la premiazione, la Univideo ha rilasciato i dati annuali di vendita del settore home-video che con un fatturato di 590 milioni di euro mette in luce un trend in negativo per quanto riguarda noleggio ed edicola, mentre la vendita subisce solo una leggera flessione (-2,6%) in gran parte contenuta dalle vendite in esclation del Blu-ray che si attestano sul 15% del totale edicola esclusa e grazie a titoli di punta come Avatar contrastatano l’imporsi dell’offerta on-line e l’onnipresente problema della pirateria.

Festival di Berlino 2011 venerdì 19 febbraio: ultime proiezioni e in serata premiazione

Penultima giornata di proiezioni al Festival di Berlino 2011, in serata ci sarà la cerimonia di premiazione ed oggi per le pellicole in concorso bissano The forgiveness of blood dell’americano Joshua Marston (Maria full of grace) che ricordiamo co-prodotto dall’italiana Fandango e il tedesco If not us, who di Andres Veiel, mentre fuori concorso ancora una proiezione per Unknown-Senza identità, thriller ambientato dallo spagnolo Jaume Collet-Serra proprio in quel di Berlino e che vede protagonista il veterano Liam Neeson.

A poche ore dalla premiazione è tempo di bilanci e oltre ai candidati all’ambito Orso d’oro al miglior film,  tra i favoriti l’iraniano Asghar Farhadi con la sua intensa esplorazione di un conflitto di coppia in Nader And Simin, A Separation che ha entusiasmato la platea berlinese, non si possono dimenticare le incursioni in un atipico 3D d’autore dei veterani Herzog e Wenders, quest’ultimo con il documentario fuori concorso Pina ha ricevuta una commossa ovazione alla sua prima proiezione e naturalmente un’altra pellicola squisitamente d’autore e applauditissima alla rassegna berlinese, l’anomalo remake Il Grinta che grazie ai fratelli Coen, tanto snob quanto geniali, torna alle origini ripescando la sua suggestiva matrice letteraria e mostrando ancora una volta quanto il western sia tutt’altro che morto e sepolto.

The Green Hornet, immagini dell’action con Seth Rogen

Oggi proponiamo alcune immagini del nuovo action di Michael Gondry The Green Hornet, pellicola in 3D ispirata al Calabrone verde, eroe mascherato ideato negli anni ’30 per un programma radiofonico per poi anticipare il periodo d’oro supereroistico in una serie di albi a fumetti e transitare infine a fine anni ’60 in una serie tv di grande successo che ha visto tra gli interpreti nientemeno che Bruce Lee.

La storia racconta la doppia vita di Britt Reid (Seth Rogen), erede di un impero dell’editoria che si occupa del patrimonio ereditato dal padre mentre segretamente indossa una maschera e supportato dall’esperto di arti marziali Kato (Jay Chou), si improvvisa sentinella della città contrastando il crimine.

Dopo il salto trovate una galleria fotografica con una serie di immagini tratte dal film che vedono ritratti Seth Rogen, Jay Chou e Christoph Waltz, l’attore austriaco premio Oscar per Bastardi senza gloria interpreta il gangster Benjamin Chudnofsky.

The next three days, immagini del thriller con Russell Crowe

Quest’oggi vi proponiamo una serie di nuove immagini del thriller The next three days di Paul Haggis che vede protagonista Russell Crowe insieme ad Elizabeth Banks, Brian Dennehy, Liam Neeson e Olivia Wilde.

Il regista premio Oscar per Crash-Contatto fisico ripropone una versione made in Hollywood del film francese di Fred Cavayè Pour Elle (Anything for her) interpretato nel 2007 da Diane Kruger (Bastardi senza gloria) e Vincent Lindon (Welcome).

La trama ci racconta di un marito tanto disperato quanto determinato a trovare le prove che scagionino la moglie accusata di omicidio. Dopo il salto troverete le immagini, uscita italiana prevista per il 4 febbraio 2011.

Sally Menke: è morta la montatrice di Tarantino

Sally Menke, montatrice dei film di Quentin Tarantino, è stata trovata morta a Los Angeles. Aveva cinquantasei anni.

La donna, che aveva portato a spasso il proprio cane a Griffith Park, è stata trovata senza vita nel parco accanto al cane: le cause della morte non sono del tutto chiare (forse il caldo torrido), ma si esclude che sia stata vittima di un crimine.

The three musketeers 3D: foto di Orlando Bloom sul set

Torniamo a parlare del nuovo adattamento della famosa novella di Alexandre Dumas I tre Moschettieri, oltre venti trasposizioni su grande schermo senza contare un adattamento tv anni ’60, una recente versione animata targata Disney e il funambolico adattamento action D’Artagnan di Peter Hyams.

The three musketeers 3D sarà diretto dallo specialista in cinegame Paul WS Anderson che torna al formato 3D dopo il successo del recente Resident evil: Afterlife, nel cast Orlando Bloom che esplora il cappa e spada dopo l’avventuroso franchise de I pirati dei Caraibi, la compagna del regista Milla Jovovich che abbandonata la mise da survival-horror della sua Alice diventerà Milady de Winter e un villain di lusso, l’attore premio Oscar per Bastardi senza gloria Christoph Waltz, che vestirà i panni del Cardinale Richelieu.

Dopo il salto ricchissima galleria fotografica con immagini dei set tedeschi della pellicola locati nella sontuosa residenza di Wurzburg, dove oltre a Bloom è ritratto anche Christoph Waltz in abito talare.

Saturn Awards 2010, i vincitori: dominio Avatar

Avatar

Ai trentaseiesimi Saturn Awards, premi assegnati dai membri dell’Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror films alle migliori opere di fantascienza, fantasy e horror, c’è stato un solo vincitore o quasi, Avatar: il film di James Cameron si è portato a casa dieci riconoscimenti lasciando agli altri le briciole.

In questo caso parlare di un solo vincitore non è eresia, dato che Avatar si è aggiudicato quattro dei cinque premi riservati agli attori, oltre ai due principali, miglior film di fantascienza e miglior regia, e quattro secondari, che poi tanto secondari in questo ambito non sono, ovvero quelli per la miglior sceneggiatura, le migliore musiche, il miglior design e i migliori effetti speciali.

Per la cronaca: Watchmen, unico a ricevere due premi, è il miglior film fantasy, Drag Me To Hell è il miglior Horror, Bastardi senza gloria è il miglior thriller, mentre Mostri contro alieni è il miglior film d’animazione. Tornano a casa con una statuina anche District 9, Star Trek e Amabili resti.

Di seguito trovate la lista completa dei vincitori delle categorie cinematografiche. Per conoscere i risultati delle categorie seriali vi invito a visitare Serietivu (o potete CLICCARE QUI).

Quentin Tarantino regista di un nuovo Dracula?

quentin_tarantino (500 x 334)

Ancora una serie di rumors e ancora un bel pò di illazioni sul possibile nuovo progetto di Quentin Tarantino dopo il suo Bastardi senza gloria, e tanto per rimanere in tema sul piatto torna ancora una nuova versione del Dracula di Bram Stoker, progetto recentemente smentito da Dario Argento dopo una ridda di voci incontrollate.

L’indiscrezione odierna proviene dal sito austriaco Austrian Independent e non è confermata dal regista, sembra che Tarantino abbia prenotato un soggiorno per quattro notti in un albergo di Vienna, soggiorno che servirebbe al regista per alcuni sopralluoghi presso il castello di Kreuzenstein e zone limitrofe per un eventuale nuovo progetto cinematografico. E’ da questa visita con sopralluoghi in Austria che nasce sulla stampa locale la voce di un fantomatico progetto Dracula.

IOMA 2010 i vincitori: Bastardi senza gloria batte Avatar, Shutter Island e UP

Bastardi senza gloria

Sono stati annunciati ieri i vincitori degli IOMA 2010, gli Online Movie Awards, premi cinematografici assegnati dal pubblico del web.

A trionfare è stato Bastardi senza gloria che si è portato a casa cinque premi, tra cui quello per il Miglior film e quello per il miglior regista con Quentin Tarantino. Alle sue spalle Shutter Island, Up e Avatar con due riconoscimenti a testa.  La prima cosa bella, sconfitto ai David di Donatello, è stato premiato come miglio film italiano.

Di seguito trovate tutti i vincitori:

IOMA 2010: tutti i nominati

IOMA 2010

Sono stati annunciati i nominati all’ottava edizione degli IOMA, gli Italian Online Movie Awards, premio cinematografico italiano assegnato su internet ai migliori film della stagione.

A guidare la speciale classifica delle candidature c’è Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino, che ha ottenuto dieci nomination, battendo Shutter Island di Martins Scorsese, fermo a quota sette. A seguire Avatar con sei candidature, Gran Torino e Il profeta con cinque. Per il miglior film italiano sono in corsa Baaria, La doppia ora, La prima cosa bella, Mine vaganti e Vincere.

Dopo il salto potete leggere la lista completa dei film:

David di Donatello 2010, tutti i nominati: 18 per Virzì, 16 per Diritti

David di Donatello

Sono state annunciate oggi le candidature ai David di Donatello 2009-2010, i più importanti premi cinematografici italiani che verranno assegnati il 7 maggio prossimo all’auditorium della Conciliazione di Roma.

La gara per le candidature, per quel che può valere, è stata vinta da La prima cosa bella di Paolo Virzì, che ne ha ottenuto ben 18, facendo meglio de L’uomo che verrà di Giorgio diritti (16) e dei favoriti Vincere di Marco Bellocchio (15), Baaria di Giuseppe Tornatore (14) e Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek (13).

Tra i nominati meno attesi si segnalano Checco Zalone per Angela, la canzone Cado dalle nubi e la piccola Greta Zuccheri Molinari per L’uomo che verrà. Dopo il salto potete leggere la lista completa delle nominatin.