Box Office 15-17 aprile 2011: Rio primo in Italia e negli USA

Questa settimana c’è un solo vincitore più o meno in tutto il mondo: Rio. Il film d’animazione della 20° Century Fox è subito in testa in Italia con 1.674.289 euro in Italia, 40 milioni di dollari negli USA, 1.818.958 euro in Germania, 1.529.286 in Spagna, 1.515.853 sterline in Gran Bretagna.

La situazione italiana. Rio, anche favorito dal numero di copie distribuite, 626, ha battuto la concorrenza delle altre tre uscite importanti della settimana. Va detto, per dovere di cronaca, che la media, 2.675€ è la terza, nonostante il sovrapprezzo del 3D. Alle spalle del film d’animazione si collocano: Habemus Papam, secondo con 1,298 milioni di euro (2.905€ di media e inferiore ai 2 milioni de Il caimano), Limitless, terzo con 943mila euro (grazie alla miglior media settimanale, 3.790€), The Next Three Days, quarto con 608mila euro (2 milioni totali) e Scream 4, quinto con 534mila euro (2.429€ di media). Altro: il pubblico non premia Se sei così ti dico sì, solo settimo con 261mila euro (836€ di media, ultima della top ten); Faster incassa 115mila euro.

La situazione americana. Rio stravince grazie ai 40 milioni di dollari incassati e l’ottima media di 10.455$. Il film d’animazione precede Scream 4, secondo con 19,27 milioni di dollari (18 milioni incassati nel resto del mondo), Hop, terzo con 11,16 milioni di dollari (82,6 milioni totali a cui vanno aggiunti i 30 milioni del resto del mondo), Soul Surfer, quarto con 7,4 milioni di dollari (19,99 milioni totali) e Hanna, quinto con 7,32 milioni di dollari (23,32 milioni totali). Altro: The Conspirator, nonostante le sole 707 sale, esordisce in nona posizione con 3,92 milioni di dollari (terza media della settimana con 5.550$); Arturo, sesto con 6,94 milioni di dollari (22,34 milioni totali) è ufficialmente un flop , Insidious, settimo con 6,85 milioni di dollari (35,98 milioni totali) è ufficialmente un’ottima trovata visto che è costato solo 1 milione di dollari e poco più.

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Box Office 8-10 aprile 2011: The Next Three Days primo in Italia, Hop ancora in testa negli USA

La situazione italiana. L’estate è arrivata in anticipo e, nonostante l’emorragia sia calata rispetto a sette giorni fa, i botteghini continuano a piangere (le media dei primi dieci film vanno da 578€ ai 2.115€, risultati non certo eccezionali). A vincere la sfida del box office italiano questa settimana è nettamente The Next Three Days con 991mila euro (miglior media per sala). Sul podio salgono altre due novità, C’è chi dice no, secondo con 549mila euro, e Drive Angry 3D, terzo con 381mila euro. Il leader di settimana scorsa Nessuno mi può giudicare scende in quarta posizione con 376mila euro (7,15 milioni totali) e precede Mia moglie per finta, quinto con 298mila euro (1 milione totale). Gli altri: Lo stravagante mondo di Greenberg incassa 66mila euro, Goodbye Mama 65mila, Offside 21mila euro, A Sud di New York 13mila euro, Fughe e approdi 2milasecento euro; bene Rasputin che, distribuito in sole due sale, ha ottenuto oltre novemilaseicento euro.

La situazione americana. Per la seconda settimana consecutiva Hop conquista la vetta dei box office a stelle e strisce con 21,69 milioni di dollari (6mila dollari di media, 68,15 milioni di dollari totali). A seguire quattro novità intervallate al quinto posto da Insidious (9,74 milioni di dollari questo weekend e 27 milioni totali): la seconda posizione è conquistata da Arturo che, nonostante sia al di sotto delle aspettative raggranella 12,6 milioni di dollari; bene Hanna in terza posizione con 12,32 milioni (e media superiore ai 4.800$); la quarta piazza è occupata da Soul Surfer che incassa 11,1 milioni di dollari grazie alla seconda media per sala (5.014$); Your Highness è sesto con 9,52 milioni di dollari.

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Dal 08 aprile al cinema: C’è chi dice no, Drive Angry 3D, Fughe e approdi, Goodbye Mama, Ju tarramutu, The Next Three Days, Offside, Rasputin, Lo stravagante mondo di Greenberg, A Sud di New York

Questa settimana il cinema viene invaso da novità, ben dieci. A contendersi la vittoria al box office dovrebbero essere la commedia italiana C’è chi dice no e il thriller The Next Three Days, se non altro per il numero di copie distribuite (318 il primo, 485 il secondo). Il terzo incomodo potrebbe essere l’action movie con Nicolas Cage Drive Angry.

Tra gli altri film si segnalano ben due documentari italiani, Ju tarramutu e Fughe e approdi, la commedia con Ben Stiller Lo stravagante mondo di Greenberg, il thriller Rasputin, il giovanlistico A sud di New York, il tanto chiacchierato Goodbye Mama di Michelle Bonev e l’iraninaon Offside.

Dopo il salto, come di consueto trovate le sinossi, i cast, i poster e i link alle recensioni dei nuovi film che troverete in sala da oggi.

The Next Three Days, trailer italiano

L’8 aprile uscirà nelle nostre sale The Next Three Days, il thriller diretto da Paul Haggis, con Russell Crowe, Elizabeth Banks, Ty Simpkins, Olivia Wilde, Brian Dennehy, Jonathan Tucker, RZA, Liam Neeson, Moran Atias, Lennie James, Sean Huze, Jason Beghe, Nazanin Boniadi, Tyrone Giordano, Michael Buie, Helen Carey, Daniel Stern, Aisha Hinds. Oggi vi proponiamo il trailer italiano.
La sinossi. La vita di John Brennan (Russell Crowe) sembra perfetta fino a quando sua moglie, Lara (Elizabeth Banks), viene arrestata e condannata per un omicidio che sostiene di non aver commesso. A tre anni dalla condanna, John continua a battersi per tenere unita la famiglia, a crescere il loro unico figlio, Luke (Ty Simpkins) e a svolgere il suo lavoro di insegnante in un college pubblico, tentando sempre di dimostrare l’innocenza della moglie con ogni mezzo a disposizione. Quando la Corte Suprema respinge il loro ultimo appello, Lara tenta il suicidio e John decide che è rimasta solamente una soluzione possibile: organizzare l’evasione della moglie dalla prigione. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA.

The next three days, recensione in anteprima

Lara Brennan (Elizabeth Banks) all’indomani di una lite con una collega d’ufficio si ritrova in manette accusata di averla aggredita ed uccisa in un parcheggio colpendola con un estintore, nonostante la donna si professi innocente prove e circostanze inconfutabili la inchiodano con tanto di impronte digitali sull’arma del delitto.

L’unico che ancora sembra credere nella sua innocenza è il marito John (Russell Crowe) insegnante in un college, che mentre la moglie detenuta perde la speranza appello dopo appello, si occupa del loro figlioletto Luke che malsopporta l’assenza della donna e le centellinate visite in prigione a cui reagisce con un certo distacco, accentuando così le pene della madre.

Trascorsi tre anni e dopo l’ennesimo appello perduto, John prende il coraggio a due mani e decide di pianificare l’evasione della moglie, un piano tanto folle quanto ardito che inizia con una consulenza da parte di un mago delle evasioni ormai in pensione che in cambio di qualche dollaro istruisce Brennan su quello che si dovrà aspettare, sui molti rischi e sulle bassissime probabilità di riuscita, oltre che accennargli al fatto di finire in prigione a vita, se non si viene ammazzati prima.

Box Office 17-21 novembre 2010: Harry Potter e i doni della morte Parte I primo in tutto il mondo

Questa settimana i box office di tutto il mondo sono stati cannibalizzati da Harry Potter e i doni della morte – Parte I, il penultimo film dedicato al mago, ai suoi amici e ai suoi nemici, che tanto piace ai babbani. Ad oggi il film, uscito in 92 nazioni, compresi l’Italia e gli USA, ha incassato 330 milioni di dollari (205 escludendo gli States) di cui 16,6 milioni dalle sale IMAX (nuovo record).

La situazione americana. Il settimo film di Harry Potter detronizza la concorrenza incassando 125 milioni di dollari (quasi 50 in più del sesto capitolo; oltre 30mila dollari di media per sala; miglior esordio della saga; possibile miglior incasso dell’anno in USA, anche se bisognerà vedere la tenuta). Alle sue spalle si accodano Megamind, secondo con 16,1 milioni di dollari (109,4 totali), Unstoppable – Fuori controllo, terzo con 13,1 milioni di dollari (41,9 milioni totali), Parto col folle, quarto con 9,1 milioni di dollari (72,6 milioni totali) e The Next Three Days, deludente quinto, all’esordio, con 6,7 milioni di dollari.

La situazione italiana. Harry Potter 7 racimola ben 7,4 milioni (ma potrebbero essere pure di più, tanto da arrivare ad essere il terzo miglior esordio di sempre) grazie alle 836 sale e alla altissima media di 8.915 € a sala. Benissimo in seconda posizione Saw 3D con 1,97 milioni di euro (2,47 contando il mercoledì e il giovedì), grazie ad una media per sala elevata (7.175 €, anche grazie al sovraprezzo per il 3D). Dietro tengono in qualche modo Maschi contro femmine, terzo con 855mila euro (12,53 milioni totali), The Social Network, quarto con 573mila euro (1,7 milioni totali) e Benvenuti al sud, quinto con 549mila euro (28,5 milioni totali e secondo miglior incasso italiano di sempre). Le altre novità: Un marito di troppo si piazza soddisfacentemente in sesta posizione con 505mila euro. Male gli altri: Scott Pilgrim vs. The World è quindicesimo con 136mila euro, I fiori di Kirkuk è diciassettesimo con 87mila euro, Dalla vita in poi è diciannovesimo con 70mila euro. Fuori dai primi venti L’estate di Martino con 21mila euro (ma con 3.600 euro di media per sala), Io sono con te con 19mila euro e Illegal con 11mila euro.

Andiamo a riassumere i primi cinque posti della classifica settimanale italiana e di quella americana.

The Next Three Days: nuove immagini, red carpet e video della premiere

Dopo la premiere londinese di Harry Potter e i doni della morte Parte I ecco un’altra premiere stavolta in quel di Hollywood per il thriller The next three days, il regista Paul Haggis premio Oscar per Crash-contatto fisico mette in scena un remake del film francese Pour Elle aka Anything for her di Fred Cavayé, che tra l’altro proprio questo mese viene edito in DVD dalla 01 Distribution.

Dopo il salto troverete una galleria fotografica con nuove sequenze del film che ritraggono i due protagonisti Russell Crowe ed Elizabeth Banks, foto del red carpet  del film con Olivia Wilde, Liam Neeson e Paul Haggis e a seguire un video con immagini della premiere. (foto Filmofilia/Zimbio)

The next three days, immagini del thriller con Russell Crowe

Quest’oggi vi proponiamo una serie di nuove immagini del thriller The next three days di Paul Haggis che vede protagonista Russell Crowe insieme ad Elizabeth Banks, Brian Dennehy, Liam Neeson e Olivia Wilde.

Il regista premio Oscar per Crash-Contatto fisico ripropone una versione made in Hollywood del film francese di Fred Cavayè Pour Elle (Anything for her) interpretato nel 2007 da Diane Kruger (Bastardi senza gloria) e Vincent Lindon (Welcome).

La trama ci racconta di un marito tanto disperato quanto determinato a trovare le prove che scagionino la moglie accusata di omicidio. Dopo il salto troverete le immagini, uscita italiana prevista per il 4 febbraio 2011.

The next three days, secondo trailer

E’ stato rilasciato il secondo trailer di The Next Three Days, il thriller di Paul Haggis, con Russell Crowe, Elizabeth Banks, Ty Simpkins, Olivia Wilde, Brian Dennehy, Jonathan Tucker, RZA, Liam Neeson, Moran Atias, Lennie James, Sean Huze, Jason Beghe, Nazanin Boniadi, Tyrone Giordano, Michael Buie.

Il film, che arriverà nelle nostre sale il 4 febbraio del 2011, racconta la storia di una normalissima coppia che si trova in una situazione incredibile: lei viene arrestata accusata di omicidio e lui deve trovare le prove necessarie per farla scagionare.

The next three days, prima clip

Il 26 novembre uscirà negli States The Next Three days, il remake americano del thriller francese Pour Elite, diretto da Paul Haggis, con Russell Crowe e Liam Neason.

Qua sopra potete vedere la prima clip officiale del film che racconta di John Brennan, uomo che decide di lottare per tenere insieme la sua famiglia e dimostrare l’innocenza della moglie, accusata per un omicidio che lei giura di non aver commesso. Quando le cose si mettono male l’uomo decide di far evadere la compagna di prigione.

The Next Three Days, trailer

E’ stato rilasciato il primo trailer di The Next Three Days, il thriller diretto da Paul Haggis, con Russell Crowe, Elizabeth Banks e Liam Neeson, che uscirà il 19 novembre negli States.

Il film, remake del francese Pour Elle del 2008, racconta la storia di John Brennan, un uomo che, dopo aver visto la moglie finire in prigione per un crimine che non ha commesso, prova in tutti i modi a farla uscire dal carcere, prima appellandosi, poi, anche se inesperto, escogitando un piano per farla evadere.

Medusa: presentato listino 2010-11. 15 titoli italiani e 13 stranieri

Medusa Film

Medusa ha presentato alla stampa il proprio listino composto da 28 titoli, 15 italiani e 13 stranieri, per la stagione 2010-11. La società ha investito 90 milioni di cui 70 destinati al cinema italiani e 20 al cinema internazionale. A questi si aggiungono venti milioni per la promozione e la pubblicità.

Tra i film, commedie italiane e internazionali, film drammatici, fantasy, cinepanettoni, remake e due opere in 3D, mancano le opere prime e dopo due anni viene mandato in soffitta il cinecocomero perché non ha reso come avrebbe dovuto.

Dopo il salto potete leggere la lista completa dei film che Medusa proporrà nel 2010-211:

Uma Thurman, Leonardo DiCaprio, Jessica Alba, Olivia Wilde, Friends: novità

The Beaver Mel Gibson

Buon pomeriggio,
diamo un veloce sguardo a tutte le novità che arrivano da Hollywood, riguardanti i film che vedremo prossimamente al cinema.

ATTORI
Uma Thurman sarà la protagonista di Cerimony, la commedia diretta dall’esordiente Max Winkler, che narra di un giovane ragazzo che perde la testa per una donna più matura che sta per convolare a nozze.

John C. Reilly parteciperà a Cedar Rapids, la commedia on the road della Fox, diretta da Miguel Arteta, che racconta la storia di un uomo di campagna che dovrà confrontarsi con la grande città, perché costretto a rappresentare ad una convention l’azienda per cui lavora.