Quartet, tutto pronto per l’esordio alla regia di Dustin Hoffman: una nuova clip in italiano

Lui è uno che non ha bisogno di presentazioni. Dustin Hoffman è l’uomo de “Il Laureato”, di “Tutti gli uomini del presidente”. Un “Maratoneta” che diventa “Uomo da marciapiede“, ma che nella vita ha sempre corso per arrivare più avanti di tutti, nonostante il suo fisico esile e la sua statura. Lui è l’uomo di “Kramer contro Kramer” e “L’uomo della pioggia”, film che gli sono valsi due Premi Oscar.

Ora, Dustin Hoffman, torna a far parlare di sé per intraprendere un’altra sfida: quella dietro la macchina da presa. Quando ti chiami Dustin Hoffman e sei uno dei tre mostri sacri del cinema americano, ‘responsabilità’ che condividi con Robert De Niro e Al Pacino, non puoi fermarti mai.

Così, eccoci qui a parlare di “Quartet”, esordio alla regia del settantacinquenne attore di Los Angeles.

Quartet racconta le vite di alcuni musicisti e cantanti lirici in pensione. Costoro sono locati a Beecham House, residenza, situata in un incantevole angolo nel cuore della campagna inglese. Dopo aver dedicato una vita alla musica trascorrono la vecchiaia nella pace dei sensi e nel verde.

Come spesso accade, gli ospiti della casa di riposo trascorrono il loro tempo impegnandosi il più possibile nell’esercizio della loro più grande passione. Nel caso dei ‘Nostri’, non può essere che la musica.

L’atmosfera del luogo è allegra, anche perché si è sparsa la voce che la residenza per musicisti e cantanti lirici in pensione accoglierà quanto prima una nuova ospite che, a quanto si dice, è una Star famosa. Per Reginald Paget (Tom Courtenay), Wilfred Bond (Billy Connolly) e Cecily Robson (Pauline Collins) cambierà tutto.

La nuova arrivata nell’ospizio è una figura che conoscono bene. Benissimo anzi. Si tratta di una loro compagna di vita e di carriera, ovvero l’ex componente del loro quartetto di canto, Jean Horton (Maggie Smith).

Clip: Un’idea meravigliosa

Jean aveva deciso di intraprendere una brillante carriera come solista, procurando parecchie invidie che sono terminate con il rompersi della loro amicizia e del suo matrimonio con Reggie, che reagisce molto male alla notizia del suo arrivo.

La speranza è che il passare del tempo sia stata la giusta cura (quella naturale) per lenire le dolorose ferite.

Anche perché il quartetto dovrù colmare le proprie divergenze prima del concerto di gala di Beecham House?

Ci riusciranno? Lo sapremo soltanto il prossimo 24 gennaio 2013, giorno in cui Quartet, il primo film da regista per Dustin Hoffman, arriverà nelle sale cinematografiche italiane.

Quartet, trailer italiano e poster del film di Dustin Hoffman

Il prossimo 24 gennaio, distribuito da Bim, uscirà nei cinema italiani Quartet esordio alla regia dell’attore Dustin Hoffman e trasposizione cinematografica di una pièce teatrale di Ronald Harwood, Il cast include Tom Courtenay, Billy Connolly, Pauline Collins, Maggie Smith e Michael Gambon. Dopo il salto trovate il trailer italiano del film.

Dustin Hoffman regista per Quartet

Collider ci informa che l’attore premio Oscar Dustin Hoffman ha dato il via al suo debutto alla regia con l’adattamento di un’opera teatrale dal titolo Quartet. Il film sarà incentrato su un quartetto di celeberrimi cantanti d’opera inglesi che porteranno scompiglio  in una casa di riposo per artisti in pensione, che ogni anno organizza un concerto per reperire fondi.

Dai Goonies ai Pirati dei Caraibi: 10 pirati al cinema

Mercoledì scorso è approdato nelle sale italiane in formato 3D, dopo aver transitato fuori concorso al Festival di Cannes 2011, il sequel Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare, quarto capitolo della fortunata saga Disney orfano di Orlando Bloom e Kiera Knightley, ma guidato da un terzetto di pirati di notevole carisma come l’ironico e un pò fuori di testa Jack Sparrow (Johnny Depp), l’avido e redivivo Capitan Barbossa (Geoffrey Rush) e la new entry Barbanera (Ian McShane), esperto in voodoo e magia nera,

Prendendo spunto dal film di Rob Marshall e dal franchise Disney oggi vi proponiamo una classifica con dieci pirati doc selezionati tra i centinaia di film che hanno visto questi fascinosi anti-eroi protagonisti e visto che ci piace spaziare molto quando stiliamo le nostre classifiche troverete anche un paio di incursioni nell’animazione, una digressione avventurosa all’italiana e grandi classici della Hollywood che fu.

Kung Fu Panda 2 nuove immagini; Lanterna Verde, Conan, Ironclad, Cobra The Space Pirate: poster

Ieri il Festival di Cannes ha ospitato Dustin Hoffman, Angelina Jolie e Jack Black in occasione della presentazione in anteprima del sequel targato Dreamworks Kung Fu Panda 2, previsto nelle sale italiane per il 26 agosto.

Con l’occasione dopo il salto vi proponiamo un set di nuove immagini tratte dalla pellicola e alcuni scatti promozionali che ritraggono Angelina Jolie che presta la voce a Tigre e la regista Jennifer Yuh che posa con l’intero cast di spassosi lottatori.

A seguire sempre dopo il salto trovate anche cinque nuovi poster freschi di rilascio, due dedicati al cinecomic Lanterna Verde e altri tre al reboot Conan, all’action a sfondo storico Ironclad e a Cobra: The Space Pirate, trasposizione live-action ad opera di Alexander Aja del manga di Buichi Terasawa.

Cannes 2011 Venerdì 13: Dopo Kung Fu Panda 2, l’Habemus Papam di Moretti

Terza giornata per il Festival di Cannes 2011, ieri conferenza stampa per Kung Fu Panda 2, il cartoon Dreamworks presentato in anteprima al festival ha visto transitare sulla croisette per la gioia di fan e fotografi Angelina Jolie, Dustin Hoffman e Jack Black che prestano la voce rispettivamente a Tigre, Shifu e Po.

Presente anche la regista Jennifer Yuh, che in conferenza stampa ha parlato della difficoltà di metter mano ad un personaggio così amato e del supporto fornito dal regista Guillermo Del Toro, che grazie al recente accordo con la Dreamworks ha supervisionato l’intero progetto:

Cannes 2011, Gus Van Sant e Pirati dei Caraibi 4

Oggi verrà rilasciato il programma ufficiale della sessantaquattresima edizione del Festival di Cannes che si terrà dall’11 all 22 maggio e già filtrano alcuni titoli di pellicole che faranno la felicità di cinefili, ma anche di fan e cacciatori di autografi che attendono con ansia l’affollato red carpet della rassegna.

Iniziamo con la conferma che ad inaugurare la sezione Un Certain Regard, la cui giuria ricordiamo sarà presieduta dal regista Emir Kusturica sarà Restless, pellicola con protagonista la Mia Wasikowska di Alice in Wonderland che vede il ritorno a Cannes del regista Gus Van Sant sotto l’egida produttiva del regista Ron Howard e di sua figlia l’attrice Bryce Dallas Howard. Van Sant torna sulla Croisette dopo la Palma d’oro per Elephant nel 2003 e il premio speciale nel 2007 per Paranoid Park.

Oscar 2011, gli snobbati dall’Academy

Ieri dopo una lunga lista di papabili e il consueto toto-candidature pre-cerimonia sono state rilasciate tutte le nomination ufficiali agli Oscar 2011, che seguono come consuetudine gran parte del percorso intrapreso dai precedenti Golden Globe con qualche interessante variazione sul tema per quanto riguarda la categoria Miglior film, che oltre a raggiungere quota dieci nomination recupera l’imperdonabile mancata candidatura ai Globe dell’indipendente Winter’s bone e regala al sorprendente Toy Story 3-La grande fuga la doppia nomination come miglior film e miglior cartoon.

Vediamo ora nelle categorie principali chi resta fuori in toto o in parte dalla corsa alla prestigiosa statuetta, iniziamo con Inception che nonostante le 8 candidature, anche in questo caso come ai Golden Globe non svetta per nomination battuto da Il discorso del re con 12 candidature e affiancato a The Social Network con 8, ma il problema è che anche stavolta Leonardo DiCaprio bissa la delusione dei Golden Globe venendo praticamente ignorato dall’Academy nella corsa come miglior attore protagonista, ricordiamo che l’ultima nomination dell’attore risale al 2007 per Blood Diamond, ma stavolta è in buona compagnia perchè anche Nolan non rientra nella cinquina dei registi dell’anno, delusione in parte lenita per lui dalla nomination per la miglior sceneggiatura originale, ricordiamo che Inception è il primo film scritto da Nolan in solitaria.

Vi presento i nostri, recensione in anteprima

A quanto sembra dopo innumerevoli e frustranti tentativi pare che Greg Fotter (Ben Stiller) sia ormai pronto ad entrare nelle grazie dello scorbutico e diffidente suocero Jack Byrnes (Robert De Niro), che sentendo ormai sulle spalle l’inesorabile scorrere del tempo decide, con tutti i dubbi del caso, di provare ad affidare al genero la famiglia affinchè sia lui ad occuparsene una volta che la vecchiaia avrà fatto il suo inevitabile corso.

Se questa imminente promozione a capofamiglia porebbe essere una grande notizia per Greg che dopo il matrimonio con Pam (Teri Polo) si appresta a festeggiare i cinque anni dei suoi due gemellini, in realtà diventerà l’ennesimo complicatissimo test di affidabilità ordito dal suocero, che non sembra proprio in grado di metabolizzare il genero pasticcione che anche in quet’occasione collezionerà una serie di figuracce a cui si aggiungerà un tragicomico equivoco che lo vede presunto amante di una attraente rappresentante farmaceutica.

Così Greg si ritroverà con tutti i problemi affrontati nella sua prima visita da incubo in casa dell’esigentissimo suocero, che anche stavolta fraintesa una seconda occupazione del genero bisognoso di un’entrata supplementare, finirà per trasformare il compleanno dei gemellini in una riunione di famiglia da incubo dove a farne le spese sarà tanto per cambiare il povero Greg, ancora una volta incapace di dimostrarsi all’altezza della gloriosa stirpe dei Byrnes.

La versione di Barney, recensione in anteprima

Il cinico produttore di soap Barney Panofsky (Paul Giamatti) si trova suo malgrado a doversi difendere dal suo nemico di sempre che ha appena pubblicato un libro in cui in alcuni capitoli svela dei passaggi piottosto compromettenti della sua vita, costringendolo a farsi avanti e a cimentarsi con una lunga e sentita confessione che attraversa quarant’anni di vissuto e tre matrimoni tutti a termine, le cui protagoniste femminili, proprio come episodi delle sue soap di basso profilo, hanno contrassegnato altrettanti capitoli della sua rissosa vita all’insegna del politicamente scorretto.

Purtroppo la memoria ormai latitante e l’alcool inseparabile compagno di troppe fughe dalla realtà trasformano e a volte arricchiscono il racconto di Barney che partendo dal suo quartiere in quel di Montreal arrivando a transitare in quel di Parigi, dovrà anche rivangare il rapporto con il padre (Dustin Hoffman) e la dipartita dell’amico Boogie, un episodio quest’ulltimo ancora nebuloso che lo ha visto additato tra i presunti responsabili.

L’impero colpisce ancora e La febbre del sabato sera tra i titoli da preservare

Anche quest’anno l’archivio National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti ha rilasciato i 25 titoli che andranno a far parte della libreria delle opere cinematografiche da preservare raggiungendo così la ragguardevole cifra totale di 550 film conservati.

Dopo il salto potete consultare la lista integrale dei titoli selezionati tra cui spiccano L’aereo più pazzo del mondo con protagonista il compianto Leslie Nielsen, L’impero colpisce ancora seconda puntata della trilogia di Star Wars, l’horror L’esorcista, il memorabile Tutti gli uomini del presidente con l’accoppiata Robert Redford/Dustin Hoffman, il classico con Travolta La febbre del sabato sera e il cortometraggio del ’67 Labirinto elettronico: THX 1138 4EB, saggio conclusivo per il master universitario dell’allora studente in cinematografia George Lucas.

Vi presento i nostri, video e foto della premiere di New York

Oggi immagini e video della premiere newyorchese di Vi presento i nostri, secondo sequel della comedy campione d’incassi del 2000 Ti presento i miei, tornano per l’occasione l’accoppiata Ben Stiller/Robert De Niro, a cui si aggiungono Teri Polo, Dustin Hoffman, Barbra Streisand, Owen Wilson e le new entry Jessica Alba ed Harvey Keitel.

Il film sarà diretto dall’esperto Paul Weitz, per lui all’attivo un corposo curriculum-comedy con titoli come American pie ed About a Boy-Un ragazzo e ci mostrerà il povero Greg (Stiller) impegnato a tirare su due pestiferi gemellini insieme all’amata moglie Pam (Polo) e contemporaneamente dovrà tenere a bada il terribile suocero Jack (De Niro).

Dopo il salto una galleria fotografica con scatti dal red carpet e un video della premiere. Il film sarà nelle sale italiane a partire dal 14 gennaio 2011.