Oscar 2011, Miglior sceneggiatura originale: chi vincerà?

di Pietro Ferraro 3

Ancora Oscar 2011 nel programma di quest’oggi, stavolta ci occupiamo dei candidati alla miglior sceneggiatura originale, questa categoria che premia script inediti fa il paio con quella per la miglior sceneggiatura non originale che si riferisce invece a script adattati da fonti altre come opere letterarie, serie tv, fumetti o altri film.

Prima di lasciarvi alle nomination di questa edizione vi segnaliamo che la prima donna ad aver ricevuto la statuetta per questa categoria fu l’americana Muriel Box nel 1945 per lo script di Settimo velo, mentre tra gli autori a bissare nella categoria ci sono stati Woody Allen e Billy Wilder.

Dopo il salto come di consueto trovate la cinquina di nominati.

Primo candidato e nominato anche come miglior regista dell’anno Christopher Nolan per Inception che quest’anno oltre alla nomination come miglior film si è già accaparrato in patria ben nove riconoscimenti per la sua sceneggiatura tra cui un Writers Guild of America. Ricordiamo che questo è il primo lavoro di scrittura che Nolan intraprende in solitaria, di solito il regista lavora in tandem vedi in Memento e The Prestige con il fratello Jonathan e Batman Begins con David S. Goyer.

Secondo candidato sempre in pole position l’inglese David Seidler per Il discorso del re, il primo lavoro statunitense per il grande schermo dell’autore risale al 1988 con lo script di Tucker-Un uomo e il suo sogno di Francis Ford Coppola, l’autore è specializzato anche in sceneggiature per il piccolo schermo. Per Seidler e il suo script sono tre i riconoscimenti già rastrellati negli States tra cui uno ai  San Francisco Film Critics Circle Awards 2011. Il discorso del re è tra i nominati al miglior film.

Terza nomination assegnata alla coppia Lisa Cholodenko e Stuart Blumberg entrambi co-autori dello script de I ragazzi stanno bene, la regista Cholodenko già autrice dello script del suo debutto su grande schermo Laurel Canyon-Dritto in fondo al cuore ha un corposo currriculum come regista televisiva, mentre Stuart Blumberg oltre ad aver realizzato la sceneggiatura della comedy La ragazza della porta accanto vanta credits anche come attore (Fight Club) e produttore (Fratelli in erba). I ragazzi stanno bene è tra i nominati al miglior film.

Quarto candidato l’americano Scott Silver per The Fighter già in lizza quest’anno come miglior film, Silver vanta script per svariati successi da grande schermo come il biografico 8 Mile e lo spin-off X-Men le origini: Wolverine, con Silver nominati alla prestigiosa statuetta Paul Tamasy, per lui all’attivo tutta la serie Air Buddies-Cuccioli alla riscossa e l’esordiente proveniente da animazione e tv Eric Johnson. (nella foto da sinistra Paul Tamasy, Eric Johnson e Scott Silver)

Quinto ed ultimo candidato per quest’anno il regista inglese Mike Leigh per il suo Another Year, per il film di Leigh svariate nomination in giro per il mondo ed una partecipazione in concorso al Festival di Cannes 2010, per il suo script invece negli States una sola nomination sinora a parte gli Oscar, agli Washington D.C. Area Film Critics Association Awards 2011.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>