The Prestige, recensione

di Redazione 10

Londra fine ottocento, Robert Angier (Hugh Jackman) e Alfred Borden (Christian Bale), due ambiziosi e spregiudicati illusionisti imparano la difficile arte della magia ed escapologia dall’ex- mago ed ingegnere Mr. Cutter (Michael Caine).

I due sono di caratteri ed atteggiamenti diametralmente opposti, Angier è un animale da palcoscenico, incantatore di folle e amante delle sofisticazioni da avanspettacolo, mentre Borden è piu pratico, ama i meccanismi e la funzionalità dell’illusionismo, cerca la perfezione e non vuole mascherarla con trucchi e paillettes.

Dopo un incidente avvenuto durante uno dei loro spettacoli, in cui una loro assistente muore annegata in una vasca ricolma d’acqua dopo una fallito tentativo di evasione, tra i due è scontro, Angier incolperà il collega della sua imperizia durante la preparazione del numero e i due si separeranno definitivamente.

Anni dopo Barden sbarca il lunario in piccoli teatri alla ricerca del numero perfetto, mentre Angier spopola nei grandi teatri, tra i due l’iniziale rivalità si trasformerà ben presto in ossessione ed entrambi si sfideranno in un pericoloso  duello psicologico senza esclusione di trucchi.

Il regista e sceneggiatore Christopher Nolan abile autore di thriller anomali e affascinanti come Memento e Insonnia e responsabile della rinascita dark dell’uomo pipistrello gioca con il thriller e lo fa a modo suo, dandogli una decisa e suggestiva impronta gotica.

The Prestige ha la struttura classica del giallo e non si nega neanche il canonico  finale a sorpresa, è un abile e spiazzante gioco di specchi supportato da due protagonisti talentuosi e in grande forma, come l’ottimo Jackman ed il superlativo e per l’ennesima volta tormentato Christian Bale..

l’illusionismo come cardine narrativo, rivalità e ambizione quello emotivo, il resto è il continuo ricordare allo spettatore che quello a cui si sta assistendo è un gioco di prestigio, dove la realtà è quasi sempre un illusione e l’illusione aspira prepotentemente alla realtà.

The Prestige è un film sorprendente e suggestivo, ben recitato e ben diretto, senza sbavature di sorta, con una fotografia ricca di sfumature come i personaggi che gravitano intorno ai due protagonisti, tra i tanti il sempre carismatico Michael Caine e un inedito David Bowie nei panni dello scienziato Nikola Tesla.

Commenti (10)

  1. Uno dei migliori film di Nolan e il miglior film sull’illusionismo. Da vedere senz’altro e cogliere tutte le metafore e i parallelismi nascosti

  2. My spouse and i felt now more than happy that Jordan managed to conclude his reports through the ideas he gained using your web pages. It is now and again perplexing to just possibly be freely giving procedures which a number of people may have been selling. And we also understand we need the website owner to thank for this. All the explanations you have made, the simple site menu, the friendships you help engender – it’s got everything awesome, and it is helping our son in addition to us feel that the topic is awesome, which is certainly especially pressing. Many thanks for the whole lot!
    chandelier http://robotfx.ro/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>