Quel giorno tu sarai, il nuovo film prodotto da Martin Scorsese

Quel giorno tu sarai
Quel giorno tu sarai: il film

Il 27 gennaio 2022, in occasione del Giorno della Memoria, nelle sale cinematografiche italiane, sarà protagonista “Quel giorno tu sarai”, un film prodotto da Martin Scorsese. Il film rappresenta il ritorno di una diade: Kata Weber, che ha curato la sceneggiatura del film e Mundruczo Weber, a cui è stata assegnata la regia. In passato, il tipo di lavoro condotto dai Weber è stato acclamato con successo; questo film, rappresenta un ritorno, e una scelta, allo stesso tempo, di due autori che raccontano le storie in modo assolutamente particolare: un’analisi del tempo, del ricordo, che è assoluta, senza fronzoli, pulita.

 

Il film, racconta di tre generazioni, che portano il marchio della Shoah: nel tessuto genetico di questa famiglia, è scritta la sofferenza del passato, di Eva, nata in un campo di concentramento, che è poi cresciuta e ha avuto una figlia, che le ha dato un nipote, Jonas. In modo diverso, questi personaggi, vivono e rivivono il dramma del loro passato, il dramma di essere dei sopravvissuti, in modi diversi. Il film, è ambientato nella Berlino moderna, ma torna indietro al passato, un passato che non può essere dimenticato e che in ogni momento, torna ad influenzare il presente. Il film, è liberamente ispirato a fatti realmente accaduti. E’ stato lungamente applaudito al Festival di Cannes 2021, ed è candidato all’Oscar.

 

E’ dunque, questo un altro capolavoro di due menti eccelse, che riportano sul grande schermo un film di spessore, di verità. Un film per molti aspetti amaro, ma comunque molto forte e di grande impatto. Quel giorno tu sarai, è un film sulla memoria e sull’identità. La sceneggiatrice ed il regista, raccontano di essersi ispirati a fatti personali della vita delle loro famiglie, e a diversi testi, che raccontano delle realtà scioccanti, che andrebbero conservate a tutti i costi. Quella generazione, è quasi scomparsa, per cui diventa urgente e necessario effettuare un percorso, attraverso i loro racconti nel passato. Per tenere viva la memoria, ma anche per capire attraverso il racconto in che modo quegli eventi della Shoah, hanno influenzato le generazioni successive.

I bambini vivi che vengono trovati mentre vengono ripuliti i campi di concentramento, sono un esempio di come il miracolo si è compiuto all’epoca e di come però questo miracolo, ha cambiato la vita a diverse altre persone, tramandando il dolore, di generazione in generazione. Il film è una pellicola diversa, costruita attraverso lunghi piano sequenza, che si intrecciano le une con le altre, dando al film un senso di continuità, sia nella storia che nella struttura.

 

 

 

Leonardo DiCaprio, Robert De Niro e Brad Pitt per Martin Scorsese

Sarebbe davvero una grande notizia: Robert De Niro, Brad Pitt e Leonardo DiCaprio insieme in un film diretto da Martin Scorsese. La notizia è vera ma i tre super-attori saranno diretti da Scorsese solo per un cortometraggio promozionale.

Director Martin Scorsese arrives at The Royal Premiere of his film Hugo at the Odeon Leicester Square cinema in London

Si tratta infatti, in sostanza, di uno spot per un casinò, per il marchio Melco-Crown Entertainment i suoi resort e casinò nel mondo.

Silence: il nuovo film di Martin Scorsese

La Paramount Pictures è in trattativa per acquisire i diritti di distribuzione negli Stati Uniti del dramma storico di Martin Scorsese “Silence”.

Director Martin Scorsese arrives at The Royal Premiere of his film Hugo at the Odeon Leicester Square cinema in London

La produzione dovrebbe iniziare a Taiwan entro la fine dell’anno, con i finanziamenti della Emmett/Furla/Oasis. 

I 5 più grandi registi mai vincitori di Oscar

Non ha vinto l’Oscar ma se n’è parlato tantissimo, Leonardo DiCaprio è stato beffato dal collega  Matthew McConaughey che ha vinto il premio come Miglior attore protagonista. In buona compagnia con il suo regista preferito Martin Scorsese, anche lui a corto di statuette.

Leonardo DiCaprio, ancora niente Oscar e il web insorge

Questa era la quarta candidatura per Leonardo DiCaprio che certamente avrebbe meritato l’Oscar con l’appassionata interpretazione del “lupo” di Wall Street nel film di Scorsese. Nel web scoppia la rivolta dei fan che avrebbero voluto vedere la statuetta nelle mani del loro idolo, finita invece in quelle di  Matthew McConaughey, certamente molto bravo anche lui per la sua interpretazione in “Dallas Buyers Club.

The Wolf of Wall Street, foto dal set con Leonardo DiCaprio (9)

Coppie artistiche: quelle degli Oscar 2014

L’imminente cerimonia degli Oscar, oltre a farci conoscere molti bei film che presto potremo vedere nelle sale (o che abbiamo già apprezzato) porta alla luce un altro aspetto del cinema: il sodalizio artistico tra regista e attore.

The Wolf of Wall Street, Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio di nuovo insieme

Senza andare troppo lontano, sappiamo ormai tutti che a concorrere alla tanto ambita statuetta ci sarà anche “La grande bellezza“ di Paolo Sorrentino, film che vede indiscusso protagonista Tony Servillo.

Non è la prima volta che Sorrentino sceglie Servillo per un suo film, era già successo per il suo esordio con “L’uomo in più”, per “Le conseguenze dell’amore” e “Il divo”.

Ecco “Silence”, il nuovo film di Martin Scorsese ambientato nel 1600

Martin Scorsese e William Monahan per The Gambler

C’è da portare a casa almeno un Oscar. Questo è l’obiettivo di Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio, coppia collaudatissima che ha da poco rilasciato “The Wolf of Wall Street”, film destinato a ‘fare la storia’.

Scorsese, però, nel frattempo si è dato da fare. È tutto pronto per la sua nuova fatica cinematografica, “Silence”. Questa volta, il regista dirigerà Andrew Garfield e Adam Driver in quella che è una commedia ambientata nel Giappone del 1600.

Se Andrew Garfield, noto ai più per “The Amazing Spider-Man”, non ha bisogno di eccessive presentazioni, alcune parole vanno spese per il giovane Adam Driver.

Driver, sempre più noto a Hollywood, sarà presente in “Batman vs. Superman”, nonché nel sequel di “Star Wars”. Se si sommano queste due partecipazioni alla presenza in “Silence”, si può dire che la sua carriera procedere per il verso giusto. Merito di performance fin qui convincenti, come quella in “The F. Word”.

Ma a fare la differenza per Driver è proprio la sua presenza, ormai ‘certa’, in “Driver”.

I due attori vestiranno i panni di due preti cristiani in un periodo in cui quello del Sol Levante era un Paese governato dai cosiddetti “cristiani nascosti”, si tratta senza dubbio di un periodo oscuro della storia nipponica in cui il cattolicesimo venne bandito e represso nel sangue, costringendo i devoti di Cristo a professare nel “silenzio” la propria fede.

Garfield vestirà i panni Padre Rodrigues, mentre Driver dovrebbe essere vestire i panni Padre Garrpe. Entrambi saranno gesuiti che verranno trasferiti in Giappone per investigare sul livello della persecuzione per conto della Santa Sede.

Intanto, i ‘lavori’ procedono. Lo sceneggiatore del film Jay Cocks è al lavoro sul romanzo “Silence” di Shusaku Endo, scrittore cristiano giapponese che fu vittima della discriminazione in Giappone e del razzismo in Francia.

 

I dieci film preferiti di Martin Scorsese

Proprio ieri, Martin Scorsese, leggenda vivente del cinema, ha inaugurato a Torino la mostra in cui espone cimeli e fotografie provenienti dal suo archivio personale. La mostra si troverà fino al 15 settembre al Museo del Cinema del capoluogo piemontese fino al 15 settembre. In essa c’è tutto di lui.

Director Martin Scorsese arrives at The Royal Premiere of his film Hugo at the Odeon Leicester Square cinema in London

The Wolf of Wall Street, nuove immagini con Leonardo DiCaprio

Approdate online nuove immagini di Leonardo DiCaprioMargot Robbie in The Wolf of Wall Street, il nuovo film di Martin Scorsese, basato sull’omonimo libro di memorie best-seller di Jordan Belfort che segue l’ascesa e caduta del rampante operatore di borsa in quel di Wall Street, che tra party selvaggi, droga e alcol finì la sua carriera con un’accusa di frode e la detenzione in un penitenziario federale.

Martin Scorsese citato in tribunale da Cecchi Gori

Martin Scorsese da oltre 15 anni sta pensando di adattare il romanzo Silence di Shusaku Endo. Il regista aveva in mente di girarlo nel 1997 dopo Kundun, ma ha continuato a lasciare il film in stand-by e a realizzare altri progetti. Per chi non conoscesse il romanzo, segue un gruppo di missionari inviati nel 1683 in Giappone al fine di indagare su alcuni cristiani torturati su ordine dell’imperatore del paese.

Jean Dujardin in trattative per The Wolf of Wall Street, Benicio del Toro protagonista in Jimmy Picard

Collider via Variety riporta che l’attore francese Jean Dujardin, premio Oscar per The Artist, è in trattative per unirsi a Leonardo DiCaprio nell’adattamento The Wolf of Wall Street diretto da Martin Scorsese basato sulle memorie di Jordan Belfort. La storia segue le peripezie di Belfort (DiCaprio), un agente di cambio tossicodipendente, che è stato incriminato nel 1998 per frode e riciclaggio di denaro e condannato a ventidue mesi di carcere federale.

Martin Scorsese produrrà il biopic Silver Ghost, David Yates abbandona Your Voice in my Head, Steve Kloves in trattative per dirigere Defending Jacob

News via Collider, Deadline, Variety e Showblitz per i registi Martin Scorsese (Hugo Cabret), David Yates (Harry Potter e i doni della morte) e lo sceneggiatore Steve Kloves (la saga di Harry Potter).

Martin Scorsese è a bordo come produttore, insieme a Lord Richard Attenborough (Ghandi) per realizzare Silver Ghost, film biografico che racconterà la vera storia dietro l’azienda costruttrice delle prestigiose automobili Rolls Royce. A partire dal 1906 il film seguirà le vite dei fondatori Charles Rolls ed Henry Royce raccontando anche la singolare storia che si cela dietro la creazione del celebre ornamento divenuto un’icona per l’industria automobilistica.