Sex and the city 2, Brad Pitt, Ewan McGregor, Jennifer Aniston, Jason Bateman, Camille Belle: novità

Prima del weekend arrivano ancora novità sulle prossime produzioni cinematografiche hollywoodiane. Non perdiamo tempo e cominciamo subito: Sex and the City 2 è stato definitivamente confermato, tanto che tutte le quattro attrice Sarah Jessica Parker, Kim Catrall, Kristin Davis e Cynthia Nixon e il regista, sceneggiatore e produttore Michael Patrick King hanno firmato il contratto. La data d’uscita rimane fissata per l’estate del 2010, seppur ancora non sia cominciata la stesura della sceneggiatura.

Capitolo registi: Werner Herzog e David Linch collaboreranno alla realizzazione di un film horror, dal titolo My son, my son, what have ye done, il primo come regista, il secondo come produttore esecutivo. Il film che dovrebbe avere nel cast Michael Shannon, Willem Dafoe, Cloe Sevigny, Udo Kier e Grace Zabriskie, racconta la storia di un uomo che impazzisce lentamente fino ad uccidere la madre con una spada; Steven Soderbergh potrebbe sostituire David Frankel alla direzione di Moneyball, drammatico tratto dal bestseller di Michael Lewis, che sarà interpretato da Brad Pitt.

Recensione: Mr. & Mrs. Smith

John (Brad Pitt) e Jane (Angelina Jolie), stanno per entrare nel canonico settimo anno di matrimonio, quel che per luogo comune dovrebbe rappresentare il periodo di stanca e il campanello d’allarme di una fisiologica crisi, e quindi li vediamo di fronte ad uno psicologo, durante una seduta di terapia di coppia, in un vivace scambio di frecciatine, ma questa coppia all’apparenza normale a ben vedere lo è tutt’altro.

Un flashback ci porta indietro nel tempo, in Colombia teatro del galeotto e fatale incontro dei due, il racconto prosegue illustrandoci la particolari professione svolta dalla coppia, beninteso l’uno all’insaputa dell’altro, i due sono killer professionisti che sotto i panni di una coppia un po’ annoiata dal tran tran quotidiano si catapulta a turno, con la scusa di riunioni di lavoro o convegni inesistenti, in frenetiche e pericolosissime missioni segrete sempre a caccia di nuovi obiettivi da eliminare.

Killshot, Ti amerò sempre, Outlander, Katyn, Impy e Il curioso Caso di Benjamin Button, trailer

Torniamo a presentarvi i trailer dei prossimi film che potremo vedere al cinema prossimamente, proponendovi oggi sei pellicole molto differenti tra di loro: il thriller Killshot, il drammatico Ti amerò sempre, il fantastico/fantascientifico Outlander, lo storico Katyn, l’animazione Impy Superstar Missione Luna Park e l’incredibile Il curioso Caso di Benjamin Button.

Andiamo con ordine: Killshot è un thriller, tratto dalle pagine di Elmore Leonard, prodotto da Quentin Tarantino e diretto da John Madden, con Diane Lane, Mickey Rourke, Thomas Jane, Joseph Gordon-Levitt e Rosario Dawson. Eccovi il trailer, del film che uscirà a gennaio e che racconta la storia di una coppia bersaglio di un killer professionista.

People’s Choice Award 2009: cinque premi a Il cavaliere Oscuro

Si è tenuta ieri sera a Los Angeles,  la premiazione dei trentacinquesimi People’s Choice Awards i riconoscimenti assegnati dal pubblico e il risultato più grande l’ha ottenuto Il cavaliere oscuro, che si è portato a casa il riconoscimento come miglior film, miglior film d’azione, miglior coppia sullo schermo (Christian Bale & Heath Ledger), Miglior Cast e Miglior Super-eroe (Christian Bale nei panni di Bruce Wayne/Batman).

Oltre all’ottimo risultato di Bale, può festeggiare anche Will Smith, che ritira due premi come migliore star maschile e star maschile d’azione e la coppia Angelina Jolie / Brad Pitt, che si portano a casa rispettivamente il premio per miglior star d’azione femminile e primo attore. Miglior star femminile è Reese Whiterspoon, mentre come migliore protagonista femminile è stata votata Kate Hudson. C’è gloria anche per Wall-E, come miglior film per famiglie e per La vita segreta delle api, miglior film indipendente e miglior drammatico.

Vi ricordo, prima di vedere tutti i vincitori, categoria per categoria, che se volete vedere tutti i nominati basta che clicchiate QUI, mentre se volete vedere i vincitori tra le serie tv non dovete fare altro che andare su Cinetivu o cliccare QUI.

Recensione: The italian job

Dopo un rocambolesco furto in quel di Venezia, con la sottrazione di una cassaforte colma di lingotti d’oro e conseguente fuga tra i canaloni della splendida città lagunare, la banda capeggiata da John Bridger (Donald Sutherland) si appresta a trasportare l’oro in un luogo più sicuro.

Ma l’avido e calcolatore Steve Frazelli (Edward Norton) ha progetti diversi per l’oro, progetti che non contemplano gli altri menbri della banda e durante il trasporto  riesce a sottrarre l’oro all’attonito gruppo e ad uccidere Bridger dileguandosi, convinto che anche gli altri membri della banda siano morti, ma cosi non è.

Zac Efron e Vanessa Hudgens coppia più bella del 2008

I fan di Zac Efron e Vanessa Hudgens possono festeggiare: secondo il sito web di FoxNews, i due giovanissimi protagonisti di High School Musical, sono risultati la coppia più bella dell’anno.

I due ragazzi, che quasi sicuramente gireranno insieme anche High School Musical 4 e che hanno trovato sul set l’amore, hanno battuto, secondo gli internauti che hanno votato il sondaggio sul sito, un’altra coppia di attori, ben più blasonati: Angelina Jolie e Brad Pitt.

Sequel novità per Twilight, James Bond, L’ultimo Bacio, Jason Bourne, Io sono leggenda e Jurassik Park

Tantissime novità arrivano sia dall’America che dall’Italia e riguardano i sequel dei passati blockbuster e non solo. Come sempre, cominciamo subito con il sequel de L’ultimo bacio: Stefano Accorsi conferma la sua presenza in Baciami ancora e rivela: “E’ un progetto bellissimo, personalmente non ho esitato un solo istante ad accettare. Ho già incontrato Gabriele, che adesso è particolarmente ispirato e tutto preso dalla sceneggiatura del film, e mi ha anticipato alcune cose della trama che mi piacciono moltissimo e come ritroveremo i protagonisti, che adesso sono quarantenni“. Ora bisognerà attendere l’ok dal resto del cast.

Mentre per New Moon, il seguito di Twilight si cerca il sucessore di Catherine Hardwicke e il rumor vorrebbe Chris Weitz nuovo regista, vista la sua esperienza con le commedie giovanilistiche, pare che Daniel Craig non voglia più vestire i panni di James Bond, o almeno non per continuare le storie raccontate nei primi due 007 in cui è stato protagonista.

Il curioso caso di Benjamin Button: Natale in casa Fincher

La genesi de Il curioso caso di Benjamin Button è stata lunga e non priva di problemi, ma siamo certi che la trasposizione di questo intrigante racconto breve di Scott Fitzgerald datato 1922, non poteva capitare in mani migliori, il genio dark  di David Fincher e la bravura di Brad Pitt coadiuvati da una splendida fotografia, una scenografia dai tratti gotici e retrò e una corposa dose di effetti digitali e make-up ci caleranno in questo mondo che per alcuni tratti caratteristici ci ricorda il surreale stile visionario del fiabesco universo di Tim Burton.

La storia narra di un certo Benjamin Button, a cui la natura in combutta col destino gioca un brutto tiro, immaginate che il tempo improvvisamente scorra in senso inverso, ma non il tempo che scandisce la vita di tutti i giorni, quello che regola giorno e notte, estate e inverno, solo quel particolare orologio interno che ognuno di noi ha, quell’orologio biologico che scandisce con invisibili e costanti rintocchi lo scorrere della nostra esistenza, bene adesso fermatelo e fate scorrere le lancette al contrario.

Recensione: Troy

Mitologia e cinema non sono certo un binomio inconsueto, senza giungere a citare titoli che fanno parte di un bagaglio cinematografico quasi archetipico. Troy è un film del 2004, e in questo film vengono raccontate le vicende legate alla guerra di Troia, come ci è arrivata attraverso una lunga tradizione che si perde nella confusa figura di Omero.

Wolfgang Petersen si immedesima nell’aedo Omero, e prova a raccontarci in chiave cinematografica una summa di ciò che Omerco ci racconta nell’Iliade, focalizzando la propria attenzione sul rapimento di Elena, e sulla personalità di Achille (Brad Pitt).

La storia non manca certo d’attrattiva, considerato che ha più di tremila anni e che viene raccontata e studiata con una certa minuziosità: l’assedio della città di Troia da parte dei Greci viene scandito da alcune fasi fondamentali, caratterizzate per lo più da confronti face-to-face tra i mitologici protagonisti della vicenda.

People’s Choice Awards 2009, le nomination cinematografiche

Sono stati comunicati oggi i nominati ai trentacinquesimi People’s Choice Award, che verranno assegnati il 7 gennaio 2009 in una cerimonia condotta da Queen Latifah.

Fanno incetta di nomination Il cavaliere oscuro e Iron Man (compresi i protagonisti Christian Bale e Robert Downey Jr.). Bene anche Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo e il musical Mamma Mia! Tra gli attori sono stati nominati anche Harrison Ford e Angelina Jolie. Sorprendono le due nomination (miglior film drammatico e miglior film indipendente) per La vita segreta delle api, che conferma la pregevolezza della pellicola.

Vediamo, nel dettaglio, la lista dei premi riguardanti i film e i suoi protagonisti. Per vedere le nomination ai People’s Choice Award 2009, nelle categorie appartenenti alla televisione vi rimando al nostro blog di tv www.cinetivu.com.

Da Scary Movie a Epic Movie fino ad arrivare a 3Ciento. I film parodia non hanno tregua, arriva Disaster Movie

Tutto quello che mi serve per fare una commedia è un parco, un poliziotto e una bella ragazza.

Ne era convinto il grande attore e regista Charlie Chaplin, forse lo sono meno gli sceneggiatori di oggi, le cui difficoltà maggiori nel fare una parodia, sono quelle di rendere comprensibili, e soprattutto divertenti, le prese in giro architettate ad hoc. Perché questo accada, bisogna fare il verso a film molto famosi, pellicole che tutti hanno visto.

Scary Movie, diretto da Keenen Ivory Wayans, è stato il primo capitolo di una longeva e proficua saga, che ha avuto il vantaggio di concentrarsi su film talmente di culto, che anche se il pubblico non li ha mai visti, ne ha sicuramente “assorbito” qualcosa per cui, è tranquillamente in grado di capirne le battute.

65ma Mostra del Cinema: tutti pazzi per Charlize

Come definirla? Bella, incantevole, splendida ma anche dolce, disponibile, affatto presuntuosa, insomma in una sola parola diva! Charlize Theron, ha calamitato nella giornata appena trascorsa l’attenzione dei media alla Mostra del Cinema di Venezia e della folla che la attesa a lungo e con pazienza ieri sera in occasione della premiere del film in concorso che la vede come protagonista assieme a Kim Basinger assente al Lido, The Burning Plain.

Dopo lo spumeggiante esordio della kermesse cinematografica con due grandi e belli primi della classe, quali sono Brad Pitt e George Clooney, gioia del pubblico femminile, anche quello maschile ha potuto deliziarsi della vista di Charlize Theron, presente nel duplice ruolo di attrice-produttrice esecutiva dopo l’esperienza di Monster. Alla conferenza stampa c’era anche il regista del film Guillermo Arriaga, premio Oscar per la sceneggiatura di Babel, meritevole di menzione per almeno un altro lavoro: 21 grammi, alla sua prima esperienza dietro la macchina da presa.

The Burning Plain è una storia complessa dove 5 storie vissute tra gli Stati Uniti e il Messico si intersecano tra di loro nell’intento manifesto da parte del regista di rappresentare i quattro elementi aria, acqua, terra, fuoco. Obiettivo raggiunto a giudicare dalla reazione del pubblico.

Recensione: Burn after reading

 

 

L’apertura è di quelle con il botto, che riescono a catturare l’attenzione di stampa e televisioni di tutto il mondo. Apre la 65° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia la spy story politica e demenziale degli errori e degli orrori della CIA e i (dis)Servizi Segreti: Burn After Reading. Film fuori concorso di Joel ed Ethan Coen formato da un cast stellare contemporaneo: Brad Pitt e George Clooney.

 

Nei quartieri generali della CIA ad Arlington Va. arriva l’analista Osborne Cox (John Malkovich) per un incontro top secret. Sfortunatamente per Cox il segreto è presto svelato: è stato espulso. Cox non prende la notizia particolarmente bene e ritorna a casa, a Georgetown, per dedicarsi alle sue memorie e all’alcool, non necessariamente in quest’ordine.

Abbattuta, ma non particolarmente sorpresa, è sua moglie Katie (Tilda Swinton) che sta pensando di lasciarlo per il suo amante Harry Pfarrer (George Clooney), un maresciallo federale a sua volta già sposato..

65ma Mostra del Cinema: trionfa il film dei Cohen e la coppia Clooney-Pitt

La 65ma Mostra del Cinema, iniziata ieri a Venezia possiede tutte le prerogative degli eventi destinati a lasciare ancora una volta il segno, le immancabili e perché no benvenute polemiche a fare da cassa di risonanza: secondo il giornale tedesco “Der Spiegel” troppi i film italiani in concorso, ma siamo in Italia no? Poi la parata di star e autorità che in serata sono sfilate sul red carpet prima della proiezione del grande protagonista della giornata odierna, dopo l’anteprima di ieri per la stampa e i vip, ovvero il film dei fratelli Coen.

Come in Non è un paese per vecchi, i due autori terribili Ethan e Joel, si cimentano in una dissacrante critica della società americana nella loro nuova opera Burn After Reading, presentata fuori concorso, dal cast di prima grandezza: Brad Pitt, George Clooney al mattino in conferenza stampa, poi nel pomeriggio a firmare autografi sul red carpet, a cui vanno aggiunti Frances McDormand anche lui a Venezia assieme a Tilda Swinton, il grande John Malkovich, Richard Jenkins, J. K. Simmons.

Una spy story divertente e dissacrante con l’immancabile, amaro fondo di verità, accolta dal fragoroso applauso del pubblico al termine della proiezione. La coppia Clooney-Pitt, quest’ultimo in particolare, non finisce mai di stupire calata in un ruolo non certo facile da interpretare: due emeriti idioti alla ricerca di denaro facile, un personal trainer e un ex bodyguard alla ricerca di quella fortuna, che la vita non gli ha mai veramente concesso.