Sigourney Weaver compie 70 anni. Quarantanni fa usciva Alien

di Daniele Pace Commenta

Nessun regista vuole rinunciare a lei, tanto che è stata messa sotto contratto per i sequel di Avatar e Ghostbusters, che saranno finiti nel 2027.

Sigourney Weaver compie 70 anni e rimane una delle star di Hollywood, con tutta la sua bellezza e bravura. Sembra ieri, ma quarantanni fa usciva nelle sale Alien, un film cult che diede la fama all’attrice, che poi recitò in altri film famosissimi, a partire da Avatar, Gorilla nella Nebbia e Una donna in carriera.

Sigourney Weaver oggi

Una donna forte, che ha segnato la storia del cinema, nata in una famiglia che è sempre stata protagonista tra le telecamere. La mamma era un’attrice e il papà addirittura l’ex presidente della NBC. Con una famiglia simile, la bellissima Susan (poi Sigourney Weaver) non poteva che frequentare questo mondo, laureandosi comunque in Letteratura Inglese a Stanford, prima di prendere il Masters of Fine Arts all’università di Yale.

Altissima già in tenera età, con una bellezza senza tempo, la Weaver esordì a teatro nel 1974, per poi recitare quasi subito in una piccolissima parte nel film Io e Annie di Woody Allen (1977). Due anni dopo arriva il grande salto con Alien, nella parte del tenente Ellen Ripley, che le vale la nomination per l’Oscar.

Alien e la carriera della Weaver

La Weaver deve moltissimo ad Alien, ed al ruolo che doveva essere di un uomo, prima che Ridley Scott cambiasse idea e decise che l’unica superstite doveva essere una sconosciuta donna. Nonostante la recitazione nei sequel di Alien, la Weaver è talmente brava da non legarsi al personaggio, e recitare benissimo in altri film, e con altri registi, tanto da vincere due Golden Globe e un BAFTA.

Si distinse in ruoli drammatici, in film politici ma anche in commedie fantascientifiche come Ghostbusters. Alcune commedie le valsero altre nomination all’Oscar, come Una donna in Carriera, e memorabile fu la sua recitazione in La Morte e la Fanciulla, di Roman Polansky. Gli anni ‘90 furono, per scelta, anni con ruoli secondari, in modo da avere più tempo per la figlia appena nata.

Poi il ritorno da protagonista, e altre tre nomination all’Oscar.

Nessun regista vuole rinunciare a lei, tanto che è stata messa sotto contratto per i sequel di Avatar e Ghostbusters, che saranno finiti nel 2027 per il film cult in cui recita come dottoressa Grace Augustine, amica degli alieni Na’vi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>