Hitch-Lui si che capisce le donne, recensione

di Pietro Ferraro 2

Alex “Hitch” Hitchens (Will Smith), meglio conosciuto come il Dr. Rimorchio, svolge quella che secondo lui è un’attività socialmente utile, aiutando romanticamente parlando  quegli uomini un pò complessati o affetti da timidezza cronica che amano una donna per loro irraggiungibile, ma che vogliono con tutte le loro forze realizzare il loro sogno d’amore.

Attenzione però perchè Hitch è solo una sorta di manuale operativo di sistema sull’aggancio e il corteggiamento, dopo una pesante delusione d’amore al college che gli ha letteralmente spezzato il cuore, Hitch ha cominciato a studiare le donne, a carpire i loro più intimi bisogni e a soddisfarli, stando ben attento però a non innamorarsi mai veramente, con il terrore di provare di nuovo quel dolore e quella delusione cocente che ne hanno segnato la gioventù.

Hitch comunque in cuor suo crede nell’amore, altrimenti non risulterebbe così convincente e coinvolto nello spronare i suoi clienti a rincorrere i loro sogni romantici, lo ha solo dimenticato e tenuto lontano, ma ci penseranno l’imbranatissimo Albert (Kevin James) e la fascinosa Sara (Eva Mendes) a ricordaglielo, il primo commercialista puntando ad una delle donne più ricche ed ambite di New York, la seconda giornalista di gossip rubandogli il cuore.

Il regista David Tennant, specialista in comedy-romance all’attivo per lui il remake Anna and the King e l’avventuroso Tutti pazzi per l’oro, sbanca i botteghini di tutto il mondo con questa deliziosa e sofisticata commedia dei sentimenti interpretata con sorprendente efficacia dal divo Will Smith.

Tennant pur rispettando tutti i clichè del genere con tanto di finale strappalacrime, corteggiamento romantico ed equivoci a go go inclusi, si diverte con l’aiuto dello sceneggiatore Kevin Bisch a dissertare su amori e altri disastri, giocando sul filo dell’ironico, ma restando sempre nei confini del politicamente corretto, lanciando qua e la qualche intrigante teoria sul vero amore e prima di sfoderare un perfetto e tradizionale happy end stile vecchia Hollywood, prepara lo spettatore con un ironico omaggio ad uno dei finali romantici piu amati di sempre con il Tu mi completi pronunciato dal Tom Cruise di Jerry Maguire.

Hitch-Lui si che capisce le donne è davvero una piacevole sorpresa nel marasma di produzioni in rosa made in Hollywood, un film intelligente e romantico, un connubio perfetto che prelude ad una piacevole serata a due, sicuramente il protagonista del film l’avrebbe consigliato ai suoi clienti.

Note di Produzione: Will Smith è anche co-produttore del film, nel cast troviamo Jeffrey Donovan che due anni dopo diventerà protagonista della fortunata serie tv Burn Notice, la pellicola a fronte di un budget investito di 70 milioni di dollari ne incassò all’epoca oltre 368.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>