Il truffacuori, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro 2

Alex Lippi (Romain Duris) è una sfascia-coppie professionista, avete presente il playboy americano Hitch che supportava giovani e imbranatissimi corteggiatori alla ricerca del vero amore il più delle volte irraggiungibile? Beh Alex fa esattamente l’opposto supportando chiunque lo paghi con l’intenzione di minare irreparabilmente un rapporto di coppia, naturalmente se le motivazioni rientrino in un codice che Alex e il suo team si sono autoimposti e che la donna su cui si interviene sia realmente infelice.

Alex ha un’organizzazione impeccabile e fruisce di un team, sorella e cognato, che gli forniscono tutto l’indispensabile per portare a termine queste vere e proprie missioni che richiedono una grande capacità interpretativa, fascino da tombeur de femmes e un repertorio romantico capace di far capitolare qualunque tipo di fidanzata, anche quella più morigerata e restia, sobillandone senza pietà il lato più intimo e frustrato.

Alex non consuma alcun rapporto fisico con i suoi obiettivi, un unico bacio è cio che concede, un bacio che insieme ad una serie di frasi ben assestate servirà ad instillare un unico e incancellabile dubbio sul vero amore, quel tanto che basta a creare una minuscola e singola crepa in un rapporto amoroso ormai a scadenza.

Purtroppo la serie di missioni portate a termine con successo e diciamolo pure senza troppa fatica sta per terminare, perchè stavolta Alex dovrà vedersela con la bella Juliette Van Der Becq (Vanessa Paradis) che a dieci giorni dal suo matrimonio sembra davvero un osso duro e cosa ancor più preoccupante sembra sia decisa a sposarsi ad ogni costo.

Il Truffacuori è una delizioso romance campione d’incassi in patria e diretto dal francese Pascal Chaumeil con un deciso piglio comedy dal taglio internazionale che si discosta non poco dalle commedie che generalmente ci giungono dalla Francia e che mantengono sempre un’impronta tra script e regia molto riconoscibile.

Chaumeil, debuttante proveniente dal piccolo schermo, utilizza con arguzia un’azzeccatissima colonna sonora, condisce l’incipit con intriganti incursioni visive alla Mission: impossible, gioca con il genere come nella migliore tradizione delle comedy americane per poi regalargli un tocco tutto europeo con un cast divertente e soprattutto divertito, su tutti un irresistibile Romain Duris che gigioneggia con indubbia classe e la bella Vanessa Paradis che da qualche anno latitava dal grande schermo e che abbiamo ritrovato con grande piacere.

Il Truffacuori è una comedy che punta all’intrattenimento tout-court e lo fa con estrema classe e abilità, il film scorre senza intoppi riflettendo tra una risata e l’altra quel tanto che basta a dare un surplus di godibilità alla visione, insomma il gioco delle parti in amore è da sempre fascinosa materia prima da grande schermo e in questo caso risulta oltremodo godibile.

Nelle sale dall’11 febbraio 2011

Note di produzione: nel film cameo per la starlette svedese Victoria Silvstedt, l’ultima apparizione della Paradis da protagonista su grande schermo risale al 1999 ne La ragazza sul ponte di Patrice Leconte, in Francia il film è diventato un caso sbancando i botteghini e raccimolando una corposa serie di nomination ai Cesar 2011.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>