Daniele Formica è morto

di Diego Odello 3

E’ morto ieri in un ospedale di Bassano del Grappa, a causa del peggiorare di un tumore al pancreas Daniele Formica. Aveva sessantuno anni.

L’attore, nato a Drogheda in Irlanda, il 10 giugno del 1949, debutta all’inizio degli anni settanta nel Rabelais di Jean Louis Barrault. Da lì a poco recita al cinema accanto a Massimo Ranieri, Aldo Giuffrè e Barbara Bouchet e a teatro al Teatro Stabile de L’Acquila.

Tra la metà degli anni settanta e i primi anni ottanta, Formica recita anche in televisione per alcuni sceneggiati e programmi (Ladri si nasce, A tutto gag, Giandomenico Fracchia, Sotto le stelle e Cinema Che follia) e continua a coltivare la sua passione per il teatro.

Al cinema l’attore ha lavorato, tra l’altro, con Giorgio Capitani (Bruciati da cocente passione), Bruno Gaburro (Il letto in piazza), Steno (Fico d’India), Bruno Corbucci (Mi faccio la barca), Mario Monicelli (Camera d’albergo), Sergio Martino (Ricchi, ricchissimi, praticamente in mutande) e Marco Pontercorvo (Pa-ra-da). La sua ultima apparizione risale al 2009 ne L’ultima estate di Eleonora Giorgi.

Formica è stato anche doppiatore di alcuni film d’animazione come Cars – Motori Ruggenti (Clank), Gli Incredibili (Gilbert Huph) e Monsters & Co. (Randall Boggs).

Commenti (3)

  1. Sono rimasto esterrefatto e scioccato della brutta notizia di questa mattina,ricordo che lavorando insieme a te il tempo era sempre tiranno, ricordo la tua camera piena zeppa di film di cui ne eri orgoglioso e del tempo passato a discuterne di essi, ricordo la tua passione per Star Tre, ricordo quella tua macchina Honda “bruttissima”, ricordo la tua voce particolarmente calma nei toni educata e coinvolgente,ricordo il piacere di parlare con una bella persona intelligente,ricordo quando ci incontravamo la sera nel supermercato delle rughe prima di rientrare a casa e farci quattro chiacchiere mentre facevamo la spesa, ricordo con estremo piacere quelle volte che ci incontravamo “sempre poche”, ricordo la tua signorilità, la tua educazione, bontà e semplicità di animo, ricordo il tuo garbo nel fare le cose, Ricordo, Ricordo, Ricordo.
    Che brutta sensazione interiore di non poterti più incontrare.
    Ma io ti Ricorderò SEMPRE.
    Ciao Daniele
    Un grosso saluto e abbraccio carico di affetto a Ombretta,ti sono vicino con il cuore in questo momento pieno di dolore.
    Massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>