Future Film Festival 2010, a Bologna il futuro in celluloide

di Pietro Ferraro 2

Anno nuovo e nuova edizione del bolognese Future Film Festival giunto alla dodicesima edizione, e per l’occasione citando Matrix uno dei culti sci-di sempre, accompagna il suo logo con un intrigante e promettente Future Reloaded.

Naturalmente il piatto forte dell’ FFF 2010 sarà come di consueto il meglio dell’animazione internazionale, gli ospiti, i panel e gli eventi speciali come le numerose e ghiotte anteprime, insomma il ricchissimo e consueto menù fisso di ogni anno, con qualche chicca inaspettata che farà la gioia dei molti appassionati che ogni anno affollano la rassegna.

Iniziamo con la parte competitiva della manifestazione, tra le molte sezioni in concorso i filmaker quest’anno potranno presentare opere che contengono filmati elaborati in digitale 3D nell’apposita sezione Digital Award, mentre per i filmaker in erba c’è la sezione Movie & Co. in cui in sinergia con aziende ed enti che aderiscono all’iniziativa, si potranno realizzare spot, filmati aziendali e videoclip.

Naturalmente tra le iniziative una dedicata al Kolossal del momento Avatar, con  la proiezione del film e il 3Dday, giornata dedicata a proiezioni, anteprime ed incontri incentrati sull’innovativo sistema 3D stereoscopico, che a partire dal film di Cameron rivoluzionerà il vecchio modo di approcciare il 3D. Tra gli ospiti dell’iniziativa il direttore della Weta Digital, nonchè supervisor degli effetti visivi di Avatar, Joe Letteri.

Proseguiamo con le proiezioni previste per quest’anno che si accompagneranno  ad eventi speciali, seminari e incontri che verteranno, come le pellicole suggeriscono, su effetti speciali e nuove tecnologia, 9  i film in cartellone tra questi Nel paese delle creature selvagge, District 9, Drag me to hell e Transformers 2-La vendetta del caduto.

Per gli eventi speciali segnaliamo Bumba Atomika lungometraggio autoprodotto del regista Michele Senesi, surreale e iperdinamico pastiche di generi che ammicca al cinema orientale, il film sarà proiettato nella sezione speciale Follie di mezzanotte alla presenza del regista e del cast.

Invece per gli amanti dell’animazione made in Japan il FFF proporrà Yona Yona Penguin, ritorno alla regia, dopo lo splendido Metropolis, del maestro dell’animazione giapponese e papà di Capitan Harlock Rintaro.


Concludiamo con le anteprime, dieci le pellicole in concorso, tra queste 8 film d’animazione e due live-action, il fantasy neozelandese Under the Mountain di Jonathan King, antiche e letali creature mutaforma invadono la terra, a contrastarle una coppia di gemelli dotati di speciali poteri, e il nipponico Goemon di Kazuaki Kiriya, in un cupo Giappone feudale, un crudele signore della guerra con l’aiuto di un letale ninja, darà la caccia ad una scatola dal misterioso contenuto custodita da un ladro.

Infine per le anteprime fuori concorso, i live-action propongono oltre ai due sequel dello spettacolare 20th Century Boys di Yukihiko Tsutsumi, due premiere made in USA, il fanta-action Gamer di Bryan Taylor e Mark Neveldine con Gerard Butler, in un futuro all’insegna del virtuale in un videogame si muore per davvero, e l’horror 3D di Joe Dante The Hole, una voragine senza fondo scoperta per caso da tre ragazzi partorirà incubi e ataviche mostruosità.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>