Stephen Daldry: un inglese d’autore

di Pietro Ferraro 4

Stephen David Daldry nasce a Dorset (Inghilterra) il 2 Maggio 1961, sposato dal 2001 e con un figlio il regista ha alle spalle una lunga esperienza in teatro come regista e direttore artistico del Royal Court Teather di Londra, ma non solo, oltre ad aver lavorato per la rete televisiva inglese BBC, Daldry è impegnato anche in ambito didattico, infatti è docente di teatro contemporaneo all’università di Oxford.

Nel 1999 il suo primo cortometraggio Eight, ma il successo arriva improvviso e travolgente nel 2000, con l’edificante storia di Billy Elliott ragazzino inglese che contro la volontà del padre e deriso dai compagni studia danza e realizza il suo sogno, è un trionfo, il film riceve tre candidature al premio Oscar e a dodici  premi BAFTA, e si aggiudica ben 35 diversi premi in ambito  internazionale.

Il suo secondo lungometraggio è del 2002, The Hours, raffinata ed elegante trasposizione letteraria di una storia di donne forti e combattive imprigionate dai canoni  di un’aristocrazia che ne tarpa sogni ed aspirazioni, cast stellare, tra gli altri, Meryl Streep, Julianne Moore ed una Nicole Kidman imbruttita ad arte per l’occasione.

Dal 20 Febbraio 2008 sarà nei cinema con il controverso The reader, una drammatica storia d’amore proibita tra la matura Kate Winslet ed un adolescente tedesco nella Germania post-bellica, le scene di nudo presenti nel film hanno scatenato non poche polemiche perchè considerate di cattivo gusto accostate ad un tema importante e delicato come l’Olocausto.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>