Weekend al cinema: Milk, Italians, Defiance, Beket, Il respiro del diavolo, Tutti insieme inevitabilmente

di Diego Odello Commenta

Questa weekend escono al cinema sei nuovi titoli, quattro americani e due italiani capaci di accontentare ogni palato. I papabili prossimi numeri uno del botteghino sono senza dubbio la commedia italiana Italians, grazie alla presenza nel cast del trio Verdone – Castellitto – Scamarco e il plurinominato agli Oscar 2009, Milk, che con un superbo Sean Penn e una storia toccante è pronto ad emozionare anche il pubblico italiano.

Mentre l’interessante Beket di Manuli non ha molte possibilità di essere apprezzato, ci si aspetta un buon esordio sia da Defiance, il nuovo film con Daniel Craig, che dalla commedia natalizia Tutti insieme inevitabilmente con la coppia di star Vince Vaughn – Reese Whiterspoon. L’incognita della settimana è il thriller/horror, dalla storia particolare, Il respiro del diavolo, interpretato da Josh Holloway, noto al grande pubblico per essere Sawyer di Lost.

Andiamo a scoprire insieme personaggi e trame dei film in uscita questa settimana.

Beket (Drammatico, diretto da Davide Manuli, con Luciano Curreli, Jerome Duranteau, Fabrizio Gifuni, Paolo Rossi): Freak e Jajà aspettano l’autobus alla fermata in mezzo al nulla. Questo arriva, ma non si ferma. I due protagonisti della storia decidono di andarlo a cercare a piedi e durante il loro cammino incontrano strani personaggi, prima di conoscere Dio. Ispirato all’opera di Samuel Beckett, Aspettando Godot.

Defiance – I giorni del coraggio (Drammatico, diretto da Edward Zwick, con Daniel Craig, Liev Schreiber, Jamie Bell, George MacKay, Mia Wasikowska): 1941: tre fratelli ebrei cercano rifugio dai nazisti in mezzo alla foresta polacca. Dopo essersi salvati la vita pensano di vendicare la morte dei propri genitori salvando dalle grinfie tedesche altre vite. Il loro gruppo di resistenza man mano cresce fino a diventare l’obiettivo del nemico.

Italians (Commedia, diretta da Giovanni Veronesi, con Carlo Verdone, Sergio Castellitto, Riccardo Scamarcio, Valeria Solarino, Remo Girone e Dario Bandiera): In due episodi si racconta l’italiano all’estero. Il primo: Fortunato, camionista che trasporta Ferrari rubate negli Emirati Arabi, e il suo collega Marcello aiutano una ragazza del luogo e finiscono in prigione; Giulio è un dentista, che deve partecipare ad un convegno a San Pietroburgo finisce, a causa di Vito, per partecipare a festini sadomaso e a scappare durante in una sparatoria.

Milk (Drammatico, diretto da Gus Van Sant, con Sean Penn, Emile Hirsch, James Franco, Josh Brolin, Diego Luna): 1977 San Francisco: Harvey Milk è il primo omosessuale dichiarato ad avere accesso ad una importante carica pubblica in America. La storia di un’icona, di un eroe e di un politico che ha lottato per i diritti dei gay fino alla morte. Premi QUI per leggere la nostra recensione in anteprima.

Il respiro del diavolo (Thriller/Horror, diretto da Stewart Hendler, con Josh Holloway, Sarah Wayne Callies, Blake Woodruff, Joel Edgerton, Dulé Hill): Max per dare una svolta alla sua vita decide di aprire un ristorante, ma a causa del suo passato da delinquente gli vengono negati i finanziamenti. A questo punto decide di accettare di rapire il figlio di un ricco del Vermont per chiedere il riscatto, ma il bambino non è come tutti gli altri e sarà lui a tenere sotto scacco il suo carceriere.

Tutti insieme inevitabilmente (Commedia, diretta da Seth Gordon, con Vince Vaughn, Reese Witherspoon, Robert Duvall, Sissy Spacek, Jon Voight, Jon Favreau): Kete e Brad si apprestano a partire per le vacanze di Natale, per evitare di dover passare il Natale con i loro genitori divorziati, ma a causa della nebbia il loro aereo non decolla e i due saranno obbligati a partecipare a quattro feste di Natale nello stesso giorno, senza avere un minuto per loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>