Da Dracula a Frankenstein: il ritorno dei mostri dei classici Universal

Negli ultimi anni la Universal si è distinta in modo particolare per alcuni film quali la saga di “Fast and Furious”, “Cattivissimo Me”, “Bourne”, “Jurassic Park”. Ma l’eredità più duratura degli studios è sicuramente rappresentata dalla biblioteca di film sui mostri, quei film di mostri che comprendono grandi classici come “Frankenstein”, “Dracula”, “L’Uomo Lupo”, “Il mostro della laguna nera”, “L’uomo invisibile”, “La moglie di Frankenstein” e “La mummia”.

La Sony prepara un altro film su Dracula

Addio a James Jacks, il produttore de “La mummia”

Lo storico produttore cinematografico americano, James Jacks è morto ieri per un attacco di cuore nella sua casa di Los Angeles. Aveva 66 anni ed era stato lui a lanciare la famosa saga de “La mummia” nel 1999, con il produttore e amico di lunga data Sean Daniel, suo partner nella Alphaville Films.

la mummia

Vanishing on 7th Street, Sfida senza regole, La mummia, L’ultima alba, Imagine me & you, La stanza accanto, Cotton club, stasera in tv

Sarà un venerdì entusiasmante per quanto riguarda i film in tv in prima serata. Lo dicono i palinsesti. Niente di meglio che rilassarsi un paio d’ore davanti a un film, prima di iniziare il week-end con vigore.

L’offerta anche per questa sera è molto ricca. Da “Vanishing on 7th Street” a “La mummia”, da “L’ultima alba” a “Imagine me & you”, c’è l’imbarazzo della scelta.

Eccoli, dunque, tutti i film in programmazione per la prima serata di oggi, venerdì 1 febbraio 2013:

Vanishing on 7th Street (Rai 4, 21.13)

Sfida senza regole (Rai Movie, 21.10)

La mummia (Italia 1, 21.10)

L’ultima alba (Iris, 21.05)

Imagine me & you (La 5, 21.10)

La stanza accanto (Cielo, 21.10)

(Trailer non disponibile)

Cotton club (Class Tv, 21.10)

Universal Monsters Collection, cofanetto Blu-ray e nuove action figures

Disponibile da questo mese Universal Classic Monsters: The Essential Collectionun’imperdibile cofanetto Blu-ray celebrativo che riunisce in un unico packaging 8 intramontabili classici, 8 cartoline, un booklet di 48 pagine con approfondimenti, biografie, profili e curiosità sui film, il cast e i registi. Dopo il salto entriamo nel dettaglio e aggiungiamo al ghiotto cofanetto tutta una serie di nuove action figures disponibili da questo e dal prossimo mese.

Tom Cruise nel reboot di Van Helsing

Il duo di sceneggiatori Roberto OrciAlex Kurtzman (Star Trek) hanno recentemente firmato un esclusivo contratto biennale come produttori con la Universal Pictures. Lo studio ha rilasciato un comunicato stampa che annuncia che la coppia curerà i reboot de La Mummia e dell’avventuroso action-horror Van Helsing.

David Goyer realizzerà L’uomo invisibile come Sherlock Holmes

Collider ci informa che il progetto di un remake de L’uomo invisibile è vivo e vegeto e che a parlarne è David Goyer il cui nome è legato al progetto in questione sin dal 2007, epoca in cui il regista e sceneggiatore parlò di un ampliamento della mitologia del personaggio naturalmente legata sia al classico letterario di HG Wells del 1897 sia all’adattamento per il grande schermo di James Whale del 1933, interpretato da Claude Raines e oggi aggiunge di volersi ispirare allo Sherlock Holmes di Guy Ritchie e a La Mummia di Stephen Sommers.

Horror News: La cosa, Rob Zombie, Versipellis, Bloody Sin, La Mummia 3D

Infornata di news da  brividi per la consueta rubrica horror settimanale, iniziamo con l’atteso prequel de La cosa, cult anni ’80 di John Carpenter riveduto ed aggiornato per l’occasione dal regista tedesco Matthijs van Heijningen Jr., in coda al post troverete le prime immagini del film e alcune foto dal set.

Curiosità per Rob Zombie, il regista del cult La casa dai mille corpi si cimenta in un progetto benefico che lo vedrà per questo Halloween costruire una casa del terrore in Oregon i cui proventi andranno ad una scuola per non udenti. Zombie si è detto entusiasta dell’opportunità di poter creare ansiogene atmosfere live, del fenomeno delle spooky house che negli states sono una vera mania, oltre che un business avevamo parlato qualche tempo fa, per approfondire cliccate QUI.

Il Re Scorpione 2-Il destino di un guerriero, recensione

Il giovane Mathayus (Michael Copon) ancora adolescente vede il padre perire tra terribili tormenti per mano del  despota Sargon (Randy Couture) generale degli Scorpioni neri e sovrano che utilizza magia e violenza per instaurare un regno di terrore.

Mathayus giurerà vendetta, ma per raggiungere il suo scopo dovrà diventare uno Scorpione nero, e così sarà l’adolescente grazie ad un duro addestramento diventa il miglior guerriero del temibile esercito di Sargon, ma questo non basterà per togliere la vita al sovrano protetto da potenti forze malefiche che impediranno a Mathayus di avere la sua vendetta.

Mathayus in fuga dal palazzo reale non può rinunciare alla sua vendetta così con l’aiuto di un gruppo di alleati tra i quali l’amica d’infanzia Layla (Karen David) decide di recuperare l’unica arma capace di sconfiggere le arti magiche di Sargon, l’unico problema è che l’arma in questione, la leggendaria spada di Damocle, è custodita negli inferi, ma questo non fermerà il prode Mathayus che intraprenderà un periglioso viaggio per recuperarla, così da poter sfidare ad armi pari l’odiato Sargon.

I bruttissimi, Highlander 2-Il ritorno

Oggi per I bruttissimi torniamo al 1991 per un sequel davvero poco memorabile e che spreca un’idea intrigante, due carismatici attori e un film che è diventato un cult grazie ad immersive atmosfere fantasy, duelli a fil di spada e una colonna sonora epocale firmata dai Queen.

Avrete intuito che stiamo parlando di Highlander 2-Il ritorno, confuso e pretenzioso sequel di Russell Mulcahy che oltre a modificare radicalmente la mitologia dell’originale si lancia in tortuose digressioni eco-fantascientiche, e la cosa che sorprende è che ritroviamo cast, Lambert e Connery e il regista dell’originale e quindi un potenziale creativo davvero impressionante che incredibilmente non riesce ne a rispettare l’originale ormai un cult riconosciuto, ne a dare alla serie una direzione alternativa credibile.

Bloopers di Van Helsing

22806912-22806914-large

Il regista Stephen Sommers dopo aver resuscitato, è proprio il caso di dirlo, la mitica Mummia del sacerdote maledetto Imhotep, classico di Karl Freund del ’32 con un memorbile Boris Karloff, aggiornando lo script e aggiungendo alla pellicola una corposa dose di action, humour, avventura ed effetti speciali, decide di proseguire e completare l’omaggio ai classici horror della Universal in un colpo solo.

Nasce così il film Van Helsing che raduna in un singolare, fumettoso e adrenalinico crossover di ultima generazione, L’uomo lupo, La creatura di Frankenstein e il famigerato Conte Dracula, tutte queste fantastiche creature dovranno confrontarsi con l’eroe del film interpretato per l’occasione da Hugh Wolverine Jackman, il fascinoso e letale Gabriel Van Helsing cacciatore di demoni al soldo della Chiesa.

Dopo il salto I nostri consueti Bloopers, che in questo caso vedono coinvolta anche la protagonista femminile dell’operazione nostalgia messa in scena da Sommers, la splendida Kate Beckinsale nei panni della prinicipessa Anna, ultima sopravvissuta  della stirpe gitana dei Valerious. Buon proseguimento

Legion, recensione

la-locandina-italiana-del-film-legion-146578

In cielo si sta organizzando l’ultima incursione divina sulla terra, Dio deluso e sconcertato dalla follia e dalla violenza che scaturisce dalla anime perdute dei suoi figli, organizza una legione di angeli affinchè una volta sulla terra portino, come a suo tempo fece il diluvio universale, una purificatrice distruzione totale che mondi i peccati, ponendo fine alla razza umana.

A capeggiare la schiera di angeli legionari l’arcangelo Gabriele (Kevin Durand) che accetta di buon grado di farsi messaggero e portatore dell’ira divina sulla terra, onde spazzare via quell’essere imperfetto che ha usurpato il posto degli angeli nel cuore del Padre, così che gli angeli tornino ad essere i prediletti come è destino che sia.

Un angelo ribelle, il tormentato Michele (Paul Bettany) però non è d’accordo, crede nell’essere umano forse ancor di più del creatore stesso e arrivato sulla terra, abbandonate ali ed armatosi fino ai denti, decide di difendere l’ultima anima che potrà con la sua nascita salvare la razza umana, il figlio mai voluto che Charlie (Adrianne Palicki) cameriera in una stazione di servizio nel bel mezzo del nulla, porta in grembo.