La cosa, effetti speciali da cult

Qualche tempo fa leggevamo su una rivista specializzata una dichiarazione alquanto azzardata in cui parlando dei numerosi remake, prequel e reboot horror in arrivo, tra i quali quello del cult La cosa, si definivano i terrificanti effetti speciali del film di John Carpenter come invecchiati male.

Quindi visto che è in arrivo un aggiornatissimo prequel e che il cinema di ultima generazione dimentica sempre più spesso quanto make-up tradizionale e animatronica donino corpo e realismo agli effetti speciali, abbiamo deciso di rispolverare proprio le disturbanti meraviglie in animatronica del make-up artist Rob Bottin, che all’epoca dell’uscita del film di Carpenter crearono non poche polemiche.

La cosa, bootleg trailer del remake del film di John Carpenter

E’ stato messo online, seppur in qualità decisamente bassa, il trailer de La cosa, il remake del celebre film di John Carpenter, girato questa volta da Matthijs Van Heijningen Jr.

Se siete curiosi e non avete voglia di aspettare i video ufficiali, vi consiglio di spiare la clip che trovate qua sopra.

Horror News: La cosa, Rob Zombie, Versipellis, Bloody Sin, La Mummia 3D

Infornata di news da  brividi per la consueta rubrica horror settimanale, iniziamo con l’atteso prequel de La cosa, cult anni ’80 di John Carpenter riveduto ed aggiornato per l’occasione dal regista tedesco Matthijs van Heijningen Jr., in coda al post troverete le prime immagini del film e alcune foto dal set.

Curiosità per Rob Zombie, il regista del cult La casa dai mille corpi si cimenta in un progetto benefico che lo vedrà per questo Halloween costruire una casa del terrore in Oregon i cui proventi andranno ad una scuola per non udenti. Zombie si è detto entusiasta dell’opportunità di poter creare ansiogene atmosfere live, del fenomeno delle spooky house che negli states sono una vera mania, oltre che un business avevamo parlato qualche tempo fa, per approfondire cliccate QUI.

10 fanta-horror da brividi

In occasione dell’uscita proprio oggi nelle sale del film Pandorum-L’universo parallelo, abbiamo scelto di stilare una delle nostre classifiche particolari con una top ten dei più inquietanti fanta-horror di sempre limitandoci naturalmente a pellicole con ambientazione fantascientifica, lasciando il fantasy con suggestioni horror per un’altra occasione.

Quindi non potevamo certo dimenticare i primi due film dedicati all’ansiogena icona fanta-horror Alien, che grazie alla muscolare rilettura tra action e war-movie del regista James Cameron ha figliato uno dei sequel più belli della storia del cinema di genere, idem per il cugino Predator che in questi ultimi anni ha vissuto una corposa serie di rivisitazioni, crossover e sequel, vedi il recente Predators che però non hanno purtroppo raggiunto i picchi di tensione delle ansiogene atmosfere da foresta pluviale dell’originale di John McTiernan.

Atto di forza, recensione

total_recall (500 x 742)

Siamo in un futuro in cui la realtà virtuale è parte del quotidiano e la tecnologia ha raggiunto livelli tali da poter rendere Marte abitabile grazie a delle cupole che una corporazione ha installato, fornendo aria respirabile ai coloni e controllando di fatto il pianeta, contrastata da una sorta di resistenza che non accetta un vero e proprio regime che tiene in scacco la popolazione con il ricatto.

Frattanto sulla terra Douglas Quaid (Arnold Shwarzenegger) un operaio edile è tormentato da un incubo ricorrente e ricco di particolari che lo vede morire su Marte, pianeta su cui l’uomo non è mai stato. Un incubo che diventerà una sorta di ossessione e che lo porterà a cercare delle risposte tramite un’agenzia di turismo virtuale, la Rekall che gli permetterebbe di visitare il pianeta senza affrontare un viaggio e una spesa decisamente insostenibili e magari finirla una volta per tutte con i suoi incubi.

Purtroppo la procedura per installare i ricordi virtuali che resteranno nella memoria di Quaid anche al suo ritorno dalla vacanza virtuale, ne risveglieranno di latenti. Quaid scoprirà che la sua vita è una menzogna, che la sua memoria è stata manipolata e che i suoi incubi sono in realtà reminiscenze di vita vissuta, così dopo aver rischiato di essere ucciso dalla propria moglie e da alcuni colleghi di lavoro, Quaid punterà al Pianeta rosso, unico posto dove troverà le risposte che cerca.

Horror remake, sul piatto oltre 50 possibili rifacimenti

301obrb

Il sito canadese Horror-movies.com prova per la seconda volta a stilare una lista dei possibili remake-horror made in Hollywood, tra i titoli progetti ancora in fase embrionale, quelli praticamente pronti al debutto e progetti che sono ancora solo un’idea nella testa di qualche produttore.

Sul piatto titoli che si propongono come provvidenziale ancora di salvezza per una palese e desolante crisi creativa degli sceneggiatori americani che dopo aver saccheggiato libri e fumetti, aver sfornato una serie impressionante di reboot e sequel, e ancora impegnati a razziar diritti tra serie tv e videogames, puntano al pubblico più giovane toccando alcuni cult horror, che se da una parte porteranno certamente una notevole fetta di pubblico giovane nei cinema, dall’altra fanno  preoccupare non poco i vecchietti come noi, che vedono rimaneggiati a volte ìn maniera davvero indecorosa, pietre miliari che hanno fatto la storia del genere.

Action figures, 10 mostri da collezione

PFNP017lg (500 x 552)

Oggi per lo spazio dedicato alle action figures vi proponiamo una sorta di classifica in cui vi elenchiamo dieci pezzi da collezione selezionati tra le riproduzioni più curiose, disturbanti ed originali dedicate al cinema horror e che spaziano dalle classiche action figures fino alle statue.

Naturalmente abbiamo selezionato pezzi ancora facilmente reperibili sul mercato e che per costo, dimensioni e caratteristiche toccano un pò tutti i generi e soprattutto le tasche.

Dopo il salto la nostra classifica e la consueta galleria fotografica con cui potrete approfondire la conoscenza di questi incubi in miniatura tutti da collezionare.

Taylor Lautner in Streeth Armstrong, Russell Crowe in A star is born, Mary Elizabeth Winstead nel prequel de La Cosa

Taylor Lautner

Mary Elizabeth Winstead sarà la protagonista del prequel de La Cosa: l’attrice interpreterà il ruolo di Kate Lloyd, una ricercatrice che in Alaska studia una nave spaziale intrappolata nei ghiacci. Nel film ci sarà anche Joel Edgerton.

Taylor Lautner interpreterà Steetch Armstrong, il pupazzo dalle braccia allungabili tanto amato negli anni settanta protagonista dell’omonimo film scritto da Steve Oederkerk e prodotto da Brian Grazer, che sarà girato in 3D e uscirà nel 2012.

B-cult, Distretto 13: le brigate della morte

assault4 []

Torniamo ad occuparci di John Carpenter e dei suoi primi lavori low-budget. Dopo aver terminato nel 1974 Dark Star, il regista si trova a disposizione un piccolo budget e completa libertà per realizzare il western metropolitano Distretto 13- le brigate della morte, un’ottima soluzione che permise al regista di mediare il suo desiderio di realizzare un western classico con i pochi mezzi a disposizione.

Un isolato distretto di polizia situato in una pericolosa zona di Los Angeles presidiata da gang giovanili  viene assediato da una banda di teppisti determinata a massacrarne tutti gli occupanti, per il manipolo di assediati all’orizzonte un’interminabile nottata di terrore.

B-cult: Il signore del male

prince_dark

Carpenter firma il secondo capitolo della sua personale Trilogia dell’Apocalisse inaugurata nel 1982 con il cult fanta-horror La Cosa e conclusasi nel 1995 con l’omaggio a Lovecraft  Il seme della follia. Il signore del male, pellicola del 1987, mette in atto una sorta di profezia apocalittico-religiosa dall’ambiziosa struttura narrativa che mette in campo religione, esoterismo  e scienza in una sorta di terrificante invasione demoniaca.

Anche in questo caso come ne La Cosa vale la teoria isolamento e assedio, quindi un gruppo di persone costrette in un ambiente angusto, in questo caso una chiesa abbandonata i cui sotterranei nascondono un misterioso cilindro contenente in forma liquida l’essenza pura del maligno.

Dead Space: tra horror, videogame e cinema interattivo

Con l’avvento del Blu-ray e delle consolle next-generation supportate dalla tecnologia ad alta definizione eccoci pronti per entrare definitivamente in quello che può essere definito cinema interattivo. Stiamo parlando dei videogames di ultima generazione che in un continuo scambio di concept, contenuti e personaggi si sta ibridando regalando al cinema un nuovo filone da sfruttare, permettendo a se stesso di assorbire atmosfere, e suggestioni di classici horror e sci-fi trasportando lo spettatore in un universo interattivo che ne aumenta esponenzialmente l’esperienza sensoriale,

Dead Space arriva come il prototipo dei nuovi videogames, e non stiamo parlando solo di un’evidente evoluzione estetica ma bensì di un coinvolgimento ed una interattività che erano cominciate con videogames come Resident Evil e Silent Hill e stanno raggiungendo nuove frontiere nel campo dell’entertainment videoludico.

La cosa: Carpenter vs. Hollywood

In principio c’era un piccolo cult di fantascienza anni ’50, La cosa da un altro mondo di Howard Hawks e Christian Nyby, una pellicola che ancora oggi gode di una certa atmosfera. Carpenter ha sempre amato questo film, profondamente, visceralmente e ne ha fatto una rilettura tesa e paranoica.

Certo che girare questo film è stato per Carpenter un vero tour de force produttivo, il cast è funzionale e convincente, su tutti l’attore feticcio di Carpenter il grande Kurt Russell, qui al top delle sue interpretazioni, minimalista  e coinvolgente, poi ottimi caratteristi di contorno e una landa di ghiaccio che sovrasta il microcosmo umano e alieno creato dal regista.

Camp Rock 2, A-Team, New Moon, Centurion, Leap Year, Fleming, Le Cronache di Narnia, il viaggio del Veliero: novità

Piovono notizie da Hollywood. Non perdiamo tempo e cominciamo subito: a luglio cominceranno le riprese dell’adattamento cinematografico dell’amatissimo telefilm A-Team. A dirigerlo sarà chiamato Joe Carnahan. L’unica differenza con la serie e che nel film, che uscirà l’11 giugno del 2010, i quattro mercenari saranno veterani non del Vietnam, ma del Medio Oriente.

Capitolo sequel: è stato confermato Camp Rock 2 in cui sarà presente ancora, insieme ai Jonas Brothers, Demi Lovato; Dakota Fanning è realmente in trattativa per New Moon, tanto che pare che il regista Chris Weitz le abbia offerto il ruolo di Jane senza nemmeno provinarla; Le Cronache di Narnia: Il viaggio del Veliero si farà, dato che la 20th Century Fox ha annunciato il proprio coinvolgimento nel progetto. Una volta definito il budget e la sceneggiatura, si cominceranno le riprese per far uscire il film nel corso delle vacanze del 2010; Il film di John Carpenter La cosa avrà un prequel: a scrivere come sia arrivata sulla Terra la creatura aliena mutante è stato chiamato Ronald D. Moore, mente di Battlestar Galactica, mentre a dirigerlo ci sarà il regista pubblicitario Matthijs van Heijningen.