Recensione: Il cosmo sul comò

di Enrico.Nanni 18

Dopo Tu la conosci Claudia? tornano a farsi sentire Aldo, Giovanni e Giacomo. Sembra sia passata una vita, ed eccoli di nuovo sui nostri grandi schermi con un film a episodi fatti per far ridere e illuminati dalla voce del grande maestro orientale Tsu’ Nam.

Si inizia proprio dai modi serafici del maestro, accompagnato dai suoi sgangherati discepoli; sono loro l’inizio e la fine, e la ricerca dell’illuminazione diventa ricerca di quello che volete voi: le risate, una critica non molto velata alla specie umana e a quella italiana in particolare.

Il primo dei tre episodi mi è sembrato forse il più debole, dando al film un inizio abbastanaza pacato; vediamo le tre famiglie dei nostri eroi, stereotipate quanto basta, che cercano (invano) di allontanarsi da una fastidiosa Milano d’agosto. Ovviamente per un motivo o per un altro non vi riuscianno, e le loro strade sono destinate grottescamente a incrociarsi.

Anche il secondo episodio non esprime certo in modo esaltante il potenziale comico del trio; stavolta vediamo Aldo nei panni di un giovane innamorato di una ragazza del prorpio paese, mentre, Giacomo è il prete di una chiesa diroccata e Giovanni un folle sacrestano che si approfitta del proprio ruolo per rubare le offerte.

Il film si riprende decisamente nel terzo episodio, che ammicca in modo ironico e intelligente a Harry Potter. Si ride alla grande, e le risate hanno un volume molto più alto finalmente; devo essere sincero, inizialmente non sembrava neanche un film del mitico trio. Mentre vedevo scorrere i due episodi non facevo che pensare alle lacrime agli occhi dal ridere che avevo nel vedere la loro opera prima, Tre Uomini e una gamba, visto quasi per caso al cinema all’aperto.

L’ultimo episodio è il migliore in assoluto, in cui vediamo i nostri in forma splendente; stavolta si parla di coppia, di maternità e delle mille problematiche legate a questi stessi termini. Eccezionale il cameo di Angela Finocchiaro, nei panni di una mitica dottoressa.

Non c’è niente da dire, il film si lascia vedere più che tranquillamente; certo non si tratta del film più esaltante del trio, almeno questo è quello che ho percepito. Non mi sono esaltato, e considerate che sono andato a vedere l’ultimo loro spettacolo dal vivo e mi è piaciuto tantissimo, e si è verificato un climax esploso in una serie continua di risate del pubblico, le celebri e auspicate risate fino alle lacrime.

Che dire, è probabile che la loro formula comica in qualche modo debba essere rinfrescata, o che comunque non possa essere inserito con successo in qualsiasi cornice; il resto chiaramente è ottimo, a partire dalla regia per arrivare alla sceneggiatura.

Con questo sottolineo che essendo il film strutturato a gag/sketch, è ovvio che aspettarsi la consistenza (anche non) lineare di un film “normale” in qualche modo sia non del tutto adeguato; il divertimento aumenta secondo me se si finge di non essere al cinema.

Il cosmo sul Comò è un film diretto da Marcello Cesena; nel cast, oltre ad Aldo Baglio, Giovanni Storti e Giacomo Poretti vediamo Silvana Fallisi, Sara D’amario,Victoria Cabello, Sergio Bustric, Luciana Turina, Cinzia Massironi, Alfredo Colina, Debora Villa, Elena Giusti, Federica Cifola, Lucianna De Falco, Raul Cremona, Isabella Ragonese e la mitica Angela Finocchiaro.

Commenti (18)

  1. Una tristezza assoluta. Un dei film piu’ brutti che abbia mai visti,senza capo ne’coda. Lo sconsiglio nella maniera piu’assoluta.

  2. Il film è veramente orrendo, sono rimasto estremamente deluso da un trio che, sino a qualche anno fa, avrei definito comicamente magico, Natale a Rio fa ridere sul serio, seppur più sboccato e volgare, ma ribadisco, fa ridere.

  3. Parto col dire che io adoro da sempre il trio…ma questo film e’ davvero un flop a cinque stelle, monotono battute trite e ritrite , salvo a fatica l’episodio dei quadri ,il resto non merita nemmeno un commento…mi domando dove sia finita la verve del trio e la loro comicita’ che alla fine ti lasciava sempre un senso di riflessione …mha..povero cinema italiano…mi sento profondamente deluso da 3 attori ke nel nome del dio euro hanno partorito una colossale ca…a

  4. Il cosmo sul comò, che delusione!
    Al massimo mi ha strappato qualche sorriso e nulla più. Scadentissimo. Non capisco quelli che si sono divertiti da matti (rarissimi , per la verità e probabilmente con q.i. borderline)..

  5. Ottima recensione…sto leggendo tanti pareri contrastanti….

  6. ..Io sono andata a vederlo con amici.
    Al primo episodio volevo già uscire!!
    L’unica intuizione decente è quella dei quadri.
    Il resto è un deserto, quasi un senso di forzatura, come se si fossero trovare a fare un film per rispettare qualche scadenza e ci avessero buttato dentro tutti gli scarti di gag e idee passate.
    Orridamente deludente.

  7. film in crescendo, come da recensione, ma non deludente, credo che dobbiamo aspettarci di più dal prossimo: intravedo una ricerca più fine di divertimento impegnato che forse con questo film hanno centrato solo in parte. Da sempre loro sono divertenti anche solo con uno sguardo… perchè non concedergli il tentativo ? e poi, non ditemi che non avete riso alla scena del cassonetto, quando Giacomo ne tira su solo uno !
    Stie ben !

  8. Primo vero passaggio a vuoto per il ventennale trio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>