Jerry Calà torna a vivere da solo

di Massimiliano Miano Commenta

Il 28 novembre, Torno a vivere da solo. Protagonista del sequel cult Vado a vivere da solo è sempre Jerry Calà che, diretto nel 1982 dal regista Marco Risi, vestiva i panni di uno studente inconcludente e fuoricorso alle prese con una decisione campale: lasciare i genitori per cominciare a vivere per conto proprio, in una squallida mansarda. Prospettiva allettante per il sogno di “libertà”, ma che si rivela piena di imprevisti.

La commedia, che uscirà nelle sale la fine di novembre, è questa volta basata su una sceneggiatura dello stesso Calà e di Gino Capone. Il film riprende le vicende di Giacomo affermato agente immobiliare, che scappa da sua moglie Francesca, una napoletana approdata a Milano negli anni ’80 e dalla famiglia, in cerca di evasione dalla routine e dallo stress quotidiano.

Torno a vivere da solo vuole essere un vademecum per sopravvivere alla separazione, una sorta di manuale di divorzio, che tocca i problemi della famiglia allargata, intorno alla quale ruotano un gruppo di amici separati e disperati.

Tra gli interpreti troviamo un trio di bellezze femminili come Randi Ingerman, Eva Henger Tosca D’Aquino, unito ad un parterre di comici cui spiccano i nomi di Paolo Villaggio, Enzo Iacchetti e Max Parodi. Don Johnson, l’ex sbirro di Miami Vice è il co-protagonista del film, scontento ed esausto della propria moglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>