Film in concorso a Venezia 70: Parkland

di Redazione Commenta

 

A quasi cinquant’anni dall’assassinio di John Fitzgerald Kennedy, avvenuto a Dallas il 22 novembre 1963, è stato affrontato l’argomento da un punto di vista completamente nuovo: quello dello staff di medici che, all’ospedale Parkland di Dallas, soccorsero il presidente americano in fin di vita.

Sappiamo che non riuscirono a salvarlo, ma Parkland, film diretto dall’esordiente Peter Landesman, si preannuncia comunque come una storia  avvincente e ricca di colpi di scena. L’omicidio, oltre a cambiare la storia per sempre, ha conseguenze immediate anche sulla vita  alcune persone che si sono trovate costrette a fare una scelta in breve tempo: i medici e gli infermieri dell’ospedale di Parkland, il capo dei servizi segreti di Dallas, il cameraman che ha ripreso le immagini dell’omicidio, gli agenti dell’Fbi che avevano il killer Lee Harvey Oswald a portata di mano e il vicepresidente Lyndon Johnson, che ha preso le redini del paese in un momento di grande crisi.

Il cast è d’eccellenza: Zac Efron, Paul Giamatti, Billy Bob Thornton, Marcia Gay Harden. Giamatti veste i panni di Abraham Zapruder, fervente ammiratore del presidente che ne riprese involontariamente la morte con una videocamera. Zac Efron sarà invece un medico dell’ospedale e Marcia Gay Harden la capo-infermiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>