10 finali da thriller

di Redazione 1

Classifica molto particolare quella che vi proponiamo quest’oggi, abbiamo deciso di stilare una lista di titoli che hanno nella sequenza finale uno dei loro maggiori punti di forza, si spazia così dal thriller ispirato ai classici di Agatha Christie al thriller dalla forte impronta horror, sino alla contaminazione sovrannaturale con una ricercata veste ricca di suggestioni di origine letteraria.

Tutti i titoli che abbiamo selezionato hanno nella costruzione della sceneggiatura, nella scelta delle inquadrature sino ai dialoghi, l’intento ultimo di ingannare o meglio fuorviare l’attenzione dello spettatore, onde acccompagnarlo verso un epilogo che punta allo shock ben pianificato.

Certo che oggi di fronte ad uno spettatore ormai sin troppo avvezzo a determinate meccaniche utilizzate in fase di sceneggiatura e con un genere come il thriller ormai ibridato a molteplici livelli,  è difficile sorprendere o almeno spiazzare lo spettatore, ma di certo restano in piedi alcune dinamiche che premono sulla curiosità, sobillando l’intuito in maniera intelligente o perlomeno non totalmente passiva,  giocando con chi dall’altro lato dello schermo non si limita a subire passivamente la visione.

IO FINALI DA THRILLER

1-IL SESTO SENSO di M. Night Shyamalan (USA, 1999)

effetto sorpresa 10/10

Cole:
Vedo la gente morta!

2-UNA PURA FORMALITA’ di Giuseppe Tornatore (Italia/Francia 1994)

effetto sorpresa 9/10

3-I SOLITI SOSPETTI di Bryan Singer (USA ,1995)

effetto sorpresa 9/10

Roger Verbal Kint: La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato convincere il mondo che lui non esiste, e come niente… sparisce!


4-ALLUCINAZIONE PERVERSA di Adrian Lyne (USA,1990)

effetto sorpresa: 10/10

5-THE OTHERS di Alejandro Amenabar (USA/Francia/Spagna,2001)

effetto sorpresa 9/10

Grace: Nessuna porta deve essere aperta prima che l’ultima sia stata chiusa


6-ANGEL HEART-ASCENSORE PER L’INFERNO di Alan Parker (USA,1987)

effetto sorpresa 8/10

Louis Cyphre: Si dice che al mondo ci sia tanta religione  per far si che gli uomini si odino, ma non abbastanza perché gli uomini si amino.


7-IDENTITA’ di James Mangold (USA, 2003)

effetto sorpresa 9/10

8-THE VILLAGE di M. Night Shyamalan (USA, 2004)

effetto sorpresa 8/10

9-THE SKELETON KEY di Iain Softley (USA,2005)

effetto sorpresa 8/10

10-ORPHAN di Jaumet-Collet Serra (USA/Canada)

effetto sorpressa 8/10

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>