Cartoon Club è un evento le cui radici storiche affondano nella volontà di affermare, proprio in Italia, il cartone animato italiano, che proprio nel suo paese d’origine non riesce ad attecchire in modo adeguato.

La cosa paradossale è che invece all’estero il cinema d’animazione italiano riesce a spiccare, comunque più di quanto non riesca a fare qui.

Il festival nasce il 10 agosto 1985 da un’idea originale di Paolo Scarponi (1947-1991) e Isidoro Lanari scaturita durante l’edizione 1983 di Round, la rassegna dedicata al cinema indipendente, organizzata dalle ACLI riminesi.


Sul sito della manifestazione c’è un ottimo e interessante riepilogo sulla storia di Cartoon Club, che riesce a cogliere dalle origini fino ad oggi l’evoluzione in contro alla quale è andato incontro questo evento, ormai quasi leggendario, ambientato nella città di Rimini.

In questa sede basti sapere che il festival si è letteralmente sparso a macchia d’olio nella città che lo ospita, nel senso che dall’originale, unica sede di quel lontano 1985, rappresentata dall’ex pescheria di Rimini, Cartoon Club si è letteralmente impadronito dell’intera città, invadendola con sipari ed eventi.

Dal 6 al 27 Luglio sono state proposte continue proiezioni, incontri con gli autori, una Mostramercato non stop; e ancora avremmo potuto visitare degli interessanti laboratori concepiti apposta per i bambini, nonchè una sensazionale Cosplay Convention.

Il programma è così nutrito che quasi si fa fatica a crearsi un percorso attraverso gli eventi che compongono la totalità della manifestazione. La quantità di opere che vengono proiettate è veramente di notevole portata.

Per la sezione Artecartoon: Cartoon Club ai Musei Comunali vedremo proiettati Valiant di Gary Chapman e Aida degli Alberi di Guido Manuli.

La nutrita sezione Cartoon Club a PIazzale Federico Fellini vedrà invece come protagonisti film di animazione provenienti da tutto il mondo proiettati sul mega schermo montato in piazzale Fellini, nonchè le novità di Cartoon Network e Boomerang, le serie più belle del Gruppo Alcuni.

Sempre alla stessa sezione parteciperanno i film del Premio Signor Rossi, i Cartoon d’Or (oscar europei del cinema d’animazione), una selezione di cinema d’animazione dall’Estonia, le produzioni di Emilia-Romagna Regione Animata, il settantennale di Superman, e una selezione speciale dedicata alle opere di Cristina Làstrego e Francesco Testa.

E se non bastasse ancora eventi, Chiostro d’Estate, Fumetti on the Beach, Chiostro Estate, RiminComix, Palmares, e una serie nutritissima di stage e di workshop incentrati su tutte le sfaccettature del mestiere del fumettista e del creatore di animazioni.

Cartoon Club porta avanti la propria mission proponendo corsi di vario tipo in termini di sceneggiatura e tecnica del fumetto, per non parlare dei corsi di didattica del cinema d’animazione promossi nelle scuole.

Le proposte del festival si sono quindi moltiplicate, ma non è mai andata persa la vocazione primaria del festival, lo spirito originario, ovvero quello che spinge Cartoon Club di avvicinare il pubblico al mondo del cinema d’animazione e del fumetto attraverso una formula che crea un funzionale connubio tra divertimento e cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>