Venezia 2009 venerdì 11, ieri applausi per Capotondi e Soul kitchen, oggi l’atteso Lola e il cyberpunk di Tsukamoto

di Pietro Ferraro 1

Penultima giornata del Festival di Venezia, il TotoLeone impazza, per i pronostici esclusi i quattro italiani per il Leone d’oro, nella pole position fa capolino anche Michael Moore e il suo Capitalism: a love story, mentre Margherita Buy (Lo spazio bianco) e Viggo Mortensen (The Road) i papabili come miglior interpreti, intanto ieri Capotondi e Akin convincono la stampa.

Dopo La sposa turca il regista Fatih Akin passa a un registro più leggero e parla della problematica gestione di un ristorante ad Amburgo da parte di due fratelli di origine greca.

Sentivo di dovere un film a questa città…a prima vista potrebbe sembrare una sceneggiatura più semplice rispetto ai miei film precedenti-puntualizza il regista accolto con un’ovazione alla conferenza stampa-ma in realtà è davvero più complicato creare umorismo che mettere in scena un dramma.

Anche per Giuseppe Capotondi e il suo La doppia ora, quarta e ultima pellicola italiana selezionata per il concorso ufficiale, ieri ottima accoglienza, la storia racconta di una coppia, Sonia e Guido, che durante una gita romantica in una villa fuori città diventa ostaggio di una banda di rapinatori, il sequestro finirà con il ferimento di Sonia e la morte di Guido, ma la trama prenderà inaspettatamente un’insolita connotazione sovrannaturale

Una storia d’amore – la definisce l’esordiente regista – venata di mistero. E anche se il film ha una costruzione di genere, con elementi presi a prestito dal noir, il melodramma e il thriller, la sua forza deriva dai conflitti che si agitano dentro l’anima dei due protagonisti.

Oggi invece per i film in concorso è la volta di Lola di Brillante Mendoza molto atteso dalla stampa, del terzo episodio della saga di Tsukamoto Testsuo: The Bullet Man e fuori concorso un altro horror, The Hole del regista americano Joe Dante.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>