Treevenge, cortometraggio

di Pietro Ferraro 4

Anche se ormai il Natale è alle nostre spalle e ci approssimiamo all’estate, oggi vi segnaliamo il cortometraggio Treevenge che ha per protagoniti un esercito di inferociti alberi di Natale in rivolta, stanchi dei soprusi e delle angherie natalizie che ogni anno li vedono sradicati dai loro rigogliosi habitat, costringendoli in striminziti vasi, soffocati da una miriade di pesanti e pacchiani addobbi natalizi.

Questa violenta ed efferata rivolta degli abeti viene raccontata in maniera davvero spettacolare dal regista Jason Eisener, giovane cineasta americano che ha molto in comune con filmaker d’assalto come Sam Raimi e Robert Rodriguez, con il primo condivide una passione maniacale e totalizzante per il cinema di genere, studi universitari e appunto la splatter/comedy come stile di rferimento, con il secondo il film Grindhouse e la sua autobiografia Rebel without a crew, libro in cui Rodriguez racconta il suo percorso di filmaker a zero budget, divenuto fonte d’ispirazione per Eisener.

Dopo una serie di mediometraggi da un’ora, un finto trailer per il film Grindhouse di Tarantino/Rodriguez, Hobo with a shotgun da cui una compagnia canadese vorrebbe produrre un lungometraggio, nel 2009 Eisener scrive e dirige il corto Treevange.

Treevange non lesina in iperviolenza ed effettacci splatter che sfiorano il grottesco, miscelandosi in maniera perfetta con la suggestiva atmosfera natalizia che ammicca a classici come Gremlins e Black Christmas, a cui si aggiunge una surreale vena comedy che omaggia B-movies come Jack Frost ed Evil Dead, quest’ultimo palesemente citato in una sequenza.

Treevange costato 5.000$ e girato in dieci giorni, è stato selezionato e premiato in numerosi festival, ricevendo un menzione d’onore al prestigioso Sundance film Festival. Avvertiamo che il filmato contiene scene di violenza esplicite e il cattivo gusto come in ogni splatter che si rispetti regna sovrano, quindi lettore avvisato…

TREEVENGE PRIMA PARTE

TREEVENGE SECONDA PARTE

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>