L’impero colpisce ancora e La febbre del sabato sera tra i titoli da preservare

Anche quest’anno l’archivio National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti ha rilasciato i 25 titoli che andranno a far parte della libreria delle opere cinematografiche da preservare raggiungendo così la ragguardevole cifra totale di 550 film conservati.

Dopo il salto potete consultare la lista integrale dei titoli selezionati tra cui spiccano L’aereo più pazzo del mondo con protagonista il compianto Leslie Nielsen, L’impero colpisce ancora seconda puntata della trilogia di Star Wars, l’horror L’esorcista, il memorabile Tutti gli uomini del presidente con l’accoppiata Robert Redford/Dustin Hoffman, il classico con Travolta La febbre del sabato sera e il cortometraggio del ’67 Labirinto elettronico: THX 1138 4EB, saggio conclusivo per il master universitario dell’allora studente in cinematografia George Lucas.

Il piccolo Lord, recensione

Il piccolo Cedric Errol (Rick Schroder) orfano di padre vive con la madre negli Stati Uniti quando a causa della morte dello zio paterno, diventa erede universale dei beni del nonno Lord Dorincourt (Alec Guiness), conte di una nobile casata inglese di cui faceva parte anche il padre, almeno sino a quando il nonno di Cedric non lo ripudiò per aver sposato una donna  americana e di umili origini.

Cedric non ha mai visto il nonno ne sa nulla dell’acredine che corre tra lui e la madre, quindi acquisito il titolo di Lord Fauntleroy si vedrà costretto a trasferirsi in Inghiltrerra per avere una’educazione degna di un Lord inglese e convivere con il nonno che da subito si dimostrerà burbero e scostante, in special modo con la madre di Cedric a cui sarà proibito alloggiare nel castello, costringendo così la donna ad occupare un’abitazione distante dal figlio.

Empires of the deep, I pirati dei Caraibi ispirano la Cina

La Cina tenta il colpo grosso con l’entertainment cinematografico d’alto profilo mettendo in cantiere il fantasy Empires of the deep, un kolossal internazionale in 3D con un cast prevalentemente americano e girato in inglese.

L’ambizioso produttore Jon Jiang ha le idee molto chiare, un kolossal che misceli l’impatto scenografico di due campioni d’incassi made in USA come la quadrilogia de I pirati dei Caraibi e il blockbuster in 3D Avatar di James Cameron, con l’aggiunta di una ben pianificata e capillare distribuzione internazionale, si parla di 160 paesi in cui verrà distribuita la pellicola.

Star Wars-L’impero colpisce ancora, recensione

A due anni dalla distruzione della Morte Nera, l’Alleanza Ribelle si è rifugiata sul gelido e inospitale pianeta Hoth per sfuggire alle incursioni dei droidi-sonda dell’Impero, inviati dal malvagio Dart Fener per scovare e reprimere nel sangue tutti i focolai di ribellione.

Fener pur di raggiungere il suo scopo si allea con il contrabbandiere Jabba the Hutt e con alcuni cacciatori di taglie al suo servizio che hanno il compito di scovare Han Solo (Harrison Ford) debitore di Jabba e alleato della prinicipessa Leila (Carrie Fisher) e di Luke Skywalker (Mark Hamill).

Purtroppo gli sforzi dell’Alleanza Ribelle di restare defilata ai confini dello spazio conosciuto non avranno l’esito sperato, uno dei droidi-sonda imperiali troverà Skywalker e compagni e sul pianeta Hoth ben presto infurierà una battaglia contro l’esercito imperiale giunto in forze per distruggere la base dei ribelli.

Il sesto senso ha il miglior finale shock di tutti i tempi

Qualche post or sono vi avevamo proposto la nostra classifica personale dei 10 migliori finali da thriller eleggendo vincitore assoluto proprio Il sesto senso di M. Night Shyamalan che in questi giorni è uscito vincitore da un sondaggio che lo ha eletto film con il migliore finale shock di tutti i tempi, battendo classici come Psycho di Hitchcock e I soliti sospetti di Bryan Singer.

Il sesto senso ha regalato ampia visibilità, ma anche grandi responsabilità al regista indiano che dopo il grande successo della sua pellicola ha dovuto più volte confrontarsi con quello che ormai è considerato un vero classico del thriller sovrannaturale. Shyamalan dopo aver ingannato il pubblico con un intrigante gioco di specchi e mostrato un Bruce Willis tormentato ed efficace ci riproverà, con minor fortuna ed incisività. cinque anni dopo con il suo The Village.

Video parodia cartoon di Star Wars

family_guy_star_wars-12576

Oggi vi segnaliamo una divertente video-parodia ispira al cult di George Lucas Star Wars e che ha per protagonisti i personaggi della famosa serie tv I Griffin/Family Guy. Come già accaduto con altri cult d’animazione del piccolo schermo, vedi I Simpson e il cugino Futurama, anche in questo caso l’approccio al mito in celluloide non potrà che soddisfare anche i cultori più irriducibili della trilogia originale, visto che alla parodia cartoonizzata ha collaborato la stessa Lucasfilm.

Mentre è in corso d’opera la terza puntata della trilogia dedicata a Il ritorno dello Jedi, la seconda puntata Something omething something dark side, dedicata a L’Impero colpisce ancora è uscita di recente in edizione DVD  anche in Italia.

Le clip che vi proponiamo dopo il salto sono stralci dell’imperdibile primo episodio speciale Blue Harvest dedicato al primo capitolo della serie di recente ribattezato , Una nuova speranza. Buon divertimento.

Blade Runner è il miglior film di fantascienza di sempre

Se qualcuno avesse ancora dei dubbi sui più bei film di fantascienza di tutti i tempi si segni la classifica, che troverà dopo il salto, indetta dal sito Moviefone.com.

Secondo il sondaggio online il miglior film del genere è Blade Runner, la pellicola futuristica diretta da Ridley Scott e interpretata magistralmente da Harrison Ford e Rutger Hauer. Il film ha battuto la concorrenza dei vari capitoli di Guerre Stellari e di due della saga di Alien.

Fa riflettere, che, con le tecnologie che abbiamo da qualche anno a questa parte, non ci sia nella lista dei primi dieci nemmeno un film del 2000 (il più recente è Matrix).