Science Fiction 2010, a Trieste si premia la fantascienza

Ha debuttato ieri a Trieste la decima edizione del festival internazionale dedicato alla fantascienza Science+Fiction, imperdibile appuntamento per cultori ed appassionati di sci-fi che si godranno una intensa quattro giorni che oltre al concorso, festeggerà il decennale con prestigiosi ospiti, ghiotte anteprime ed eventi editoriali.

La giuria internazionale di quest’anno vede tra i partecipanti due nomi di spicco del cinema di genere made in Italy, Lamberto Bava regista del dittico splatter Demoni e Ruggero Deodato autore del controverso cult Cannibal Holocaust.

Il festival anche quest’anno sarà organizzato in cinque sezioni, Neon con la Selezione ufficiale e tre titoli in concorso, tra cui Krokodile il nuovo film di Stefano Bessoni (Imago Mortis), Corti dedicata a short a tematica fantastica, Italiani nello spazio omaggio al cinema sci-fi italiano e al regista Antonio Margheriti, la sezione Tv Sci-fi riservata alle produzioni televisive e infine la sezione speciale Extra dedicata alla Settimana UNESCO di educazione allo sviluppo sostenibile 2010.

Tra i film proiettati alla rassegna oltre all’attesa anteprima italiana di Cold Souls di Sophie Barthes con Paul Giamatti ed Emily Watson, comedy-fantascientifica acclamata all’ultimo Sundance, anche il fanta-horror d’oltralpe Djiins dei coniugi Hughes e Sandra Martin e Cargo di Ivan Engler, la prima space-opera made in Svizzera.

2 commenti su “Science Fiction 2010, a Trieste si premia la fantascienza”

Lascia un commento