Recensione: La fidanzata di papà

di Massimiliano Miano 21

Anche quest’anno il Natale al cinema arriva prima. Il primo cinepanettone della nuova stagione, porta la firma di Enrico Oldoini, silenzioso da tempo, dopo aver aperto la strada al genere natalizio nei primi anni novanta, con l’instancabile Massimo Boldi, ed un cast di tutto rispetto, classico dei natali di tutti i tempi: Simona Ventura, Natalia Bush, Elisabetta Canalis, Enzo Salvi, Biagio Izzo, Nino Frassica, Loredana De Nardis, Martina Pinto, Max Cavallari, Bruno Arena, Teresa Mannino, Davide Silvestri, Aurora Quattrocchi ed Alessandra Barzaghi.

Un bambino sta per nascere. I futuri genitori sono due ragazzi italiani che vivono e lavorano a Miami, gestendo uno dei ristoranti sul mare di proprietà di Angela (Simona Ventura), manager affermata tra Miami, Los Angeles e New York, e madre di Barbara.

Matteo è gelosissimo della sua fidanzata, ma in realtà è Barbara che dovrebbe guardarsi da Felicity (Elisabetta Canalis), da sempre innamorata del suo spasimante (Davide Silvestri).
Massimo, (Boldi), il padre di Matteo, titolare di un albergo nel centro di Cortina, è un uomo allegro, imprevedibile e stralunato. Con lui vivono la figlia Lara e il cognato Eros (Enzo Salvi), cuoco romano con la passione per il tubero, la patata, sboccato e alla perenne ricerca di una donna.

Massimo, vedovo da qualche anno, vive una relazione segreta con Luminosa (Teresa Mannino), sentimentale e sognatrice, che da sempre lavora all’Albergo: i due avevano dovuto annunciare finalmente il loro fidanzamento alla famiglia, ma l’improvviso viaggio in America costringe Luminosa a rimanere a Cortina, per occuparsi dei clienti.

L’assistente personale di Angela è Maria (Biagio Izzo), uno squattrinato attore teatrale, costretto in panni femminili, pur di non perdere il suo impiego. Nino, (Frassica), ex marito di Angela e padre di Barbara, vive anche lui a Miami con la mamma siciliana.

Ma quando si scopre che il neonato è di colore scoppia l’inferno, Matteo scappa con Felicity e tutta la famiglia si trova ad affrontare un problema apparentemente irrisolvibile. Tutta la colpa della situazione è di Angela, che ha concepito Barbara con una relazione extraconiugale durata una sola notte, e consumata con un uomo di colore, ora talmente potente da non poter essere neppure nominato.

Tutti quanti poi, nessuno escluso, devono fare i conti con i due supercops più sgangherati di Miami, Bruno e Max (Fichi d’India), sempre pronti a bloccare, perquisire, arrestare chiunque incroci la loro strada.

Pellicola lenta, fuori dai costumi più tradizionali del Natale, la cui sceneggiatura costringe disperatamente Oldoini ad inventarsi chissà cosa, per giustificare i quasi cinque milioni di euro spesi per far ridere poca gente.

Trama debole e per certi aspetti allucinante, con un Massimo Boldi che oramai non catalizza più; sono finiti i tempi dell’accoppiata con De Sica, dai cinema tutto esaurito. Se la cavicchiano invece Biagio Izzo ed Enzo Salvi che, a mio modesto parere, in tale contesto, sono sprecati, com’è d’altronde un peccato associare un nome come Medusa, nella distribuzione di un film di così basso livello.

Un film che sembra quasi una scopiazzatura di battute prese qua e là, da pellicole come La moglie è in vacanza, o ancora, A qualcuno piace caldo; non a caso in una delle recentissime interviste, Simona Ventura lasciava intendere che le sarebbe piaciuto interpretare, con la coppia Boldi – De Sica, proprio il remake di quest’ultimo film.

Lasciamo poi a voi, cari lettori, ogni commento su riferimenti più o meno ambigui, sul figlio segreto di Barack Obama.

Commenti (21)

  1. ma c’è ancora gente che spende i soldi per andare a vedere questi film??e soprattutto, c’era il bisogno di scrivergli una recensione?..bah

  2. film orrendo!!! senza trama, senza senso…..atto a rovinare la figura di attori professionisti pur di sfidare i film panettoni…..chi vi obbliga a farlo?……..ridateci i soldi indietro..BOLDI che vergogna!!!

  3. ba,secondo me i film natalizi stanno cambiando troppo gli attori…UN TEMPO ERA BOLDI DE SICA e RARAMENTE qualche altro personaggio che veniva nominato poche volte…oggi no!
    primo si prende x il c**o BARACK OBAMA che potrebbe benissimo denunciarvi…ma adesso nn c’è da dire solo il peggio…il film nn è male…forse con qualche parolaccia di tanto ma nn è male!
    insomma nn è uno di quei film pieni di effetti speciali e con trame assurde,NO!
    ma se uno va al cinema x quel film VI ASSICURO CHE VI PIACERà!

  4. SE IL NOSTRO CINEMA FOSSE RAPPRESENTATO ESCLUSIVAMENTE DA PELLICOLE DEL GENERE, SAREBBE MEGLIO DECRETARNE LA FINE E VERGOGNARSI DI ESSERE ITALIANI.
    ALLA FINE DELLA PROIEZIONE, PER CHI RIESCE A TROVARE LO STOICISMO NECESSARIO, CI SI SENTE DEI PERFETTI IMBECILLI.
    SPERIAMO NON LO SI PRESENTI ANCHE ALL’ESTERO.
    VA BENE PUNTARE AL BOTTEGHINO, MA UN MINIMO DI DECENZA SAREBBE ALTRESI’ DOVEROSO.
    MEGLIO ANDARE IN PIZZERIA. MOLTO MEGLIO.

  5. E’ il peggiore film di natale che ho visto! A parte qualche battuta simpatica di attori che con una trama migliore avrebbero espresso la loro arte il film è noioso con una trama contorta e irreale fino all’assurdo. Ma è poi così difficile scrivere un film più semplice ma allo stesso tempo più comico? Speriamo che quello di De Sica sia migliore.
    Veramente deludente !!!!!!!!!!

  6. boldi mi sta simpatico, ma questo è veramente il peggior film della mia vit
    gli unici interessanti la mannino e biagio izzo, ma tutto il film è una cosa vergognosa
    battute vecchie di vent’anni, gag che non piacerebbero neanche ai ragazzini di 8 anni
    nella sala non c’è stata una risata, e alla fine della proiezione quelli ancora svegli erano basiti
    la ventura insentibile e inguardabile ma non c’era un’attrice …
    i fichi d’india … ma perché inserirli, penosi
    non parliamo di salvi non si può sentire neanche a roma (sono romana) figurati altrove,
    se fossi uno degl attori, dei produttori, degli autori di questo film sinceramente mi vergognerei, nessuno si aspetta un’opera d’arte ma questo è vero sottosviluppo: siete offensivi

  7. Scusate ma fanno anke la recensione di questo film? MAHH… Se volete un consiglio disinteressato NN ANDATE A VEDERLO! E’ SOLO una perdita di tempoo!
    E’ un film pietoso, un film demenziale e di ignoranti, molto meglio natale a Rio…
    Questo film nn ha nè capo nè coda! Fonico di presa che durante il film il volume si sente alto e basso, per lo più è stato girato in 20 giorni! Ma va va! Massimo altro che fidanzata di papà!!! VAI A CASA!

  8. Film decisamente demenziale, solite battute stupide e ripetitive di Boldi che riprende le sue gag storiche e ormai sorpassate, attori di serie c. Unica nota positiva l’ottima colonna sonora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>