Le uscite DVD e Blu-ray di Aprile

Aprile dolce dormire, ma non è così per il mercato Home-video che anche questo mese sforna una valanga di novità e tanti riedizioni in blu-ray, per queste ultime tra i titoli più interessanti l’extendet cut de Il Codice Da Vinci, l’action Nico, esordio anni ’80 di Steven Seagal e la versione speciale di Twilght disponibile oltre che nel supporto next-generation anche nella classica versione DVD in una mega edizione ricca di extra e gadget.

Tra le novità più interessanti The mist, il sorprendente horror tratto da Stephen King, il romance con la fascinosa coppia Richard Gere/Diane Lane Come un uragano, e la riedizione in blu-ray e dvd del classico Disney Pinocchio che compie 70 anni. Per il cinema d’autore segnaliamo il controverso W.-Un presidente improbabile di Oliver Stone, La felicità porta fortuna di un sorprendente ed inedito Mike leigh e la seconda guerra mondiale raccontata dal grande regista Spike Lee con il suo Miracolo a Sant’Anna.

Miami International Film Festival: Miami come Hollywood

Dal 6 al 15 Marzo 2009 negli Stati Uniti si terrà il Miami International Film Festival, un’importante e prestigioso evento che presenta il meglio della produzione americana ed internazionale, oltre a proiezioni e competizioni speciali come il 48 hour film project che consiste nella realizzazione di un lungometraggio in 48 ore, proiezioni libere e seminari per studenti.

Le categorie in competizione, eventi speciali ed omaggi:

48 hour film project: una competizione molto impegnativa, girare un film in 48 ore

Awards Film Night: proiezione del film argentino premiato a Berlino Empty nest

Incassi al botteghino, speciale top 20 Italia: Kung Fu Panda batte Natale a Rio e Madagascar 2

Iniziamo la serie dei tre speciali di fine anno sui film, che hanno guadagnato di più nel 2008 (gli altri due sui film che hanno incassato di più negli states e nel mondo potrete leggerli domani), partendo dai cinema di casa nostra: oggi scoprirete quali sono stati i migliori venti film al botteghino e quali i dieci italiani più proficui.

Il dominatore assoluto con oltre diciassette milioni di euro è stato Kung fu panda, che si piazza davanti ai due film appena usciti Natale a Rio e Madagascar 2: il primo sfiora i sedici milioni, mentre il secondo supera in scioltezza i quindici. Superano la soglia dei dieci milioni anche Hancock al quarto posto con quasi dodici milioni e Twilight con più di undici al quinto.

Chiudono la prima parte della classifica High School Musical 3, con oltre nove milioni, Mamma Mia! Con più di otto milioni e ottocento mila euro, il nuovo film di Aldo Giovanni e Giacomo, Il cosmo sul comò, (più di otto milioni e settecento mila euro), Wall-E, più di otto milioni e seicento mila e Le cronache di Narnia: Il principe caspian con otto milioni e spicci.

Cinema Italiano 2008: non solo Gomorra

Insomma insomma, che anno difficile questo 2008! E quanto cinema ci siamo visti, a volte nostro malgrado, devo dire; mi è accaduto spesso, infatti, il venerdi sera, di andare al cinema ed essere imbarazzato nel constatare che niente suscita realmente quella spinta motivazionale alimentata sicuramente da una rosa sempre variopinta di scelte possibili!

Col cinema italiano, poi, si deve andare particolarmente cauti; non che abbia alcunchè in meno rispetto al cinema d’oltralpe, semplicemente si tratta secondo me di un genere a sè, per lo meno è come lo vivo io, anche se una simile affermazione banalizza il mio pensiero.

Ad ogni modo, iniziamo ricordando Amore Bugie e Calcetto di Luca Lucini, e Caos Calmo, di Antonello Grimaldi, con Nanni Moretti; entrambi hanno fatto parlare di sè per motivi assolutamente diversi.

Incassi al botteghino: in Italia ancora Twilight, in USA Four Christmases

In Italia, seppur ci siano state ben quattordici nuovi film, alcuni dei quali pure molto sponsorizzati, trionfa al botteghino anche questa settimana Twilight: il film dei giovani vampiri, seppur sia aiutato dall’ampia distribuzione (ma ad onor del vero ha la media per sala più alta) con gli oltre due milioni di euro si conferma la pellicola che ha incassato di più. Alle sue spalle il cane supereroe Bolt, supera il milione e settecentomila euro, risultando la new entry più altra.

Nei primi cinque posti in Italia, il terzo, il quarto e il quinto, sono occupati da alcune vecchie conoscenze: Nessuna verità, La fidanzata di papà e Changeling.

Le altre uscite: così così Max Payne, sesto, e Solo un padre, settimo e Ti stramo, decimo; bene Never Back Down, ottavo, con più di cinquecentocinquantamila euro seppur distribuito in sole centocinquantasette sale (3.685€ di media). Male Death Race, undicesimo e Palermo Shooting, diciassettesimo. Fuori dai primi venti gli altri.

Recensione: La fidanzata di papà

Anche quest’anno il Natale al cinema arriva prima. Il primo cinepanettone della nuova stagione, porta la firma di Enrico Oldoini, silenzioso da tempo, dopo aver aperto la strada al genere natalizio nei primi anni novanta, con l’instancabile Massimo Boldi, ed un cast di tutto rispetto, classico dei natali di tutti i tempi: Simona Ventura, Natalia Bush, Elisabetta Canalis, Enzo Salvi, Biagio Izzo, Nino Frassica, Loredana De Nardis, Martina Pinto, Max Cavallari, Bruno Arena, Teresa Mannino, Davide Silvestri, Aurora Quattrocchi ed Alessandra Barzaghi.

Un bambino sta per nascere. I futuri genitori sono due ragazzi italiani che vivono e lavorano a Miami, gestendo uno dei ristoranti sul mare di proprietà di Angela (Simona Ventura), manager affermata tra Miami, Los Angeles e New York, e madre di Barbara.

Michela Quattrociocche, protagonista per Moccia, attrice per Oldoini.

Bella, affascinante, dall’aria sbarazzina, questa è Michela Quattrociocche, fotomodella e attrice Romana, diventata nota per il suo film d’esordio, Scusa ma ti chiamo amore, di Federico Moccia.

Interessata fin da bambina alla recitazione, a dodici anni segue un corso di dizione e portamento. Quindi presta il suo volto per alcuni servizi fotografici per riviste dedicate ai giovani. Essendo alta solo m 1.68 non veniva scelta ai casting per modella.

Nel 2007, anno in cui consegue la maturità linguistica presso il Collegio Nazareno a Roma, dopo aver sostenuto sette provini, viene scelta come protagonista femminile della trasposizione cinematografica del romanzo di Moccia.