Oscar 2011, Migliore attrice protagonista: chi vincera?

di Pietro Ferraro 3

Quest’oggi per lo spazio dedicato agli imminenti Oscar 2011 dopo la categoria Miglior attrice non protagonista ci occupiamo di un’altra cinquina tutta al femminile, con le candidate di quest’anno all’ambita stauetta per la Miglior attrice protagonista.

Categoria decisamente affollata a livello di talenti quella per la miglior performance femminile, che quest’anno vede tre candidature fare il paio con i film in lizza per il miglior film dell’anno e su cinque il consueto ruolo di outsider, quest’anno assegnato a Michelle Williams per il dramma-romance Blue Valentine.

Dopo il salto trovate la cinquina di candidate corredata da una galleria fotografica.

Partiamo da una delle favorite di quest’anno, la veterana Annette Bening che nel ruolo di un genitore omosessuale in coppia con Julianne Moore nell’indipendente I ragazzi stanno bene di Lisa Ciolodenko si è già aggiudicata un Golden Globe come miglior attrice comedy. Per questo ruolo la Bening ha già ricevuto una quindicina di nomination e sette riconoscimenti in patria, senza contare le due nomination già ricevute nella categoria per American beauty (1999) e La diva Julia-Being Julia (2004).

Seconda candidata e ulteriore favorita la solare Natalie Portman che per Cigno nero-Black Swan di Darren Arofnosky tira fuori un’inquietante doppia personalità mettendo in campo anche una notevole performance artistica come ballerina classica. La Portman per questo ruolo ha vinto quest’anno un Golden Globe come miglior attrice drammatica e oltre una decina di premi tra cui l’internazionale British Academy Film Award. Per l’attrice è la prima nomination come attrice protagonista e la seconda candidatura dopo quella del 2005 per miglior attrice non protagonista in Closer.

Terza candidatura assegnata ad un’altra veterana, si tratta di Nicole Kidman che con l’intenso e struggente ruolo di una madre alla deriva dopo la perdita di un figlio in Rabbit Hole di John Cameron Mitchell, si conquista la sua terza candidatura nella prestigiosa categoria dopo quelle del 2001 per il musicale Moulin Rouge! e la vittoria l’anno successivo per il drammatico The Hours dove interpretava la scrittrice Virgina Woolf.

Proseguiamo con la più giovane candidata della categoria, la talentuosa ventenne Jennifer Lawrence determinata, protettiva e materna nel dramma indipendente Un gelido inverno-Winter’s bone di Debra Granik. La Lawrence per questo ruolo ha già ricevuto diversi riconoscimenti a livello internazionale tra cui uno assegnato all’attrice al Torino Film Festival 2010 e uno come rivelazione dell’anno ai  National Board of Review Awards 2010. La Lawrence oltre ad alcuni ruoli in serial televisivi come Medium, Monk e Cold Case ha recitato con Kim Basinger nel drammatico The burning plan di Gulliermo Arriaga.

Chiudiamo la cinquina di nomination con Michelle Williams che ricordiamo compagna dell’attore Heath Ledger scomnparso nel 2008 e lanciata dalla serie tv Dawson’s Creek. La Williams viene candidata per il dramma-romance Blue valentine di Derek Cianfrance in cui interpreta il ruolo di Cindy Heller, moglie alla deriva in una coppia di giovani coniugi con un matrimonio ormai al palo, che provano in un’ultima notte a ricordare e a riprovare un amore che sembra ormai solo uno sbiadito ricordo. La Williams alla sua seconda nomination dopo quella del 2005  come miglior attrice non protagonista per I segreti di Brokeback Mountain, per questo ruolo è già stata nominata ai Golden Globe 2011 ed ha ricevuto un premio dalla Chicago Film Critics Association.

In coda al post nella galleria fotografica immagini di Annette Bening, Natalie Portman, Nicole Kidman, Jennifer Lawrence e Michelle Williams durante la presentazione ufficiale delle nomination agli Oscar 2011.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>