Noah, recensione in anteprima

di Felice Catozzi Commenta

Noah è il prescelto da Dio per eseguire le sue volontà e costruire un'arca per salvare tutti gli animali del creato e punire i peccaminosi uomini discendenti da Caino.

Noah_Locandina

Noah è il prescelto da Dio per eseguire le sue volontà e costruire un’arca capace di contenere due esemplari di tutte le specie animali del pianeta, per metterli in salvo dall’arrivo di un diluvio che intende estirpare dal creato gli uomini discendenti dalla stirpe di Caino, il sacrificio e la devozione richiesta portano presto conflitto tra l’uomo e la sua famiglia.

Noah è ultimo discendente della stirpe di Set e vede morire suo padre a causa dei discendenti di Caino: quando diventa adulto, trova moglie e ha tre figli a cui insegna le volontà del Signore. Una notte, il Creatore gli parla in sogno preannunciando la fine dell’umanità attraverso un diluvio che non risparmierà nessuno se non lui, la sua famiglia e tutti gli animali del creato che Noah è chiamato a salvare, lasciando perire tutta la malvagità degli uomini con l’obiettivo di spazzar via i peccati dell’umanità.

Dio è amore, vendetta e pietas

Noah viene aiutato dai giganti, un’antica stirpe che popola la Terra sebbene originariamente fosse scesa dal cielo per prendersi cura di Adamo ed Eva, per costruire l’arca, salvare gli animali difendendo la costruzione inseieme alla sua famiglia dagli attacchi degli uomini che vorrebbero essere accolti e salvati dal diluvio.

Una volta sopraggiunta la pioggia incessante che spazza via l’umanità, Noah crede che il volere di Dio sia che l’uomo si estingua, ma una gravidanza inaspettata in famiglia porta l’uomo a dover decidere se porre fine alla vita della nuova generazione, che porterebbe alla salvezza e garantirebbe un futuro agli uomini.

Il giudizio del CineManiaco

Le parole della Bibbia riportate in Noah sono riportate piuttosto fedelmente, ma c’è da dire che si dice davvero poco sul testo originale dell’evento, e quindi si mescola molto con le invenzioni narrative (come l’infiltrato nell’arca o il ruolo delle donne che non vengono mai menzionate nel testo sacro), non somiglia a nessuno dei titoli classici del cinema di genere biblico: una fortuna forse o una punizione divina per lo spettatore che si ritrova relegato alla sedia della sala in attesa di un diluvio tanto annunciato e persino sbandierato, una battaglia per il tentativo di conquistare l’arca da parte degli uomini che vorrebbero solo salvarsi, un Noé giustizialista con lancia, spada, giganti e ogni mezzo possibile e immaginabile. Mancano solo le ali.

Voto 5

Scheda Film

USCITA CINEMA: 10/04/2014
GENERE: Epico, Drammatico
REGIA: Darren Aronofsky
SCENEGGIATURA: Darren Aronofsky, John Logan
CAST: Russell Crowe, Emma Watson, Jennifer Connelly, Logan Lerman, Ray Winstone, Douglas Booth, Anthony Hopkins, Kevin Durand, Sami Gayle, Marton Csokas, Dakota Goyo, Barry Sloane, Nick Nolte, Mark Margolis, Frank Langella, Don Harvey, Sophie Nyweide

Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>