Massimiliano D’Epiro: un cinema senza filtro

di Pietro Ferraro 1

Massimiliano D’Epiro cineasta romano classe 1973, gli esordi lo vedono realizzare molti videoclip musicali  per importanti artisti italiani come Antonello Venditti. La sua carriera si divide tra cinema, scrittura e video-arte, il regista ha recentemente  pubblicato il romanzo D’ESTRO, storie di una Roma degradata fatta di violenza, sesso e droga.

Tra le opere relizzate in ambito artistico ricordiamo il video Beslan e alcuni cortometraggi come La promessa sposa e Canelupo, quest’ultimo diretto a quattro mani con Nicolaj Pellestri.

Dal 15 Maggio 2009 nei cinema l’esordio sul grande schermo del regista con Polvere, girato a quattro mani con Daniele Proietti si pone a mezzavia tra il documentario e la fiction cinematografica, seguendo l’esempio di film come Sbirri di Roberto Burchielli.

Un frenetico ed inquietante viaggio nel mondo dello sballo puntando i riflettori sulla cocaina, droga in irrefrenabile escalation. Tra i protagonisti della pellicola Gianmarco Tognazzi e per la prima volta sullo schermo la cantante vincitice del Festival di Sanremo 2009 Lola Ponce.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>