La Mummia-Il ritorno

di Pietro Ferraro 13

Sono passati dieci anni dall’avventura nella città morta di Hamunaptra, la famiglia O’Connell si è allargata, ora al duetto di esploratori e avventurieri Rick (Brendan Fraser) ed Evelin (Rachel Weisz) si è unito l’egittologo in erba Alex (Freddie Boath), vivace figlioletto della coppia con uno spiccato sesto senso per i guai, tale padre…

Stavolta i nostri eroi sono sulle tracce del Re Scorpione (The Rock), una divinità egizia molto potente, l’unica che potrebbe contrastare il ritorno di Imhotep (Arnold Vosloo), risvegliato nei meandri di un museo londinese dalla reincarnazione della sua amata Anck Su Namun (Patricia Velasquez) e da una setta di idolatri.

Alex verrà in possesso del bracciale del Re Scorpione che porta direttamente al suo letale esercito, così il ragazzino viene rapito da Imhotep e Rick ed Evelin torneranno in pista per recuperare prole e bracciale, risvegliare il Re Scorpione, distruggere Imhotep e tornare a casa per l’ora di cena.

Il regista Stephen Sommers firma anche questo secondo capitolo della serie, si ripercorrono gli stilemi classici utilizzati nel primo episodio accentuandone la spettacolarità, perdendo però per strada alcune suggestioni e atmosfere ricche di mistero del primo film per spingere l’accelleratore su effetti speciali ed azione.

Il primo film riusciva a condensare con maestria quelli che per per molti versi erano i clichè tipici del genere avventuroso così ben rappresentati dalla trilogia di Indiana Jones, commedia, azione, mistero, gli effetti speciali erano concepiti per accompagnare la trama, arricchirla, senza mai invaderne la storia.

E’ chiaro che anche in questa seconda puntata ci si diverte, certamente non ci si annoia, ma si nota il moltiplicarsi degli effetti speciali a scapito dello spessore e della caratterizzazione dei protagonisti che ormai innestano il pilota automatico e sfrecciano senza guizzi verso i titoli di coda.

Vincente la metamorfosi della timida e impacciata Evelin in una sorta di errol flynn in gonnella con duelli e scazzottate, così come l’inserimento del piccolo Alex e della carismatica star del Wrestling The Rock pronto per una luminosa carriera nell’action.

Punti deboli, alcune situazioni troppo sfruttate, e gli effetti speciali del duello finale con il Re Scorpione in versione mostruosa che appare troppo fumettoso e manca del realismo che ci saremmo aspettati con un livello cosi alto di tecnologia.

Resta comunque il fatto che La mummia-Il ritorno diverte e alla fine dei conti, nonostante la notevole durata, riesce a tenere ben desta l’attenzione dello spettatore. Consigliato per una serata all’insegna di popcorn, azione ed avventura.

Commenti (13)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>