Esorcismo e possessioni al cinema

di Pietro Ferraro 6

Esce quest’oggi nelle sale italiane L’ultimo esorcismo, pellicola che torna ad esplorare in formato reality il prolificissimo filone delle possessioni demoniache in celluloide tanto caro al cinema di genere, che in oltre un trentennio ha saputo sfruttare ataviche suggestioni pseudo-mistiche miscelando folklore, superstizione e religione allestendo su grande schermo un teatrino delle ombre che non manca di volta in volta,  a prescindere dalla qualità delle singole pellicole, di regalare qualche piacevole brivido.

Cosa funzioni tanto in questo genere di pellicole che si sono create una propria identità cinefila all’interno dell’affollatissimo cinema di genere è presto detto, la componente ansiogena dei contenuti, la possessione vissuta come un vero e proprio contagio, con tanto di sintomatologia e raccapriccianti mutazioni fisiche che portano il pensiero ad un virus sovrannaturale o ad un oscuro disagio psichico da cui non ci  sono difese e che può colpire chiunque e dovunque.

Dal memorabile cult del ’73 L’esorcista di William Friedkin al dittico iberico Rec, passando per le suggestioni da cronaca di The exorcism of Emily Rose, religione e inquietudini figlie di paure secolari ancora riescono a dare a piccole, ma incisive dosi i loro frutti, mostrando su grande schermo tutta l’efficacia del lato oscuro della fede.

FILMOGRAFIA ESSENZIALE:

L’ESORCISTA di William Friedkin (1973)

L’ESORCISTA II-L’ERETICO di John Boorman (1974)

L’ESORCISTA III di William Peter Blatty (199o)

L’ESORCISTA-LA GENESI di Renny Harlin (2004)

L’ANTICRISTO di Alberto De Martino (1974)

AMITYVILLE POSSESSION di Damiano Damiani (1982)

THE EXORCISM OF EMILY ROSE di Scott Derrickson

CONSTANTINE di Francis Lawrence (2005)

REC/REC 2 di Paco Plaza e Jaume Balaguerò (recensione)

L’ULTIMO ESORCISMO di Daniel Stamm (2010)

Consigliati anche:

ROSEMARY’S BABY di Roman Polanski (1968)

IL PRESAGIO di Richard Donner (1976)

LA MALEDIZIONE DI DAMIEN di Don Taylor (1978)

CONFLITTO FINALE di Graham Baker (1981)

IL MESSAGGERO di Peter Cornwell (2009) (recensione)

LEGION di Scott Stewart (2010) (recensione)

CASE 39 di Christian Alvart (2009) (recensione)

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>