Ben Kingsley: un cavaliere made in England

di Pietro Ferraro 13

Krishna Bhanji alias Sir Ben Kingsley nasce a Scarborough (Inghilterra) il 31 Dicembre 1943, padre fisico indiano e madre modella ed attrice di origini europee. Dopo aver partecipato ad alcuni piccoli allestimenti alla periferia di Manchester, il piccolo Ben rimane affascinato dal carisma dell’attore Ian Holm in una rappresentazione del Riccardo III.

Così compiuti vent’anni e prendendo spunto dal soprannome del padre Clove King cambia il suo nome in Ben kingsley e dedica anima e corpo al teatro iscrivendosi alla Royal Shakespeare Company con cui si esiberà in tutta l’Inghilterra ed in ambito internazionale fino al debutto americano a Broadway nel 1971. Dopo il teatro un pò di tv e l’esordio cinematografico nel 1972 con Gli ultimi sei minuti di Michael Tuchner.

Il 1982 è l’anno della svolta con il ruolo di Gandhi nella biopic diretta da Richard Attenborough, l’attore si aggiudica  un Oscar, un Golden Globe ed un BAFTA. dopo l’Oscar però la sua carriera subisce un inaspettato arresto, solo ruoli marginali per un attore forse troppo impegnativo per le produzioni dell’epoca, reciterà nell’ordine in Tradimenti (1983), Tartaruga ti amerò (1985) e Slipstream (1989).

Gli anni ’90 lo vedono nominato agli Oscar come attore non protagonista per Bugsy di Barry Levinson e partecipare al kolossal Schlinder’s list di Steven Spielberg nei panni di un ebreo polacco. Nel 2000 si cambia registro con la comedy fantascientifica Da che pianeta vieni? di Mike Nichols, Kingsley svetta sul cast e l’anno successivo la Regina Elisabetta lo nomina cavaliere per meriti artistici omaggiandolo con il titolo di Sir.

Nel 2001 si cimenta nel gangster-movie d’autore con Sexy beast, seguito nel 2004 dallo sfortunato live-action, tratto dell’omonima serie tv Thunderbirds e dalla trasposizione cinematografica del romanzo OliverTwist diretta da Roman Polansky. Nel 2006 è un druido ne L’ultima legione e ancora un gangster nel thriller Slevin-patto criminale di Paul McGuigan.

Negli ultimi anni ancora ruoli trasgressivi per Sir Kingsley, il 2007 lo vede nei panni di un killer alcolizzato in You kill me di John Dahl e nel 2008 lo vedremo esibirsi in una focosa scena di sesso con l’attrice Mary Kate Olsen in The wackness, in questo film l’attore veste i panni di uno psicanalista che ha un ambiguo rapporto con il suo spacciatore che in cambio di droga richiede prestazioni professionali.

Commenti (13)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>