10 film per augurare buon compleanno a Tom Hanks

di Cinemaniaco Commenta

Ci ha sempre fatto ridere, piangere, divertire e riflettere. E lo farà ancora. Sempre e solo a suo modo. Il 9 luglio di 57 anni fa, a Concord in California, nasceva Thomas Jeffrey Hanks. Passa alla storia più semplicemente come Tom Hanks. Un attore poliedrico, completo, camaleontico. Speciale. Come la sua infanzia difficile, come il suo destino da Star di un cinema che ‘non fanno più’. Quello fatto di uomini tutto ‘genio e sregolatezza’.

Prima di essere una questione di soldi, e lui ne prende giustamente tanti per fare un film, quando si parla di Tom Hanks è una questione di talento. Indiscusso. Di apprezzamento da parte della critica. Sempre.

Di capacità di fare tutto e farlo bene.

Quando si parla di Tom Hanks si parla di due Oscar, uno dei quali per un film commovente quale è “Forrest Gump”.

Si parla, infine, di ruoli eclettici e complicati.

Giunto alla soglia dei sessant’anni, se si guardasse indietro (ammesso che sia già arrivato il momento), Tom Hanks vedrebbe una galleria di successi, film indimenticabili e record di incassi. Vedrebbe le sue statuette degli Academy Awards luccicare.

Noi vediamo almeno 10 film per augurargli il meglio e ringraziarlo. Per cosa? Per essere così speciale.

Splash – Una sirena a Manhattan (1984, Regia: Ron Howard)

Big (1988, regia: Penny Marshall)

Philadelphia (1993, regia: Jonathan Demme)

Forrest Gump (1994, regia: Robert Zemeckis)

Apollo 13 (1994, regia: Ron Howard)

doppiaggio in Toy Story – Il mondo dei giocattoli (1995, regia: John Lasseter)

Salvate il soldato Ryan (1998, regia: Steven Spielberg)

Il miglio verde (1999, regia: Frank Darabont)

Cast Away (2000, regia: Robert Zemeckis)

Era mio padre (2002, regia: Sam Mendes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>