Beautiful dreamer-La memoria nel cuore, recensione

Il pilota di caccia Joe Kelly (Colin Egglesfield) durante il secondo conflitto mondiale precipita con il suo aereo e viene fatto prigioniero, lo schianto gli procurerà una grave amnesia che non gli permetterà di ricordare nulla e al pilota verrà assegnata per sbaglio l’identità di un suo compagno caduto. Nel frattempo i soccoritori non ritrovando il suo corpo lo dichiareranno disperso in azione.

Dopo due anni Joe viene dichiarato legalmente morto, ma la moglie Claire (Brooke Langton) non avendo un corpo da seppelire non riesce ad elaborare il lutto, così decide di proseguire le ricerche del marito, ignorando che Joe è tornato in America e non avendo recuperato la memoria vive senza un passato in una piccola cittadina.

Sarà l’incontro casuale tra Claire con un commilitone di Joe, il co-pilota del marito, a far scoprire la verità alla moglie, che saputo dove vive il marito lo raggiunge, naturalmente l’uomo non la riconoscerà, ma Claire non ha alcuna intenzione di perdere una seconda volta il marito e deciderà di restargli accanto sperando che l’amore che li ha legati possa guarire ogni ferita.

Teen Choice Awards 2010, vincitori categorie cinema: la Twilight Saga domina con New Moon ed Eclipse

L’edizione 2010 dei Teen Choice Awards si potrebbe definire The Twilight Saga Choice Awards dato che New Moon con 8 premi batte Eclipse con 3. Se a questi si aggiungono quello all’intero cast e all’icona fashion del red carpet Taylor Lautner il successo è completo. Tra gli attori piovono tavole da surf per Kristen Stewart e Robert Pattinson, premiato anche per Remember Me.

Dopo il salto potete leggere la lista completa dei vincitori e vedere una ricca galleria fotografica. Se volete conoscere chi ha dominato i premi riguardanti le serie tv vi invito a visitare Serietivu o a CLICCARE QUI.

B-cult, Sbirri oltre la vita

Dead_Heat_1988_poster (300 x 423)Oggi per i film da riscoprire peschiamo nello scaffale dei memorabilia anni ’80 per segnalarvi Sbirri oltre la vita, spassoso ibrido horror che miscela con una corposa dose di cattivo gusto, altrimenti che B-horror sarebbe, action, comedy, poliziesco e zombie-movie.

I detective Roger Mortis (notare l’assonanza con rigor mortis) e Doug Bigelow si ritrovano nel bel mezzo di una sparatoria con dei criminali-zombie immuni alle pallottole. I due poliziotti dopo un’accurata autopsia dei criminali in questione scopriranno che un’azienda farmaceutica ha creato un macchinario che zombifica i cadaveri, ma una volta giunti sul posto per indagare verranno assaliti da un cadavere ambulante che ucciderà Mortis.

A Bigelow non resterà che rianimare il suo partner con l’ausilio del misterioso macchinario e proseguire insieme a lui le indagini che si dovranno concludere entro poche ore, perchè per Mortis la decomposizione incombe.

A proposito di Steve, recensione in anteprima

47133 (500 x 716)

Mary Horowitz (Sandra Bullock) è una single un pò squinternata che vive ancora con i genitori, adora i cruciverba, ne scrive uno a settimana per il quotidiano locale e parla come un’enciclopedia. Mary non riesce a trovare ne l’uomo giusto ne tantomeno qualcuno che riesca a strapparla dal suo mondo fatto di vocaboli incomprensibili, criceti e stivali rossi.

Un bel giorno i genitori preoccupati per il protrarsi della fase single/bambocciona in gonnella della figlia, le organizzano un appuntamento al buio, Mary riluttante accetta e si ritrova tra le braccia di un tipo alquanto belloccio e prestante di nome Steve (Bradley Cooper) che fa il cameraman per una emittente televisiva.

L’incontro/scontro tra i due sarà devastante, perchè Mary lo assalirà letteralmente inibendo il povero Steve con una valanga di parole ed un’aggressività che lo farà fuggire a gambe levate. All’indomani in preda ad un’irrefrenabile frenesia amorosa, come una scolaretta alla sua prima cotta, Mary confeziona un improbabile cruciverba che ha per tema proprio il suo Steve.

Sandra Bullock e Ryan Reynolds in Most Wanted, Milla Jovovich in Bad Luck, quattro nomi per Catch .44

027-PPC-14846R

Sandra Bullock e Ryan Reynolds reciteranno insieme in Most Wanted, una commedia, rielaborazione di Fuga da mezzanotte, nella quale lei sarà una fuggitiva e lui l’agente che la insegue. Il film sarà diretto da Anne Flecther.

Il cast di Catch .44 inizia a prendere forma: nel film scritto e diretto da Aaron Harvey reciteranno Malin Akerman, Bruce Willis, Kate Mara e Forest Whitaker. Il thriller narra di tre ragazze che, per riuscire a svoltare a Las Vegas, decidono di accettare di partecipare ad un piano criminale proposto da uno sconosciuto. Ben presto le tre si troveranno a dover fare con un killer psicopatico, un burbero camionista e un cuoco idealista.

Miss Detective, recensione

miss_congeniality_ver2 (500 x 734)

Gracie Hart (Sandra Bullock) è un’ottimo agente dell’FBI e il suo lavoro lo sa fare bene, purtroppo ha un piccolo difetto, manca di femminilità, questo non vuol dire che sia poco avvennente o che questo ne infici le capacità, ma il suo trascurarsi, una certa goffagine e la mancanza di vezzi tipici dell’universo femminile diventeranno presto un grosso ostacolo.

Il problema si presenterà quando gli verrà affidato un delicato incarico sotto copertura, l’agente dovrà iscriversi al prestigioso concorso di bellessa Miss USA con l’alias Gracie Lou Freebush e scoprire se la minaccia terroristica che incombe sul concorso di bellezza sia reale.

Naturalmente il lavoro per rendere Gracie presentabile e credibile sarà monumentale, ci vorrà un vero miracolo per sgrossare il maschiaccio e renderla un’aspirante miss minimamente credibile, almeno questo è quello che pensano Victor Mering (Michael Caine) che diventerà il pigmalione dell’agente Hart insegnandogli bon ton e trucchi da passerella e la direttice del concorso ed ex-reginetta Kathy Morningside (Candice Bergen).

MTV Movie Awards 2010, vincitori: New Moon trionfa

Mtv Movie Awards 2010N

Questa notte a Los Angeles sono stati assegnati gli MTV Movie Awards 2010. Nessuna sorpresa: a trionfare (grazie al voto del pubblico) è stato New Moon che ha vinto quattro premi, quello per il miglior film, per la migliore performance femminile (Kristen Stewart), per la migliore performance maschile (Robert Pattinson) e quello per il miglior bacio (quello tra Edward e Bella). A completare il trionfo Robert Pattison è stato votato come Global Superstar.

Gli altri film e attori si sono dovuti accontentare delle briciole, così fa notizia più il bacio saffico che si sono scambiate Sandra Bullock e Scarlett Johansson che i due premi ottenuti da Una notte da leoni, assegnati a Zach Galifianakis e Ken Jeong.

Dopo il salto potete trovare la lista completa dei vincitori e una ricca galleria fotografica.

Erin Brockovich-Forte come la verità, recensione

Erin Brockovich (Julia Roberts) è una donna dal carattere determinato, con due divorzi alle spalle che le hanno indurito la scorza e lasciato brutti ricordi, qualche rimpianto, ma anche due splendidi figli da amare.

Purtroppo per Erin il quotidiano è duro da affrontare, madre single con due figli e il lunario da sbarcare a cui si aggiunge una fisicità sin troppo esuberante, che a volte le crea più di qualche problema in ambito lavorativo oltre naturalmente al suo carattere indipendente per nulla portato a piegarsi a compromessi di qualsiasi genere.

Questo suo caratterino comunque le sarà utile quando praticamente costringerà l’avvocato Edward L. Mastry (Albert Finney) ad assumerla nel suo studio legale come assistente, una sorta di forma risarcitoria per averle fatto perdere una causa per lesioni personali contro il suo medico.

The Blind Side, recensione in anteprima

nuovo-poster-per-the-blind-side-130176 (500 x 745)

Michael Hoer (Quinton Aaron) è un diciassettenne cresciuto senza genitori e senza fissa dimora, allontanato a soli sette anni dalla madre tossicodipendente e poi separato dal fratello maggiore, Michael si ritrova sballottato da una famiglia affidataria all’altra per fuggire sistematicamente ogni volta, ritrovandosi a vagabondare in strada e a dormire dove capita.

La sua mole, Michael è un ragazzone davvero mastodontico e la sua innata abilità nello sport attireranno l’attenzione di un allenatore che lo aiuterà ad entrare in una scuola, dove purtroppo il suo carattere chiuso, quasi al limite dell’autismo e la poca sensibilità della maggior parte del corpo insegnante, non gli permetteranno di progredire negli studi precudendogli così qualsiasi attività sportiva.

Le cose però ben presto cambieranno grazie alla buona volontà di una delle insegnanti che spingerà la scuola a supportare il ragazzo e all’interessamento della benestante Leigh Anne Tuohy (Sandra Bullock), che con tutta la sua famiglia, marito ex-campione di basket e i due figli, deciderà di prendersi cura di Michael, diventandone tutrice legale, aiutandolo a laurearsi e portando alla luce un talento innato del ragazzo per il football, che trasformerà Michael in uno dei giocatori più ambiti della Lega.

The Blind Side, colonna sonora

the-blind-side

Oggi vi vogliamo segnalare  la colonna sonora di The Blind Side, sorprendente biopic sportiva incredibilmente snobbata dai distributori italiani a causa della tematica sportiva incentrata sul football americano, come se Ogni maledetta domenica non l’avesse visto nessuno, che vede come protagonista una Sandra Bullock in forma smagliante che per questa interpretazione si è guadagnata un premio Oscar come miglior attrice protagonista.

Il film scritto e diretto da John Lee Hancock, sceneggiatore di Un mondo perfetto di Clint Eastwood e regista di un’altra biopic sportiva sul baseball con Dennis Quaid Un sogno, una vittoria, è basato sulla storia vera del giocatore Michael Oher. Hancock pr l’occasione affida lo score al veterano Carter Burwell, collaboratore di vecchia data dei fratelli Coen, sue le musiche di Non è un paese per vecchi, e con un corposo curriculum che comprende score per Velvet Goldmine, Rob Roy, Ipotesi di complotto e il primo capitolo della saga di Twilight.

Prima di lasciarvi dopo il salto alla consueta compilation, cover e clip musicali, vi ricordiamo che il film dopo un passaggio televisivo in anteprima il 18 maggio, dal 9 giugno sarà disponibile in DVD.

Mtv Movie Awards 2010, nomination: guidano New Moon, Avatar e Una notte da leoni

Mtv Movie Awards 2010

Sono state annunciate le nomination agli MTV Movie Awards 2010, che si terranno il 6 giugno e che verranno presentati da Aziz Ansari.

I film candidati a più premi sono Una notte da leoni (The Hangover), New Moon (che ha in alcune categorie due o addirittura tre nominati!) e Avatar. Tra gli attori dominano quelli della Twilight saga: Kristen Stewart è nominata quattro volte, Robert Pattinson e Taylor Lautner in tre.

Di seguito trovate la lista completa dei candidati agli MTV Movie Awards.

Bloopers di Ricatto d’amore

the_proposal_2009_1024x768_608499

Oggi spazio bloopers dedicato alla recente comedy-romance Ricatto d’amore, pellicola che ha visto il ritorno al successo dell’ex-fidanzatina d’America Sandra Bullock nel genere che l’ha resa famosa.

Il 2009 sarà un anno d’oro per l’attrice che girerà da protagonista anche The Blind Side, dramma sportivo basato su una storia vera che le farà guadagnare il suo primo Oscar come attrice protagonista.

Dopo il salto vi proponiamo un divertente video con tutte le papere e gli strafalcioni  di Ricatto Mortale, nel video accanto alla Bullock il co-protagonista maschile del film Ryan Reynolds (X-Men le origini: Wolverine). Buona visione.

Speed 2-Senza limiti, recensione

Speed_2

Reduce dal clamoroso sequestro con bombarolo pazzo, e turbolenta relazione con l’affascinante ed eroico SWAT Jack Traven (Keanu Reeves), ad Annie Porter (Sandra Bullock) non sembrano neanche veri i due biglietti per una romantica e riappacificatoria crociera ai Caraibi regalatigli dal suo nuovo fidanzato Alex (Jason Patric).

Tra Annie e Alex c’è un pò di maretta, lui le ha nascosto di essere un agente della SWAT come l’ex di Annie, che lei lasciato proprio per l’impossibilità di accettarne un lavoro tanto pericoloso, ma l’imponente transatlantico Seaborn Legend li sta aspettando, e i due sotterrata l’ascia di guerra decideranno di godersi la crociera con tutti i confort del caso.

Sulla nave però c’è anche un passeggero molto speciale, l’esperto informatico John Geiger (Willem Dafoe) che in cerca di rivalsa per un torto subito deciderà di dirottare la nave, utilizzando le sue conoscenze del sofisticato software che controlla l’intero transatlantico e da lui stesso concepito, mettendo così in grave pericolo equipaggio e passeggeri.

Speed, recensione

speed_xlg

In un affollato edificio in quel di Los Angeles un dinamitardo folle (Dennis Hopper) piazza dell’esplosivo sui freni d’emergenza di un ascensore, per poi una volta presi in ostaggio gli occupanti avvertire le autorità che li ucciderà tutti se non gli verranno consegnati tre milioni di dollari. Due membri della squadra SWAT intervenuti sul posto, Jack Traven (Keanu Reeves) e Harry Temple (Jeff Daniels) intuiscono che l’attentore soldi o non soldi ucciderà comunque gli ostaggi, così decidono di evacuare l’ascensore.

Dopo aver portato in salvo gli ostaggi Traven intuisce la posizione da cui il terrorista comunica e lo rintraccia poprio nell’edificio, ma quest’ultimo munito di giubbotto esplosivo e preso in ostaggio il suo collega Harris, minaccia di farsi esplodere. Traven ha poco margine per decidere, spara quindi alla gamba del partner, e mentre sta per fare altrettanto con l’attentatore in fuga quest’ultima si immola alla causa detonando l’esplosivo.