L’immensità: l’ultimo film con Penelope Cruz al Festival di Venezia

L’immensità è il titolo del nuovo film di Emanuele Crialese, il regista di Respiro, Nuovomondo e Terraferma presentato alla settantanovesima edizione del festival di Venezia. Candidata al Premio Oscar penelope Cruz, attrice protagonista del film, che interpreta una donna, la cui identità è bloccata in un ruolo in cu non riesce più a riconoscersi. L’ambientazione tutta italiana è quella degli anni ’70, dei capelli cotonati, delle gonne ampie e dei lustrini. Un’Italia che è alle soglie di una nuova era, che cerca di lasciarsi alle spalle il conformismo e si sforza, per quanto possibile di essere rivoluzionaria e di abbracciare nuovi trend, nuove mode, nuove ideologie. Una specie di rinascita, che si colloca sullo sfondo del racconto, che è molto conforme alla struttura della storia.

 

Clara, interpretata da una magistrale Penelope Cruz che torna a recitare in lingua italiana, è una donna che si sente soffocata dal suo matrimonio ormai finito. Lei e suo marito Felice non si amano più: l’unica sua forza sono i suoi figli, su cui la donna riversa tutto il suo amore. A far crollare ogni equilibrio all’interno del nucleo familiare, è la ribellione di Adriana, la primogenita, una dodicenne alle prese con il cambiamento del suo corpo e del mondo intorno a lei. Adriana desidera essere un maschio e impone agli altri di chiamarla Andrea. A seguire ogni suo passo, è sua madre. Le due hanno un rapporto simbiotico: anche Adriana è empatica nei confronti di Clara, solo lei in grado di capire i suoi sorrisi, i suoi dolori, le sue espressioni i suoi cambiamenti. Sarà la rivoluzione di queste due figure, a mettere in crisi tutto l’equilibrio familiare, fino a definirne la rottura.

 

Lo stesso regista, ha descritto il suo lavoro con amore, enfatizzando la bravura di Penelope Cruz, attrice capace di mettere in risalto se stessa e i giovanissimi attori con cui ha collaborato sul set. Penelope Cruz, che ha la bellezza di una donna, in parte rotta, in parte pronta alla libertà e alla rinascita, e la bellezza di una madre, che per amore dei suoi figli, farebbe qualsiasi cosa, nel senso più stretto del concetto. La storia di una famiglia che cambia e di una società che cambia: l’immensità è un film di rara bellezza, è una perla, apprezzatissima dalla critica, che sarà amata e custodita anche dal pubblico. Eterna bellezza ed eterna verità, tutto in una sola pellicola.

Coppie artistiche: tutte le muse da Marlene Dietrich a Penelope Cruz

Ci sono dei registi, che per i loro film, non riescono a fare a meno delle loro attrici predilette. Sono come delle muse ispiratrici per cui spesso non si capisce se è il film che sembra perfetto per quell’attrice o è su quest’ultima che il regista cuce un’opera come fosse un abito su misura per lei.

1801538291-spanish-director-pedro-almodovar-right-and-spanish-actress-penelope-cruz1

Uno dei primi esempi è quello del regista Josef von Sternberg, che diresse Marlene Dietrich per sette pellicole, contribuendo in maniera determinante alla sua trasformazione in icona.

The Counselor: le star del cinema tutte in un solo film

Brad Pitt, Michael Fassbender, Penelope Cruz, Cameron Diaz e Javier Bardem. Una lista di allstars. Un elenco di attori che mandano in visibilio di volta in volta lo spettatore. Si troveranno tutti insieme in “The Counselor”.

The-Counselor-teaser-trailer

Le 10 migliori Bond Girl di tutti i tempi

Non c’è 007 senza la sua bond girl. La saga continua con Penelope Cruz nel sequel di “Skyfall“. Ma quali sono state le dieci figure più rappresentative di questo ruolo durante i 23 precedenti film dell’agente segreto?

ursula andress

Cinema e pubblicità: 10 spot Tv con celebrità di Hollywood

Oggi per le nostre classifiche speciali esploriamo il mondo della pubblicità e in particolare quando pesca a piene mani dall’immaginario cinematografico sfruttando come testimonial grandi divi di Hollywood qualche volta in maniera sensuale altre in maniera ironica. Dopo il salto vi presentiamo 10 divi per altrettanti spot.

To Rome with Love: 10 film ambientati a Roma (video)

E’ uscito venerdì nelle sale To Rome with Love, la nuova commedia corale di Woody Allen ambientata a Roma che vede riunito un cast internazionale a dir poco stellare che include oltre allo stesso Allen anche Alec Baldwin, Roberto Benigni, Penelope Cruz e Antonio Albanese. Abbiamo colto così l’occasione per stilare una delle nostre classifiche speciali che stavolta raccoglie dieci film che hanno avuto Roma e le sue suggestive location come sfondo. Dopo il salto trovate la nostra top 10 che celebra la Città eterna su grande schermo.

Penelope Cruz in The Counselor di Ridley Scott?

Ancora un potenziale candidato al cast stellare del crime-thriller The Counselor, prossimo progetto per il regista Ridley Scott. Al momento a bordo ci sono Michael Fassbender confermato come protagonista e Javier Bardem, Brad Pitt e Angelina Jolie in fase di trattative a cui ora, secondo Collider via THR, si sarebbe aggiunta anche la fascinosa Penelope Cruz che starebbe valutando un ruolo nel film.

Bop Decameron, primo ciak a Roma

Dopo un casting di notevole spessore tra States e Italia, oggi a Roma il primo ciak per Bop Decameron nuova commedia per Woody Allen reduce dal successo di Midnight in Paris che torna ad un film corale stavolta delineato per episodi. Il regista newyorchese è nella Capitale da circa un mese per selezionare le varie location e si tratterrà con la sua troupe e la moglie Soon Yi fino alla fine di agosto.