Overlook Hotel: Mark Romanek dirigerà il prequel di Shining

Mark Romanek sarebbe in trattativa per dirigere il nuovo film della Warner Bros. “Overlook Hotel”, prequel del noto film di Stanley Kubrick “Shining”.

wallpaper_shining_II

L’ex sceneggiatore di “The Walking Dead”, Glen Mazzara, ha di recente lavorato proprio a questo progetto che vedrà la produzione di Brad Fischer, James Vanderbilt e Laeta Kalogridis.

Mark Romanek per una nuova Cenerentola Disney?

Dopo Biancaneve e i sette nani, ancora un’altra principessa Disney pronta ad essere rivisitata in formato live-action dalla Factory di Topolino. Deadline ci informa che la Disney è la lavoro per un nuovo film su Cenerentola e che lo studio è in trattative con il regista Mark Romanek (Never Let Me Go) per dirigere il progetto che sarà basato su una sceneggiatura di Aline Brosh McKenna (Il diavolo veste Prada). La Disney ha messo il progetto in cantiere lo scorso maggio e senza dubbio spera di confezionare un nuovo blockbuster alla Alice in Wonderland.

The Brothers Grimm: Snow White e Fortune: cast, otto registi in lizza per The Wolverine

E’ stato ufficializzato il cast definitivo di The Brothers Grimm: Snow White, il fantasy diretto da Tarsem Singh: Lily Collins sarà Biancaneve, Arnie Hammer il Principe Azzurro, Julia Roberts la regina cattiva, Nathan Lane il suo servitore, mentre Mark Povinelli, Jordan Prentice, Danny Woodburn, Sebastian Saraceno, Ronald Lee Clark, Martin Klebba e Joe Gnoffo saranno i sette nani. Oltre a loro vedremo anche Mare Winningham e Michael Lerner.

Kim Basinger, Heather Graham, Chaterine O’Hara e Jason Patric reciteranno in Fortune, il road movie a tinte noir diretto da Clark Johnson, che narra di un ladro e di una coppia di sorelle cacciatrici di taglie che cercano una donna a capo di un clan criminale.

Non lasciarmi-Never let me go, recensione in anteprima

Kathy (Carey Mulligan), Tommy (Andrew Garfield) e Ruth (Keira Knightley) vivono in un collegio nella campagna inglese, qui tra lezioni, sport e amicizie vivono un’infanzia come tanti loro coetanei, ma la realtà è ben diversa da quello che le loro coscienze non riescono ancora a decodificare, i tre ragazzini come tutti i loro compagni sono cloni, concepiti per crescere e maturare sino a che i loro corpi non saranno sviluppati e pronti ad una serie di espianti che li porteranno ad un inevitabile morte.

Dopo aver saputo del loro destino il terzetto resta comunque unito, Ruth inizierà una storia con Tommy e Kathy innamorata da sempre di quest’ultimo resterà a guardare, poi le loro strade si divideranno, Ruth e Tommy vivranno per un po’ insieme per poi separarsi ed iniziare entrambi il loro percorso di donazioni, Kathy sceglierà invece di assistere i giovani espiantati ed accompagnarli verso l’accettazione della loro condizione di donatori.

Il destino vorrà che dopo alcuni anni i tre tornino ad incontrarsi, per chiarirsi, confessarsi e recuperare il tempo perduto che ormai si sta inesorabilmente esaurendo come le loro esistenze a termine.

BIFA 2010, nomination: The Kings’s Speech guida, Io sono l’amore candidato

Sono stati comunicati i nominati ai British Independent Film Awards 2010: guida classifica dei nominati The King’s Speech di Tom Hooper candidato a otto premi, davanti a Monsters di Gareth Edwards, Never Let Me Go di Mark Romanek e The Arbor di Clio Barnard, tutti fermi a quota sei. L’Italia concorre, grazie a Io sono l’amore di Luca Guadagnino, ad aggiudicarsi il premio come miglior film indipendente straniero.

Prima di lasciarvi alla lista completa dei nominati vi ricordo che la cerimonia di premiazione si terrà il 5 dicembre all’Old Billingsgate di Londra.

MIGLIOR FILM INDIPENDENTE

Four Lions

Kick-Ass

Monsters

Never Let Me Go

The King’s Speech

MIGLIOR REGISTA

Mike Leigh per Another Year

Matthew Vaughn per Kick-Ass

Gareth Edwards per Monsters

Mark Romanek per Never Let Me Go

Tom Hooper per The King’s Speech

DOUGLAS HICKOX AWARD PER IL MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Debs Gardner-Paterson per Africa United

Rowan Joffe per Brighton Rock

Chris Morris per Four Lions

Gareth Edwards per Monsters

Clio Barnard per The Arbor

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Jesse Armstrong, Sam Bain, Simon Blackwell e Christopher Morris per Four Lions

Jane Goldman e Matthew Vaughn per Kick-Ass

Alex Garland per Never Let Me Go

David Seidler per The King’s Speech

William Ivory per We Want Sex

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Ruth Sheen per Another Year

Andrea Riseborough per Brighton Rock

Carey Mulligan per Never Let Me Go

Manjinder Virk per The Arbor

Sally Hawkins per We Want Sex

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Jim Broadbent per Another Year

Riz Ahmed per Four Lions

Scoot McNairy per Monsters

Colin Firth per The King’s Speech

Aidan Gillen per Treacle Junior

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Lesley Manville per Another Year

Keira Knightley per Never Let Me Go

Tamsin Greig per Tamara Drewe – Tradimenti all’inglese

Helena Bonham Carter per The King’s Speech

Rosamund Pike per We Want Sex

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Kayvan Novak per Four Lions

Andrew Garfield per Never Let Me Go

Geoffrey Rush per The King’s Speech

Guy Pearce per The King’s Speech

Bob Hoskins per We Want Sex

MIGLIOR ESORDIENTE

Andrea Riseborough per Brighton Rock

Tom Hughes per Cemetery Junction

Joanne Frogatt per In Our Name

Connor McCarron per Neds

Manjinder Virk per The Arbor

MIGLIORE PRODUZIONE

In Our Name

Monsters

Skeletons

StreetDance 3D

The Arbor

THE RAINDANCE AWARD

Brilliant love

Jackboots on Whitehall

Legacy

Son of Babylon

Treacle Junior

MIGLIOR CONTRIBUTO TECNICO

John Mathieson per Brighton Rock
– fotografia –

Sylvain Chomet per L’Illusionista
– animazione –

Gareth Edwards per Monsters
– effetti speciali –

Tim Barker per The Arbor
– Per il sonoro –

Eve Stewart per The King’s Speech

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Enemies of the People

Exit Through the Gift Shop

Fire In Babylon

The Arbor

Waste Land

MIGLIOR FILM STRANIERO INDIPENDENTE

Dogtooth

Il profeta

Il segreto dei suoi occhi

Io sono l’amore

Winter’s Bone

Wolfman, recensione in anteprima

Layout 1

Lawrence Talbot (Benicio Del Toro) celebre attore da molti anni residente negli Stati Uniti è costretto a far ritorno in Inghlterra appena saputo della morte dell’amato fratello. Tornato nella vetusta dimora di famiglia reincontrerà il padre Sir John Talbot (Anthony Hopkins), con il quale si era scontrato subito dopo la morte della madre, della quale Lawrence ha sempre considerato il padre responsabile.

Talbot incontrerà anche la vedova del fratello, l’incantevole Gwen (Emily Blunt) che gli chiederà di scoprire cosa sia realmente accaduto al marito, il cui corpo è stato rinvenuto straziato, forse preda di qualche animale selvaggio.

Un esame accurato del corpo mostrerà si i segni di un attacco animale, ma anche di alcune caratteristiche umane nelle ferite inferte, il mistero si infittisce. Ben presto Lawrence scoprirà chi o cosa ha aggredito e ucciso il fratello, un feroce licantropo che lo assalirà, trasmettendogli una maledizione che alla prima luna piena si rivelerà foriera di eventi tragici, stragi efferate e incredibili rivelazioni che riguarderanno il misterioso passato della famiglia Talbot.

Johnny Depp, Rob Zombie Shia LaBeuf, Meryl Streep, Kevin McKidd, Kristen Stewart, novità

Arrivano tantissime novità da Hollywood e, non mi stancherò mai di scriverlo, cominciamo subito: Johnny Depp ha acquisito i diritti del romanzo di Nick Toshes, La mano di Dante (In the hand of Dante), del quale potrebbe essere protagonista della trasposizione cinematografica. Il romanzo è il racconto in parallelo tra la vita di Dante Allighieri e quella di Toshes, che deve valutare l’autenticità della Divina Commedia originale.

Shia LaBeouf sarà il protagonista dell’adattamento del thriller di John Grisham, The Associate. L’attore interpreterà la parte di uno studente di Yale, che accetta di lavorare per uno studio legale, in una causa multimiliardaria.

Capitolo sequel: mentre prende piede la possibilità che Rob Zombie, dopo le smentite degli scorsi mesi, decida di dirigere Halloween 2, dopo i non esaltanti risultati del precedente capitolo della storia di Mike Myers, Meryl Streep ha accettato di partecipare a Mamma Mia 2, ma solo se avrà al suo fianco nuovamente Pierce Brosnan, Colin Firth e Stellan Skarsgard.