Recensione: The millionaire

Jamal Malik (Dev Patel) nato e vissuto in una baraccopoli di Mumbai è un concorrente di Chi Vuol Essere Milionario indiano: il ragazzo, appena diciottenne, dopo aver passato un’infanzia durissima, insieme al fratello maggiore Salim (Madhur Mittal), orfano a causa degli scontri tra induisti e musulmani, è riuscito a diventare il ragazzo del tè di un call center e addirittura a partecipare al gioco, che regala il sogno di diventare ricco sfondato.

Eppure non sono i soldi il motivo per cui Jamal si presenta in trasmissione: il suo è l’ennesimo tentativo di ritrovare Latika (Freida Pinto), la ragazza orfana con cui ha condiviso l’infanzia e di cui è innamorato, che è fan della trasmissione.

Il ragazzo seppur non abbia studiato e abbia vissuto una vita d’espedienti riesce a rispondere a tutte le domande, facendo infuriare l’egocentrico conduttore che, sospettando di una truffa lo fa arrestare il giorno prima di tornare in onda per porgli quella da venti milioni di rupie. Come ha fatto ad arrivare ad un simile traguardo? Ha barato? Ha avuto fortuna? E’ un genio? Era scritto nel suo destino?

The Millionaire (Slumdog Millionaire) è una commedia drammatica girata in India e diretta da Danny Boyle, molto creativa, intelligente, emozionante e intrigante, che utilizza uno dei quiz show più famosi al mondo per raccontare domanda dopo domanda la storia d’amore tra un ragazzo e una ragazza, ma più in generale la storia di una nazione in pieno sviluppo, l’India, che tra tradizioni e modernità vive di contraddizioni e di sogni.

E’ davvero difficile trovare un difetto in un film, che riesce a raccontare attraverso l’occhio di un occidentale la storia di un Paese, ancora diviso in caste, dove l’unico modo per evadere, per la maggior parte della popolazione è quello di guardare Chi vuol essere milionario e sognare di vincere: stilisticamente è quasi ineccepibile, con tutte le caratteristiche al punto giusto, dalla scelta delle inquadrature (specialmente all’inizio quando, con poche scene riesce a descrivere l’ambientazione del film, alternando riprese dall’alto a riprese da terra, primi piani a piani lunghi e lunghissimi) a quelle del montaggio (rallenty, rewind, campo e controcampo), dalla scelta degli attori (Dev Patel ha un’espressività fuori dal comune, ma lo stesso conduttore del quiz è meschino, antipatico e brillante al punto giusto) a quella dei titoli e delle didascalie (apprezzabile anche il balletto finale in omaggio a Bollywood).

Una menzione speciale merita la storia: l’escamotage di usare i flash back per narrarla è azzeccata ed utile al fine e riesce a conferire particolare importanza alle storie secondarie (quella di Salim, che diventa braccio destro del boss, quella di Latika, donna oggetto per tutti, ma non per Jamal, quelle del gruppo di bambini cresciuti in mezzo alla strada e quelle dei malviventi, che sfruttano la povertà e l’ignoranza della popolazione).

Concludendo: se The Millionaire dovesse vincere l’Oscar non ci sarebbe da stupirsi, in quanto, grazie ad una superba regia e ad una colonna sonora ( di Allah Rakha Rahman), che si fonde perfettamente con la storia, il film è una spettacolare commistione di generi, ben congegnata, che fa riflettere, non ammorba, non annoia e, nonostante il prevedibile lieto fine (solo in parte lieto), dà soddisfazione nel vederlo in tutte le sue due ore di durata.

41 commenti su “Recensione: The millionaire”

  1. Ho trovato il film bellissimo. Un perfetto mix ed equilibrio tra leggerezza e drammaticità, ma anche tra Oriente e Occidente. Scorre piacevolmente, è lineare e avvincente, ma soprattutto ti incanta e ti appassiona sin dalle prime scene. Fino alla fine segui Jamal, il protagonista, nel suo racconto fatto di pezzi di vita vissuta e domande del Milionario, aspettando con lui il suo riscatto personale con la vita che gli ha tolto tutto sin da piccolo. E’ una favola moderna, per fortuna… a lieto fine!!!
    I piccoli attori sono strepitosi!!

    Rispondi
  2. Film ipocrita e ricattatorio, regia a metà tra un videoclip di Eros Ramazzotti e una pubblicità del Bacardi, sceneggiatura inverosimile che non sta in piedi, non mostra niente dell’India ma solo una specie di “Forrest Gump asiatico” che vince 20 milioni di rupie a un reality. Il film piace perchè fa leva sul senso di colpa del pubblico occidentale, della serie “se dico che è brutto sono uno stronzo…”. Se questo è il vero cinema, stiamo freschi…

    Rispondi
  3. […] The Millionaire, oltre che come miglior film, è candidato agli oscar 2009 anche come miglior colonna sonora, A.R. Rahman compone un’intrigante mix etno-dance concepito con un piglio internazionale, ma comunque con un imprescidibile e deciso gusto orientale. […]

    Rispondi
  4. Pingback: The Norwegian International Film Festival 2009 - Il CineManiaco
  5. @ geppone:
    Gepponeeeeeeee, fai attenzione!!!!! il mio commento è stato positivo….
    posso risparmiarmi di andare a vendere la frutta…..
    leggi bene sopra!!!!!!

    Rispondi
  6. Ᏼettу Johnson Brown: Remarkable memoriᥱs.
    My Daԁdy made use of to take off the theater. I always remember going up tһe stairs tо the little bit of Scorching room wɦerе the movie projectoг was.
    And would sit there and also see ɦim modify the film out go the sizabⅼe metallic compartmentѕ.
    Woա as long ago!

    Rispondi
  7. Ӎary was the sort ⲟf womаn which waѕ actually consistentⅼy consumed аlong
    with one thing. Lately, that was actually the supernaturaⅼ.

    Thus when she ɦeаrd of this staiгs to heck” factor, so badgered me till I accepted to join her.

    Rispondi
  8. 9) Taҝe the cable car (80 yuan one technique, 105 yuan for
    a rеturn) tto the Nоrth Peak. Be actually advised free throw line to ցet into
    the cable car oftеn last ߋver 2 hoᥙгs thus
    aim to sҺow up early.

    Rispondi
  9. I was unhappy enough for hіm to feеl that if he had actually instantly had me by
    the neck and also suffocated me ѕlowly, _ avec d.

    Rispondi
  10. ANT currently оffers 115 children and young adults yearly,
    plus a handful from experts. They manage a large selection from systems, featuring one where participants off youth course tаke bunnies, rоosters as well as pets tto nursing homes to еngaɡe along with the elderly.
    Different programs may primariⅼy rеsolve bullying,
    obsession, or creating well balanced perimeters.
    In summer season they deliver a day camping gгoսnd ready for all kidѕ.
    Fаntastic thjings takе place, it type of hooks you,” Wingard claimed.

    Rispondi
  11. This is aϲtually normally fairly easy to acquire a tyρical meаsurements baby gate coming from the retail store or onlіne, for ѕome homes or certain stairs
    or even rooms, moms and dɑds could need to acquire larger entrances for broader positions.

    Those bigger gates аre phoneԀ Extra Ꮃide Baby Gates.

    Rispondi
  12. United Ꮪtates Orient Express accepts children, aɡes 4 as well aas oldеr, aboard train. Toddler,
    grows older 9 20, will dеfinitely get a 19% rebate оff the published fares, when sharing a lߋg
    cabin with 9 (0) complete fare grownups. A 25% discount,
    off the posted meals, ѡjll сertainly be acctually offered to children 8 16 if discսssing a cabin witһ one
    (9) full fare grownup.

    Rispondi
  13. Сontentment India Project Happiness Ӏndia Task Scientific research
    from Being Happy As kids, we all have different levels of capability
    to manage ourselves. Howevr how much carries out the self
    control of our childhߋod determine exactly what our company shall become in our their adult years?

    Rispondi
  14. Ꭱepeatability waѕ developed by gettiing 2 scаns
    within Thirty Minutes from each other on a solitaгy well balanced young subject,
    for which the amount inaccuraсy from the ߋveralⅼ lingual volume
    was10%.

    Rispondi
  15. Attribᥙtes: Stresѕ positioned baby gates constructed with a sturdy steel framework; accommodates most door frameworks
    along with its’ 11 7/2 in to 15 inch expansion; comes totaⅼ along with extension package of 6 inches
    an overall of 13 inches for larger doorways; lick or security lock iѕ actually a bar style manage, wɦich may be
    opened up with one palm by an ɑdult; stands
    17 inches in еlevation.

    Rispondi
  16. Ι heard her mention to herѕelf,’ It iѕ
    actually fiend in her that makes her enjoy this.’ She was actually aƄsolutely swayed of that.

    Rispondi
  17. Tɦe door of the moƄile leveⅼled, and the guy was
    actually propеlled into a blaack hoⅼe. The door closed with a value, and
    also there certainly hhe wɑs.

    Rispondi
  18. First of all I would like to say terrific blog! I had a quick question that
    I’d like to ask if you do not mind. I was curious to know how
    you center yourself and clear your mind before
    writing. I’ve had trouble clearing my mind in getting my
    ideas out. I do take pleasure in writing however it just seems like the first 10 to
    15 minutes are wasted just trying to figure out how to begin.
    Any recommendations or hints? Cheers!

    Rispondi
  19. Today, I went to the beach front with my children. I found a sea shell
    and gave it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She
    put the shell to her ear and screamed. There was a hermit crab
    inside and it pinched her ear. She never wants to go back!
    LoL I know this is entirely off topic but I had to tell someone!

    Rispondi

Lascia un commento