Little Ashes: il sacro fuoco dell’arte

di Pietro Ferraro 1

 Il diciottenne Salvador Dalì, eccentrico, timido ma con un indole esibizionista, approda all’università con la ferma intenzione di diventare un grande artista. Qui si fa subito notare per la incontenibile commistione di genio e sregolatezza che lo contraddistingue.

Per molti è un personaggio scomodo ed eccessivo da tenere alla larga, per altri è un genio con cui potersi relazionare e da cui attingere energia e creatività. tra chi la pensa cosi ci  sono i due membri più in vista del gotha accademico, il poeta Federico Garcia Lorca ed il regista Luis Bunuel, i tre ben presto diverranno inseparabili.

Robert Pattinson con il suo giovane Dalì ci regala un altro prsonaggio tormentato dopo il vampiro di Twilight, stavolta alle prese con l’eccenticità ed il genio di uno dei piu grandi artisti del ‘900, Dalì fu pittore, scultore, regista, scrittore e designer.

Alla regia di Little Ashes l’inglese Paul Morrison (Un sogno ad occhi aperti), oltre a Pattinson nel ruolo di Garcia Lorca l’attore spagnolo Javier Beltran proveniente dalla tv e in quelli di Bunuel, Matthew McNutty visto recentemente nella biopic musicale dedicata ai Sex Pistols Control. Data di uscita italiana ancora non disponibile.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>