Juan Antonio Bayona, Mickey Rourke, Jennifer Aniston

di Diego Odello Commenta

Torniamo ad occuparci delle novità in arrivo da Hollywood, cominciando dalla conferma di Juan Antonio Bayona come regista del terzo capitolo della saga di Twilight, Eclipse. Dopo che ieri vi avevamo riportato le voci insistenti che volevano il regista di The Orphanage dietro la macchina da presa del film, in uscita il 30 giugno 2010, oggi è stata ufficializzata la notizia.

Continuiamo a parlare di registi: Joe Wright dirigerà il film storico Indian Summer, bastato sul l’omonimo libro di Alex von Tuzelmann, che racconta la nascita del primo governo indiano e la fine della colonizzazione britannica; Alexandre Aja dirigerà The Contractor, il drammatico che narra di ricchi cittadini americani che vengono autorizzati a gestire gruppi di soldati scelti per combattere le guerre, in quanto gli Stati Uniti non hanno più i fondi necessari per finanziare l’esercito.

Capitolo sequel: Scarlett Johansson e Mickey Rourke sono stati confermati in Iron Man 2. L’attrice sarà una superspia russa, Natasha Romanoff e l’attore (che ha vinto il braccio di ferro con la Marvel sulla sua remunerazione), sarà Crimson Dynamo; Io vi troverò avrà un seguito: Luc Besson e lo sceneggiatore Robert Mark Kamen stanno già mettendo in cantiere una nuova storia visto gli esaltanti risultati ai box office americani (200 di dollari in cinque settimane).

Capitolo attori: l’ex wrestler “Stone Cold” Steve Austin e Charisma Carpenter, entreranno a far parte del prossimo film di Sylvester Stallone The Expendables; Jennifer Aniston sarebbe contenta di poter recitare in un film d’azione, magari come Bond Girl, ma è conscia del fatto che non verrà mai presa per una parte simile; Nicolas Cage ha raccontato di aver abbandonato per scelta sua l’idea di recitare in The Wrestler nei panni del protagonista, perché non voleva ricorrere agli steroidi per raggiungere la forma necessaria per ottenere la parte; Mena Suvari è sul set di You may not kiss the Bride, la nuova commedia romantica, diretta da Rob Hedden, che racconta di un fotografo invischiato in problemi con la mafia croata, mentre passa la sua luna di miele con la figlia di un gangster.

Concludiamo con Wes Craven: il regista è intenzionato a boicottare in tutti i modi Nightmare on Elm Street, in quanto non gli è stato offerto nessun ruolo nella produzione. Il regista, però, non può accampare pretese, perché vendette i diritti sul film venti e rotti anni orsono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>