James Gray: noir e romance metropolitano

di Pietro Ferraro 2

James Gray regista e sceneggiatore classe 1969, nasce a New York nel quartiere del Queens, i suoi studi in cinematografia li porta a termine in California alla School of Cinematic Arts presso la Northern University dove consegue la laurea.

Cast stellare per la sua opera d’esordio Little Odessa, l’anno è il 1994 ed il venticinquenne Gray dirige star del calibro di Vanessa Redgrave, e Tim Roth, grande successo, prestigiosi riconoscimenti, tra cui la Coppa Volpi alla Redgrave ed il Leone d’argento a Venezia, ed un talento che viene paragonato a Martin Scorsese, insomma, un esordio col botto.

Purtroppo la sua seconda opera, The Yards, arriva a ben sei anni di distanza dal suo folgorante esordio, con un cast anche stavolta notevole, tra i protagonisti James Caan, Mark Wahlberg e Charlize Theron, non ha il successo atteso ed ai botteghini risulta un mezzo flop.

Nel 2007 la sua terza opera, il noir I padroni della notte, storia di una famiglia di poliziotti e di una  pecora nera, l’attore Joaquin Phoenix, ribelle e direttore di un equivoco locale notturno gestito dalla mafia russa, riscuote buone critiche ed ha un discreto successo ai botteghini.

Dal 27 Marzo 2009 arriva nei cinema l’ultima pellicola del regista, Two lovers, stavolta il registro cambia radicalmente e si passa al romance, ma anche stavolta Gray riesce a dare al film, anche grazie ad un’intensa interpretazione di Joaquin Phoenix, una nuova chiave di lettura del genere, svecchiandone i clichè e puntando su un approccio adulto allo sfruttatissimo filone.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>