Il cinema piange Giuliano Gemma, morto in un incidente stradale

di Cinemaniaco Commenta

Un grave lutto colpisce tutti gli amanti del cinema e del western all’italiana. Se ne è andato da pochi minuti l’attore Giuliano Gemma, ha perso la vita in un incidente stradale a Cerveteri, nei pressi di Roma. Gemma aveva 75 anni. Terribili le cause del suo decesso: l’attore è rimasto coinvolto in un impatto frontale mentre era a bordo della propria auto, che si è scontrata con un’altra macchina.

Trasportato subito presso l’ospedale di Civitavecchia, le sue condizioni erano immediatamente apparse critiche. Nell’incidente ci sono stati anche due feriti, un uomo con suo figlio.

Indimenticabile

Giuliano Gemma aveva guadagnato un’immensa popolarità alla metà degli anni Sessanta per via di una serie di film western italiani come “Una pistola per Ringo” e “Il ritorno di Ringo”, entrambi diretti da Duccio Tessari, nonché per “Arizona Colt” di Michele Lupo. E poi ancora “Adiòs Gringo” di Giorgio Stegani. Per l’esattezza la sua carriera era iniziata molto prima, quand’era giovanissimo e grazie alle sue doti atletiche aveva spesso lavorato come stuntman. Non è un caso che durante una delle sue prime interviste dichiarò che lui non voleva recitare bensì diventare uno sportivo di successo.

Uno degli anni più magici per Giuliano, quello da cui tutto partì, fu il 1958: Dino Risi lo prende per una piccola parte nella commedia “Venezia, la luna e tu” con Alberto Sordi e Nino Manfredi.

Il cinema piange uno dei suoi eroi. Un uomo che ha contribuito all’elevazione di un genere e che negli anni non ha mai smesso di essere un punto di riferimento per tutti. Prova ne sono le sue numerose pellicole, girate con l’aria di chi sapeva di fare la differenza. E con gli occhi da ‘pistolero’.

(Photo Credits: Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>