I bruttissimi, Svitati

di Pietro Ferraro 1

Nel 1999, due anni dopo la sua trasferta americana con Il silenzio dei prosciutti, Ezio Greggio prosegue la collaborazione con il geniale Mel Brooks dimostrando ulteriormente la sua approsimazione come regista.

In Svitati, film tv davvero da dimenticare, Greggio interpreta Bernardo Puccini figlio di un magnate dell’industria, quest’ultimo dopo essere scampato ad un attacco cardiaco costringe il figlio a rintracciare un ex-soldato americano, interpretato da Brooks, che durante la seconda guerra mondiale gli salvò la vita.

Il problema è che l’ex-soldato in questione ora è un paziente di un istituto psichiatrico statunitense, così dopo averlo raggiunto e fatto evadere dalla clinica in cui era ricoverato, i due tenteranno una rocambolesca fuga verso l’Italia con una zelante e determinata psichiatra alle costole.

Diciamo che Svitati è talmente pasticciato da risultare indigesto anche come mero prodotto televisivo, il connubio Greggio/Brooks rimane per il sottoscritto ancora un mistero irrisolto, Greggio per fortuna abbandonerà le sue velleità da cineasta e tornerà al suo mestiere nell’entertainment televisivo, per poi sfoggiare recentemente una sorprendente vis drammatica ne Il papà di Giovanna di Pupi Avati. In coda al post un estratto in lingua originale del film, gustatevi la memorabile performance di mr. Greggio.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>