Hugo Cabret, prime reazioni dal New York Film Festival

di Pietro Ferraro Commenta

Ieri vi avevamo annunciato che una speciale anteprima, con una versione tagliata e non definitiva di Hugo Cabret, sarebbe stata proiettata questa settimana al New York Film Festival 2011 ed ora grazie al sito Collider vi possiamo riportare le prime reazioni al debutto in 3D di Martin Scorsese, che sembra abbia entusiasmato la platea degli addetti ai lavori, in particolare per l’altissima qualità del formato tridimensionale e per l’approccio adulto alla storia, che ricordiamo tratta dal romanzo La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick.

Katey Rich del sito Cinema Blend parla di un 3D sbalorditivo che farà ricredere chi ancora pensa che il formato tridiemnsionale sia una moda passeggera e che probabilmente il film di Scorsese è: “il più splendido film live-action 3D mai realizzato“.

Anche Matt Patches di Hollywood.com afferma che qusto potrebbe essere il miglior 3D realizzato sino ad ora, migliore anche di quello visto in Avatar con cui il film di Scorsese condivide un approccio stereoscopico puntato a sottolineare la profondità degli scenari: “Scorsese utilizza le immagini stereoscopiche per sottolineare ogni momento,  creando una maggiore profondità negli ambienti della stazione ferroviaria“.

Mike Fleming di Deadline conferma la superiorità del formato tridimansionale di Hugo rispetto a quello del kolossal di Cameron grazie ad un: “uso più intrigante del 3D“.

Per quanto riguarda la storia sembra che tutti concordino con il fatto che il film ci metta un pò a carburare con un incipit abbastanza lento che però si anima nella seconda parte,  per culminare in un epilogo efficace ed incisivo. Matt Patches cita Buster Keaton e aggiunge che: “Il collegamento diretto della storia ai film del ‘900 permette a Scorsese la libertà di sperimentare con tecniche della vecchia scuola come lo stop-motion e le slapstick-comedy mute…una lettera d’amore al cinema della vecchia scuola“.

Hugo Cabret sarà nei cinema italiani in 3D a partire dal 16 dicembre 2011.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>