Gli Oscar 2012 del Cinemaniaco

di Cinemaniaco Commenta

Che anno è stato quello appena conclusosi per il cinema? L’anno degli eroi travestiti da uomini, nonché l’anno delle amicizie impossibili ovunque tranne che sul grande schermo.
Il 2012 ci lascia alcuni grandi capolavori, da “Quasi amici” a “Il Cavaliere oscuro, il ritorno“, ma anche qualche  illustre bocciato (“Dark Shadows“).
Ripercorriamo la macro pellicola dello scorso anno, iniziano il 2013 con gli Oscar del Cinemaniaco.
Queste sono le nostre statuette.

Film dell’anno

Il Cavaliere Oscuro – Il RitornoLo aspettavano tutti. Come spesso succede qualcuno è rimasto deluso, ma per tutto il resto degli spettatori è stato amore a prima vista. Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno è il film simbolo del 2012. Christopher Nolan sa quali sono i vetri da usare per costruire uno specchi per l’umanità, al punto che il suo nuovo ‘Batman’ è nel contempo attuale e leggendario.
Tocca temi quali i movimenti Occupy e lancia un monito importante sul proprio mestiere. Nolan ci insegna, infatti, che chiunque può essere un eroe, anche un uomo qualunque che fa un gesto qualunque, quale può essere quello di mettere sulle spalle di un bambino un cappotto per fargli capire che il mondo non è finito.

 

Attore dell’anno

Tom HardyIl signor Tom Hardy è Bane, il cattivo di quello che abbiamo riconosciuto come il film del 2012. Ma Tom Hardy è anche il (Signor) Attore de “La Talpa“, nonché di “Lawless“, “Una spia non basta“. Dietro di lui Michael Fassbender e Christian Bale.

Attrice dell’anno

Jessica Chastan: Strappa la statuina a Jennifer Lawrence e Anne Hathaway, se non altro perché la critica l’ha definita la nuova Rita Hayworth. Se ve la siete persa in “The Help” e “Lawless” dovete assolutamente recuperare. Però, siete in tempo per aspettare con noi la sua comparsa nell’attesissimo “Zero Dark Thirty“.

Regista dell’anno

Christopher Nolan: Ci ha portati fino all’atto conclusivo del suo ‘Batman’, tornando da protagonista e dimostrando ancora una volta che si può esserlo dietro una macchina da presa. Onorable mention (al secondo e terzo posto del podio) per il Ben Affleck di “Argo” e per Joss Wendon, demiurgo che unisce le forze di “The Avengers“.

Rivelazione dell’anno

Quasi amiciIl titolo originale è “Intouchables”, poiché è un film francese. E, in francese, diciamo semplicemente “Chapeau”. Ecco la coppia di amici impossibili di cui parlavamo nell’incipit: un ghetto boy che si ribella perché sa come usare la testa e un miliardario tetraplegico, che si ribella perché la vita gli ha dato tutto, nel bene e nel male, nonostante da tempo cerchi altro: amore e sincerità.

Serie TV dell’anno

Il trono di spade (Game of Thrones)Siamo nel secondo Medioevo. Non solo in tv. Ne hanno parlato le “Cronache del ghiacchio e del fuoco” di George R.R. Martin, così bene che qualcuno ha deciso di farci una serie di enorme successo. Anche nella seconda stagione. Un gradino sopra “The Walking Dead”.

E voi? Che ne pensate? Siete d’accordo?

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>