Dante’s Inferno, Alvarez porta Alighieri al cinema

di Cinemaniaco Commenta

C’è il meglio della letteratura italiana, la cantica dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri, tra le mani del regista Fede Alvarez. Il cineasta è stato scelto dalla Universal per occuparsi della trasposizione cinematografica di un Testo che rappresenta da secoli nel mondo la nostra Nazione. Dopo aver girato “Evil Dead”, il remake de “La Casa”, Alvarez sarà dunque il regista di “Dante’s Inferno.

La pellicola nasce dal videogioco sviluppato nel 2010 da Visceral Games. Il suo protagonista è un giocatore incaricato di vestire i panni di un veterano della terza crociata che ha lasciato la sua amata Beatrice e tenta di salvare la sua anima da Lucifero, che ha bisogno di essa per liberarsi dall’Inferno e provare nuovamente a riprendere il Trono di Dio. Nel suo viaggio nel bel mezzo dei terribili cerchi dell’Inferno, Dante si confronta con i propri peccati, il passato della sua famiglia e i suoi crimini di guerra.

Alvarez, dunque, si confronterà con una sceneggiatura ricca di creature orrorifiche e cerchi infernali, dopo aver dato tutto sé stesso nello splatter “Evil Dead”. La pellicola si configura come un ottimo antipasto prima dell’arrivo al cinema de “Inferno“di Dan Brown, diretto da Ron Howard (da domani nelle sale con Rush). Non è dato al momento sapere chi sarà l’attore che andrà ad interpretare il temerario veterano della terza Crociata pronto ad affrontare i 9 ‘cerchi’ dell’Inferno dantesco: il limbo, il cerchio dei Lussuriosi, quello dei Golosi, degli Avari, degli Iracondi, degli Eretici, dei Violenti, dei Fraudolenti e dei Traditori. Presenti nel videogioco, naturalmente, lo stesso Dante, Beatrice Portinari, Lucifero, Virgilio, Caronte, Minosse, Cleopatra, Cerbero, il Minotauro e Santa Lucia, tra mostri e magie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>