Cuori in onda, recensione

di Redazione 8

Salaam Namaste è una radio hindi che trasmette nella lontana Australia, una delle speaker piu conosciute è la graziosa Ambar (Preity Zinta), che una bella mattina va su tutte le furie per colpa di Nicky (Saif Ali Khan), uno chef che quella stessa mattina, amando dormire fino a tardi, gli fa saltare un’intervista in diretta con tutti le conseguenze del caso.

A Nicky la cosa non viene affatto perdonata e la vendicativa Ambar, sul piede di guerra, comincia una bella campagna denigratoria contro il Nick of  Time Restaurant, proprio il risrorante dove Nicky lavora, così tra i due scoppia una guerra all’ultimo dispetto.

Come al solito, l’amore fa capolino anche nelle storie più improbabili e i due finiscono per innamorarsi, amore che verrà coronato da un bel bebè in arrivo che purtroppo nessuno dei due desidera, ma al momento di interrompere la gravidanza Ambar ci ripensa….

Cuori in onda (Salaam Namaste) è  il primo film indiano dalla location interamente internazionale, girato in toto a Melbourne (Australia) vede una coppia di protagonisti molto solida e affiatata che sul grande schermo ha gà recitato in tre pellicole. Il film è il remake di Nine Months-Nove mesi, comedy americana del 1995 con Hugh Grant e Julianne Moore.

Cuori in onda è una classica comedy romance che risente molto del suo prototipo, il che gli infonde un’intrignate look ibrido che le permette si di guadagnare qualche punto in fruibilità rispetto a prodotti analoghi, ma al contempo ne omologa alcune suggestive e singolari peculiarità che fanno dei romance indiani prodotti molto originali.

Il regista Siddhart Anand le da comunque la consueta connotazione musicale che come al solito risulta molto curata e coinvolgente. I singoli estratti dal film sono quattro, anche in questo caso il sound è decisamente internazionale seguendo l’input della pellicola.

In coda al post come di consueto i link dove potrete guardare i videoclip dei brani presenti nel film.

Salaam Namaste

My Dil goes Mmmm

Tu Jahaan

What’s goin’on

Commenti (8)

  1. Questi film indiani sono un piacevole intrattenimento, anche se a volte le storie sono troppo antiquate, ma non in questo caso 🙂
    Il ristorante è quello in cui Nick lavora, non è il suo.

  2. Ottima recensione anche questa volta… grazie!

  3. @ NGirl:
    Grazie per l’appunto, in questo caso il look è diverso proprio per le location e il respiro internazionale di tutta l’operazione.

  4. cuori in onda per tutta la vita del grande saif ali khan

  5. questo film è davvero bello! ma se voglio guardarlo sul computer senza per forza doverlo scaricare, dove lo trovo? D:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>