Robert De Niro e Michelle Pfeiffer mafiosi in Cose Nostre: il film di Besson in sala dal 17 ottobre

di Cinemaniaco Commenta

Manca poco più di un mese all’uscita di “Cose nostre – Malavita”, il nuovo film di Luc Besson prodotto da Martin Scorsese e interpretato da un cast stellare: Robert De Niro, Michelle Pfeiffer e Tommy Lee Jones. Quale miglior biglietto da visita per una pellicola così…’particolare’.

La settima arte torna a diventare lo spazio in cui narrare vita pubblica e vita privata di cosa nostra. Era già successo con “Quei bravi ragazzi” e “Casino”, tanto per citare due titoli rimasti in memoria.

Il titolo originale del film di Luc Besson, “The Family”, rende meglio l’idea. La pellicola è una trasposizione cinematografica di “Cose Nostre – Malavita (Ponte alle Grazie”, libro scritto da Tonino Benacquista. Un libro che racconta in maniera semiseria le vicende storiche della famiglia Manzoni, un nucleo celebre di mafiosi costretti a emigrare. I Manzoni si trasferirino dagli Stati Uniti ad un paesino della Normandia, scortati e tutelati nell’ambito del programma nazionale testimoni.

Malgrado siano apparentemente fuori pericolo e dunque liberi di vivere la loro personalissima “vita nova”, i Manzoni non riescono proprio a rinunciare alle loro vecchie abitudini e decidono di gestire le cose a modo loro anche lontani dagli States. La famiglia Manzoni nel film si cela sotto lo pseudonimo Blake. Un pò di finzione non guasta mai, considerando che i Manzoni erano una famiglia esistita realmente nel New Jersey. Il loro capofamiglia, interpretato da De Niro, entrò nel programma protezione testimoni dopo aver tradito alcuni colleghi.

A proteggerli è l’agente della CIA Stansfield, interpretato da Tommy Lee Jones. “Cose Nostre – Malavita” è prodotto da Martin Scorzese e distribuito da Eagle Pictures.Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>